Archivi per la categoria ‘Fantastikalbi on Facebook’

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.16 (July ,30, 2011)

venerdì, 29 luglio 2011

 

Photo direttanews.it

Anticipation from Fantastikalbi.it by Salvo Gagliardo 

Dear User, Thanks for the visits and comments, these  are always welcome. I ad here  the future transformation of my site fantastikalbi.it. in its new format. I think it will be a very interactive site, which is open more to communication and contacts. There will be much richer and more complex pages, in the spirit of my current fantastic work. In  addition, other pages will provide the User  the ability to insert his works or otherwise, in various forms of collaboration. There are pages of information about my Universe , and especially about the advanced technologies related to communication, telephony and Artificial Intelligence. There will be an advertising space for those who want to use it, you can download articles, and my post of Albi di FantastiKa, , and a special  section will be dedicated  to HollyFiction, which I intended to Fiction, Cinema and TV word. This is what I think I realize  very soon, while even this 14  page is built in the spirit of my work. Thanks so much.       

    

To all those who have derived some benefit and advantage of this, I say, good. For those who want to send me an email, here is my postal address:

fantastikalbi@libero.it.  Or : info@fantastikalbi.it       

Welcome 2011      

I Invite You to visiter my Previous Page 15 

Link This.    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2714 

Thank You      

Salvo      

I Robot, mr. ASIMO.        

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You       

     

androidiani.com

 

 

gattinorvegesi.org

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thanks    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

http://www.fantastikalbi.it/?p=2573 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328

Facebook in Fantastikalbi.it.

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. .     

Salvo Gagliardo F.B. Profile.     

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it     

Hollywood  Fiction  

  

theaudience.it

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†¬†¬†¬†¬†

Le Sette Porte dei Sogno 

racconto   filosofico fantastico di 

Salvo Gagliardo 

Presentazione 

 

Shall Gallardo √® una sorta di pseudonimo che ho scelto per il mio eroe il cui vero nome rester√† ignoto per tutto il racconto, Si tratta di alcuni episodi della vita di uno scrittore ed appassionato di letteratura fantastica e dei suoi temi, nato e¬† vissuto a Palermo, una citt√† difficile ma che di¬† sicuro di fantastico ha molto. Gallardo si muove dunque in questa citt√† ed in altre inseguendo le sue intuizioni e la sua forte immaginazione, coinvolgendo gli¬† altri e soprattutto i suoi amici, qui chiamati Il Piccolo Gruppo, nelle sue pazzesche quanto strane avventure nel mondo dell‚Äô ignoto e persino del Sogno. Ed eccolo quindi mettersi a caccia di Ufo, di Spettri, di Vampiri. Eccolo interessarsi alla fisica dei Buchi Neri¬† o alla esplorazione del pianeta Marte. o seguire certi suoi tracciati fantastici¬† per trovare tracce di Merlino e delle leggende celtiche nella storia siciliana. Ma non √® tutto, perch√© Gallardo si appassiona¬† alla fisica della Luce e crede di essere in contatto con gli Angeli, ed eccolo scrivere libri che gli daranno successo non solo in Italia, ma in Europa e negli Stati Uniti dove si estende la sua fama di scrittore dell‚Äô insolito. Il lettore avveduto sapr√† scorgervi¬† segni evidenti, soprattutto nelle opere citate di Shall, della mia personale¬† avventura nel mondo di questa letteratura, e non sono pochi i miei tratti biografici¬† riportati in questa breve composizione che nella stesura ha risentito degli influssi di numerosi ¬†ed importanti scrittori , in particolar modo di Philip¬†¬† Kendred¬† Dick e del¬† suo VALIS a cui si rif√† la struttura¬† del racconto, un racconto,riferito¬† interamente da un amico di Shall,che avr√† anch‚Äôegli un nome convenzionale,¬† e chi vuole vedervi un doppio di Shall lo pu√≤ anche fare, ¬†e chiaramente all‚Äô altro scrittore americano HP. Lovecraft che vi figura abbondantemente, e che √® stato la passione e l‚Äô idolo di Gallardo.¬† Ma per chi conosce questa mondo letterario e fantastico,¬† i rimandi sono infiniti ed anche espliciti. Insomma, qui ho cercato di legare il mio personale percorso di scrittore e di frequentatore di questa letteratura , alla citt√† dove sono nato, e a cui, sebbene¬† la mia immaginazione tenda¬† ad abbracciare universi pi√Ļ estesi e pi√Ļ complessi, devo ¬†un debito di riconoscenza e di affetto. Il racconto si intitola Le Sette Porte del Sogno perch√© Gallardo √® alla ricerca di un testo esoterico antico forse di origine alessandrina , per l‚Äô appunto Le Sette Porte che potr√† permettere al suo scrittore preferito, HP. Lovecraft, morto¬† nel 1939 negli Stati Uniti, di visitare almeno virtualmente o magicamente Palermo,¬† servendosi del mistero nascosto nei sogni, verso¬† cui sappiamo Lovecraft potentemente attratto. Ma per giungere a questo, Gallardo dovr√† mettere a dura prova le resistenze della sua mente minacciata dal caos e dalla follia.¬† E di queste strane avventure ce ne ragguaglia¬† appunto un amico e compagno di studi, un certo Giorgio, fisicamente simile se non quasi eguale a Shall, con¬† toni¬† per met√† appassionati e per met√† ironici, perch√© anche Giorgio ¬†non sa quanto di vero ci sia nei sogni e nei pensieri deliranti del suo amico scrittore, come non lo¬† sanno gli amici del Piccolo Gruppo.

©salvogagliardoproduzione1999-2010.All rights reserved.

.

 

 

Dear friend now I offer you read the ‚Äúbeginning‚ÄĚ ¬†of a long story my whole set in my hometown, Palermo, a city in great measure the character of my story. Rarely, I choose the places where I was born and lived, preferring to other locations, but my story is about a writer of fantastic literature who lives in Palermo, Shall G. ¬†who is interested in strange things¬† and in amazing true adventures into ¬†unknown. Personally, for years now I am interested in everything about the fantastic, not excluding science fiction and with this work that I wrote several years ago I wanted to take stock of my career as a writer, putting its themes of this literature and referring to readings and texts, not excluding those which I have written, the backbone of this kind. A joke narrative, which I dedicated to HP. Lovecraft, a writer beloved by my character Shall Gallardo, which is a pseudonym and widely read by me and that ultimately will appear in this story. Thanks.¬†

  

 

Le sette porte del sogno 

racconto  filosofico fantastico 

di Salvo Gagliardo 

Shall Gallardo √® misteriosamente scomparso da Palermo, la sua citt√† natale. Scomparso. Vanificatosi nel nulla! Nessuno di noi del Piccolo Gruppo sa dove sia finito. E penso nessun altro, n√© in citt√†, n√© in qualsiasi altro luogo¬†¬† della Terra. In questa storia mi chiamo Giorgio, ma non riveler√≤ il mio vero nome, n√© di Shall G.¬† dir√≤ la sua vera identit√†. Scrittore del fantastico e ricercatore dell‚Äô insolito, Gallardo √® abbastanza noto come lo scrittore¬† de¬† Il Dio di Ghiaccio,Una Storia Transilvana e¬† Supernova 1973. In queste brevi¬† note mi sforzer√≤ di raccontarvi qualche episodio singolare della vita di quell‚Äô uomo¬† strano e straordinario la cui mente √® stata cos√¨ dolorosamente¬† toccata, e¬† che ci ha lasciato opere dominate da un‚Äô accesa fantasia¬† e dall‚Äô intenso bisogno di superare i limiti dell‚Äô umano. Barocco Siciliano, Labirinti, Mistero Marziano, L‚Äô Alchimista, lo stanno a dimostrare, e sono noti i suoi due¬† complessi saggi fantastici : La macchina del tempo e Le Sette Porte del Sogno, quest‚Äô ultimo lasciato incompiuto e pubblicato postumo. Shall manca¬† da dieci anni, ed io non abito pi√Ļ a Palermo, essendomi trasferito a Milano, la citt√† dei miei genitori, dove ho il mio lavoro, la mia famiglia ed¬† una casa spaziosa. Ma il destino e le coincidenze hanno voluto che molti anni li abbia trascorsi in quella meravigliosa citt√† del sud e che¬† vivessi fianco a fianco del mio amico scrittore, con cui ho condiviso stranamente la data di nascita, il mese e l‚Äô anno e persino una certa somiglianza fisica. I giornali¬† che a¬† suo tempo si sono occupati della sua scomparsa, hanno diffuso per scherzo, per gioco, o anche¬† per verit√†, certe strane ipotesi che noi del Piccolo Gruppo avevamo discusso nelle nostre lunghe serate conviviali, nelle terrazze, nei giardini e negli abbaini delle nostre case, sotto le stelle ed al chiaro di luna, o davanti ad un caminetto scoppiettante, fra bicchieri ed avanzi di pasto, con i posacenere stracolmi di cicche ed un long play di Mozart sul piatto del nostro giradischi ad alta fedelt√†. Spesso mi capita di rileggere i suoi romanzi migliori¬† e¬† sento una grande nostalgia dentro,¬† e mi pento della nostra graffiante¬† ironia, anche se allora noi tutti cercavamo di riportare Shall G., come ormai affettuosamente lo chiamavamo,¬†¬† dentro coordinate¬† pi√Ļ sane e¬† realistiche.¬†

Le sue singolari ricerche nelle biblioteche di Palermo  ne avevano fatto una figura nota ed inconfondibile: alto, dinoccolato, magro, con i capelli castani che cadevano a ciuffi  sulla fronte arcuata, ed i sottili baffetti che si era fatti crescere negli ultimi tempi quando aveva cominciato  a portare gli occhiali  con la montatura metallica, gli abiti trascurati e l’ aria perennemente svagata e distratta. Era  nato in una  casa nei pressi  del teatro Politeama, vicino ad  una chiesa  valdese, col mare azzurro  ed  il porto che si scorgevano  dagli ampi balconi; e vi era rimasto per il resto della sua esistenza. Era una bella casa spaziosa e ricca, e per noi del Piccolo Gruppo quasi mitica;  io abitavo non lontano, nel vecchio  quartiere   di  Corso  Scinà, nell’ antico Borgo di Santa Lucia. Ma per tutti noi fu mitica anche un’ altra sua dimora, quella materna, una vecchia casa di paese a Borghetto sul Monte, un piccolo comune a 500 metri di altezza, distante qualche chilometro dalla città. Shall l’ andava ad abitare quando voleva isolarsi dallo stress cittadino o doveva scrivere  le ultime pagine di qualche suo strano lavoro. << Ritiri  igienici>>, li chiamava. Era un fabbricato di paese  a tre piani, anch’esso stracolmo di libri, con una grande voliera piena di uccelli, tre tartarughe, un grosso gatto persiano, dal nome orientale Chang, ed una cantina con dei vini scelti, Shall beveva   solo vini siciliani doc, aveva una vera passione per il Marsala ghiacciato, ma avvolte preferiva     anche dello cherry rosso e molto intenso , e per inciso ricordo qui la sua predilezione  per i buoni sigari che spesso comprava presso la tabaccheria <<Trinacria>>  di via Dante. Ricordo anche  che nella sua  cantina di paese,  aveva attrezzato un’atentica e in cantina aveva attrezzato una vera sala cinematograficai via Dantevolte beveva o gatto persiano, Chang, una cantin autentica  sala cinematografica dove si godeva la sua ricchissima videoteca di opere fantastiche  e di fantascienza, ed avvolte invitava gente del posto  a vedere i  film, pochissimi, di cui aveva scritto la sceneggiatura, come la storia di androidi marziani   Rosen & C. di un regista palermitano, non ricordo il nome. Ma ricorderò  sempre i fantastici e magici inverni di Borghetto sul  Monte sotto la neve, come quello di un lontano e strano Natale. 

………….continua 

©salvogagliardoproduzione. 2OO2-2008. All rights reserved

The seven gates of the dream 

philosophical tale fantasy 

Salvo Gagliardo 

Shall Gallardo, he¬† has mysteriously disappeared from Palermo, his native city. Disappeared. Deleted !He was erased and disappeared into thin air ! None of us knows where the small group is finished. And I think no one else, either in town or anywhere else on Earth. In this story, my name is George, but I will not reveal my real name, nor Shall G. tell his true identity. The fantastic researcher and writer of ¬†unknown and unusual, Gallardo is quite known as the writer of The God of Ice, A History of Transylvanian and Supernova 1973. In this brief note I will try to tell any single episode of the life of strange and extraordinary man whose mind was so painfully affected, and that left us works dominated¬† by a¬† lit imagination and¬† an intense need to overcome the limitations ‘s human. Sicilian Baroque, Mazes, and Mystery Martian, The Alchemist, they are going to show, and its two complexes are known essays fantastic: The Time Machine and The Seven Gates of the Dream, left unfinished and published posthumously.¬†

Shall missing for ten years, and I no longer live in Palermo, Having moved to Milan, the city of my parents, where I have my job, my family and spacious house. But fate and the coincidences that have wished they had spent many years in that wonderful south city , and I  lived side by side of my writer friend, with whom I shared strangely birth date, month and  years, and even some physical similarity. The newspapers that were occupied at the time of his disappearance, have spread as a joke, for fun, or even truth, some strange case of the small group that we had discussed in our long evenings together, terraces, gardens and in attics of our homes, under the stars and the moonlight, or in front of a crackling fireplace, including glasses and leftover meal, with ashtrays overflowing with cigarette butts and a long play Mozart on the plate of high-fidelity record player. I often read his best novels and I feel a great nostalgia in it, and I repent of our biting irony, but then we all tried to bring Shall G., as is now affectionately called him, in healthier coordinated and realistic. 

His unique research in the libraries of Palermo had made a note and unmistakable figure: tall, lanky, thin, with brown hair falling in clumps on the curved front, and the thin mustache that had grown in recent times when he started to wear metal-rimmed glasses, clothes neglected and an¬† air perpetually distracted and inattentive. He was born in a house near the Politeama, near a Waldensian church, with the blue sea and the port which could be seen from the large balconies, and there remained for the rest of his life. It was a beautiful spacious house and rich, and for us the small group almost mythical, and I lived not far away in the old quarter of Scin√† course, in ancient village of Saint Lucia. But for all of us was a mythical other his home, the mother, an old country house in Mons ¬†Borghetto, a small town 500 meters in height, located a few kilometers from the city. Shall ‘s going to live when he wanted to isolate themselves from the stress of the city or had to write the last few pages of his strange work. << Creative Retreat >> called them. He was a three-storey building of the country, which is also crammed with books, with a large aviary full of birds, three turtles, a big Persian cat, named Chang, and a wine cellar with selected wines, Sicilian wines, ¬†Shall G. only drank doc, had a passion for the Marsala ice, but sometimes even preferred the cherry red and very intense, and by the way here remember his fondness for good cigars that are often bought at the tobacconist <<Trinacria>>in ¬†Dante road. I also remember that in his cellar in the country, had equipped a real movie theater where he enjoyed his rich library of fantastic and science fiction works, and wrapped inviting locals to see the movies , few of which had written the script, as the story of Martian androids Rosen & C. a director of Palermo, I do not remember the name. But always remember the fantastic and magical winters in the snow on Mons ¬†Borghetto, like that of a distant and strange Christmas.¬†

… … … …. Read more¬†

 © salvogagliardoproduzione. 2OO2-2008. All rights reserved

Facebook in FantastiKalbi

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/fiction-and-great-movies-thelma-louise/10150276482819417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/fiction-and-great-movies-thelma-louise2/10150277250479417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-filmsthelma-louise3/10150278383839417

Grandi film.  

Great Films 

By 

Salvo Gagliardo 

Thelma & Louise 

1991. 

Ridley Scott Director 

Script: Callie Kouri 

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel 

   

   

Thelma & Louise, un film del regista Ridley Scott degli anni Novanta. Due donne in vacanza diventano le protagoniste di una serie di azioni illegali, fra cui un omicidio, che le porta alla morte, una road movie drammaticamente e psicologicamente intensa che¬† tratta dell‚Äô amicizia estrema fra due donne. Una idea originale questa visto che il cinema ci ha abituati a film come Gangster Story. Qui, in un modo inusuale e in un‚Äô America fortemente maschilista, √® l‚Äô America del sex impeachment¬†and ¬†sexgate ¬†del Presidente Bill Clinton, in un‚Äô area geografica del Sud, dall‚Äô Arkansas al Texas, fra cow boy e camionisti,¬† sono due donne e due amiche a sfidare la ¬†Legge, rappresentata dal capitano di Polizia Hal ¬†Slocum, H. Keitel,¬† travolte dal caso, dallla loro psiche e dal loro destino. Una ¬†storia di donne comuni, una casalinga frustrata e sposata da poco e una donna pi√Ļ matura che fa la cameriera in un diner dell‚Äô Arkansas. Il desiderio di Thelma e Louise √® quello di trascorrere un tranquillo week end divertente in montagna,ma la complessit√† delle loro storie¬† personali le porter√† su tuttaltra ¬†strada, a delinquere e a diventare oggetto di caccia spietata ¬†della polizia locale e dei federali. La movie ci insegna che non sempre le cose vanno come desideriamo, e che dobbiamo fare i conti con quello che siamo e che siamo stati.¬†

                                                                                         

 Il Dramma ha inizio con la telefonata di Louise a Thelma una sua amica dal posto in cui lavora per proporle di trascorrere un week end in un cottage montano. Thelma  è una  giovane sposa insoddisfatta e dominata da un marito tiranno che la limita nel suoi desideri di libertà e di divertimento. Fin qui tutto OK, e la sposa  bambina ne approfitta per staccarsi da Darryl per un po’. Ma nel preparare  la valigia insacca anche una pistola,un particolare determinante per l’ avvio della nostra storia, l’ anticipazione di una  serie di eventi drammatici. 

¬†Le due si mettono in viaggio, ed √® Louise a guidare la decapottabile ¬†a due posti, mentre √® Thelma a decidersi di fermarsi in un locale per camionisti a spassarsela un po‚Äô. Qui fa amicizia con un giovane frequentatore, Harlan, che ha fama di don giovanni e che cerca di sedurla. Il carattere infantile di Thelma gi√† appare in contrasto con quello pi√Ļ maturo di Louise. Thelma √® ancora una ragazzina che divide gli uomini in antipatici e simpatici, moglie bambina succube di un marito prepotente. Louise √® gi√† matura con un fidanzato che √® un buon modello di cavaliere, e molto attenta al tempo e ai programmi, √® lei che guida la macchina.¬†

                                                                                   

Ci aspetteremmo che fosse Thelma a sparare ad Harlan con la pistola e ad ucciderlo, invece è Louise che lo fa. Percè? In Louise c’è qualcosa che non conoscevamo, qualcosa che emerge con violenza dall’ inconscio, il ricordo di una violenza sessuale subita nel passato. Con Harlan a terra moribondo, le due abbandonano il locale che presto sarà visitato dalla polizia, Si chiude così la  prima parte della fiction, con un delitto alle spalle che fa da spartiacque. Il desiderio iniziale di una tranquilla vacanza viene stravolto, e subisce drastici cambiamenti, ed è in questi cambiamenti che si rivelano i veri caratteri dei due personaggi Il delitto cambia i loro piani, ed ora le due ragazze hanno bisogno di soldi per fuggire in Messico. 

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011. 

Photo. stylishthought.com 

Photo. Cinebazar.it. 

Photo. Angelacampanella 

Come scrittore  di  letteratura fantastica e fiction ho sempre pensato che le fiction  contengano  degli insegnamenti che se ben letti  possono aiutarci a capire qualcosa di noi e della nostra strana vita. E’ per  questo che nel mio sito ho dedicato una sezione importante a questo argomento, essendomi provato anche  a immaginare e  a scrivere delle fiction ad alta tensione. Ho scelto qui per illustrare questo mio interesse un film di Ridley Scott degli anni novanta che ha conosciuto un grande successo e che ha vinto un Oscar per la sceneggiatura: Thelma & Louise. 

 

Thelma & Louise.2

1991.

Ridley Scott Director

Script: Callie Kouri

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel

 

Gentili amici¬† forse mi accingo a trasformare il mio vecchio sito con cui sono rimasto in Rete per circa due anni, penso che sar√† leggermente diverso e pi√Ļ interattivo, ma occupandomi da anni di fantastico e letteratura fantastica ho dato e d√≤ spazio alle fiction con cui ho cominciato a misurarmi. Ho sempre ritenuto che una buona ¬†fiction pu√≤ insegnarci molto anche sulla nostra vita e sulle complessit√† del mondo in cui ci troviamo a vivere. E‚Äô per questo che qui mi piace fare alcune considerazioni su quello che ho visto e vedo.

                                                                                

In quanto a Thelma & Louise ho presentato frettolosamente la prima parte, è un film degli anni Novanta, è un film del regista Ridley Scott basato sulla violenza che spesso il Sistema esercita sulla libertà personale, ma anche una storia che ci fa capire che nessuno è veramente libero e che uno strano destino ci travolge improvvisamente riconducendoci ad un Sintema che non è solo del mondo ma che è fortemente intrecciato con linee inconsce e inconsapevoli che si nascondono nelle nostre storie personali e con  cu dobbiamo fare i conti se vogliamo davvero essere liberi. Due donne che escono per un tranquillo week end in montagna  si trovano travolte da un destino quasi avverso che le spinge verso il baratro e la morte. Thelma e Louise due giovani donne tranquille del Sud americano, ciascuna già  segnata da problemi e difficoltà di vita, Thelma una sposa ancora immatura e Louise una donna già con esperienze e che lavora, ha un ragazzo che le vuole  bene e che è un perfetto cavaliere, Jimmie, Michael Madsen, ma anche Louise è stata toccata dalla vita, e nel passato in Texas ha ricevuto violenza da parte di un uomo. Un particolare che trasforma la semplice storia di una vacanza in montagna in una tragedia.

                                                                                    

Hal Slocum il capo della polizia, giunge al locale Per svolgere le sue indagini, e Harvey Keitel sembra l‚Äô attore perfetto, Slocum non √® un duro ma ha comprensione e pazienza ¬†e intende capire l‚Äô intreccio di quella storia in cui sono coinvolte due ragazze della regione. ,Harlan, ¬†il ragazzo ucciso nel locale frequentato da camionisti, ¬†era un poco di buono e meritava quella fine, i sospettati o le sospettate possono essere diverse. Intanto le due ragazze sono dirette a Oklahoma city intenzionate a attraversare ¬†il confine per il ¬†Messico, ma hanno bisogno di soldi ora, e Louise telefona a Jimmie per ritirare l‚Äô intero ammontare dal ¬†suo conto corrente e portarglielo ¬†in citt√†.¬† Ed √® qui che compare il personaggio di J.D., un ancor pi√Ļ giovane Brad Pitt, un cow boy che fa l‚Äô auto stop. J.D. non appare un bel personaggio in questa storia, ma piuttosto un giovane furbo e senza scrupoli che non esita ad ingannare l‚Äô ingenua Thelma dopo averla sedotta e a rubarle il denaro necessario al viaggio verso la salvezza. Ma serve a mettere maggiormente in luce il carattere di Thelma. Intanto il poliziotto Slocum attraverso il computer e i data base della polizia arriva a Louise che aveva sporto denuncia per la violenza subita. Da Louise, Slocum ¬†giunge a Darryl il marito tiranno di Thelma, qui apprende della pistola e per lui √® ormai chiaro che a fare il delitto sono state le due ragazze, mentre il giovane J. D. inganna Thelma in un motel facendole credere di essere un braccato anche lui della polizia e tuffando la fantasia immatura della ragazza in un‚Äô avventura trasgressiva e emozionante. Ma all‚Äô alba il giovane autostoppista se la fila con i soldi lascIando Thelma esterrefatta e facendo andare fuori dai gangheri la povera Louise, che ha passato la notte con Jimmie che √® venuto a portarle i soldi e che si √® finalmente convinto che Louise non ¬†sta scappando con un altro uomo, anzi le dona un anello di fidanzamento. Ma la polizia non demorde e ora viene affiancata dai Federali in una caccia serrata, anche perch√© Thelma ha fatto un colpo ad un supermarket procurandosi il denaro e degli alcolici necessari al viaggio verso la libert√† e il filmato del colpo √® stato visto dal Slocum e dal capo della FBI. ¬†

Continua……

Interamente prodotto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011.

Photos by

movieactors.com

angelacampanella…

Thelma & Louise.3

1991.

Ridley Scott Director

Script: Callie Kouri

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel

La Terza Parte di Thelma & Louise il cui destino di donne braccate √® sempre pi√Ļ drammaticamente chiaro,avvia la storia alla sua risoluzione ancora difficile da immaginare. Come vedremo sar√† una risoluzione a sorpresa e davvero fantastica le cui due ultime scene resteranno¬† Icone di tutto ilo film. Intanto, come dentro ad un crogiolo magico, Thelma e Louise stanno subendo una ¬†metamorfosi. Thelma si sta rivelando pi√Ļ intraprendente e capace di prendere delle decisioni, √® lei che ha fatto il colpo allo store, ed √® lei che sparer√† sulla motocisterna facendola esplodere come un atto liberatorio. Ma la sposa bambina guarda ancora il mondo come fonte infinita di divertimento, e forse √® la posizione pi√Ļ giusta. Thelma √® un J.D. pi√Ļ ingenuo e infantile e non gi√† cinico, che ¬†assapora il gusto dell‚Äô avventura e della strada, e il piacere di una Ford Thunderbird scappottabile che attraversa le lunghe strade secondarie, assolate e deserte del Sud. Louise √® la compagna di strada matura, con un suo entroterra complesso e tormentato.

Ed ecco comparire il camionista prepotente che si mostra insolente vero le due donne. Camionisti, strade assolate, motel,locali di ristoro, autostoppisti, la polizia, questa √® la vita con il suo scorrere e le due ragazze ci sono dentro fino al collo, pi√Ļ come vittime che come dominatrici. Il camionista sfida pesantemente Thelma e Louise che ala fine,¬† decidono di dargli una lezione, e gli fanno saltare la motocisterna carica di benzina a colpi di pistola. E‚Äô il momento liberatorio e violento. L‚Äô esplosione di una energia contratta a lungo. Ora la fiction si avvia al suo termine. Hal Slocum, la polizia locale e l‚Äô FBI hanno identificato la Thunderbird, e si stanno preparando a raggiungerla. Slocum parla per telefono con Louise, e ottiene una vaga promessa di resa.

E giunge la notte. E‚Äô questo il momento pi√Ļ poetico e pi√Ļ intenso della storia. La macchina si trova ferma nel cuore di un deserto pietroso fra Canon frastagliati, e sopra i cielo stellato. L‚Äô affetto fra le due donne viene rafforzato da quel momento magico, ma sorgono anche profonde riflessioni sulla vita e sul significato dell‚Äô esistenza, si prepara l‚Äô atto finale.

 

¬†Ed eccoci di novo all‚Äô alba di un nuovo giorno, Slocum e i Federali sono gi√† sul posto, gli elicotteri ronzano sulla regione. La Thunderbird √® ferma con Louise al volante, Thelma √® accanto. La polizia si avvicina e i fucili sono pronti a sparare, ci sono alterchi fra il comprensivo Harvey ¬†¬†Keitel, e l‚Äô agente responsabile dei Federali.¬† E infine le due donne si decidono in una scena che rester√† negli annali della storia del cinema, guardandosi in profondit√† negli occhi e decidendo di morire insieme gettandosi nell‚Äô abisso aperto sotto di loro. E‚Äô Thelma stavolta a prendere la decisione. Un piede sull‚Äô acceleratore e via verso il baratro che tsa davanti la macchina. Ma la genialit√† simbolica di Ridley Scott non ci fa assistere all‚Äô atto pi√Ļ drammatico della storia, il precipitare della macchina e la sua esplosione, siamo ¬†da sempre abituati a queste scene, e qui mi ricordo delle scene finali del film Duel di Spielberg. Le ultime inquadrature sono gi√† icone nel mondo di Hollywood, l‚Äô auto che spicca il volo oltre il precipizio, e Hal Slocum che la insegue invano fin quasi sul ciglio del baratro. La Thunderbird non sembra precipitare nel suo volo, piuttosto sembra quasi magicamente diretta verso il vielo e lo Spazio, forse la conquistata libert√† oltre gli impedimenti e le pesantezze di questo nostro pianeta.

Interamente scritto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011.

Photo. Blog.libero.it

Photo Cinepad.com

 

We Suggest Here

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise. The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

 

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

We Suggest This.

Previous Page  14 Link

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

 

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

 

Gift Push Button and Money Contribution for the growth of ‚Äú fantastikalbi.it‚ÄĚ

Coordinate Bancarie

Bank Details :  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2807

Thank You So Much

 


Questo articolo è stato pubblicato il sabato, 28 maggio 2011

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.15 (Maj,28, 2011)

sabato, 28 maggio 2011

 

 

Photo direttanews.it

 

Anticipation from Fantastikalbi.it by Salvo Gagliardo       

      

 Dear User, Thanks for the visits and comments, these  are always welcome. I ad here  the future transformation of my site fantastikalbi.it. in its new format. I think it will be a very interactive site, which is open more to communication and contacts. There will be much richer and more complex pages, in the spirit of my current fantastic work. In  addition, other pages will provide the User  the ability to insert his works or otherwise, in various forms of collaboration. There are pages of information about my Universe , and especially about the advanced technologies related to communication, telephony and Artificial Intelligence. There will be an advertising space for those who want to use it, you can download articles, and my post of Albi di FantastiKa, , and a special  section will be dedicated  to HollyFiction, which I intended to Fiction, Cinema and TV word. This is what I think I realize  very soon, while even this 14  page is built in the spirit of my work. Thanks so much.      

      

To all those who have derived some benefit and advantage of this, I say, good. For those who want to send me an email, here is my postal address: fantastikalbi@libero.it.  Or : info@fantastikalbi.it      

     

Welcome 2011     

I Invite You to visiter my Previous Page 14

Link This.   

 http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

     

Thank You     

Salvo     

     

I Robot, mr. ASIMO.       

      

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You      

     

androidiani.com     

           

War and Peace on   the SpaceMars and Moon expect us?       

 The Space Agencies  Engaged.      

Remembering Carl Sagan      

      

      

¬†Il futuro dell‚Äô Uomo si giocher√† nello Spazio, l‚Äô uomo √® destinato¬† come specie evolutiva ad espandersi nel Cosmo. E‚Äô quello che penso ed √® quello che avevano pensato alcuni teorici della Colonizzazione, come il russo Tziolkovski, lo stesso Jules Verne, o l‚Äô americano Goddard o il tedesco Willy Ley, oltre ai numerosi scrittori di Fantascienza del XX secolo. Un sogno e una necessit√†, oltre che una spinta evolutiva scritta nel genoma della specie e della vita?Il secolo XX ha cominciato a realizzare questa spinta , fra inevitabili difficolt√† per chi si √® appena messo a camminare. Il XXI secolo si prospetta come il secolo di Marte e Luna, i due corpi celesti¬† pi√Ļ vicini che si offrono alla colonizzazione, per Venere penso che dovremo aspettare un po‚Äô vista la sua evidente inabitabilit√†. Non siamo andati molto avanti a quanto sembra, visto che la maggior parte degli scrittori di Fantascienza del XX secolo avevano immaginato gi√† l‚Äô uomo a spasso ¬†per il Sistema Solare. Abbiamo costruito una Citt√† Spaziale permanente in orbita terrestre, la International Space Station, siamo sbarcati sulla Luna e abbiamo inviato verso Marte una quantit√† di sonde e robot. Non √® molto ma non √® neanche poco, considerando le difficolt√† per l‚Äô uomo di abitare posti fuori dal suo pianeta naturale. Forse i ¬†preliminari di una grande ¬†avventura che si svilupper√† nel tempo, fra alti e bassi, ma di sicuro in concomitanza con l‚Äôevoluzione tecnologica e scientifica della Specie Uomo? ¬†Senza Computer non si va nello Spazio, senza innovazioni tecniche, non si va, senza tecnologie sicure non si va, lo Spazio significa alte ¬†tecnologie avanzate, √® la nuova frontiera ¬†dell‚Äô Essere Umano. Gli scettici si chiederanno se tutto questo √® giustificato, se sono giustificate le enormi spese e sacrifici e se √® giustificata la perdita di vite umane. Io penso che tutto questo ha la sua giustificazione nell‚Äô Uomo e forse nell‚Äô intera vita del pianeta che abitiamo. I vantaggi ci sono e verranno nel tempo altrimenti non sarebbero sorte enormi industrie che guidano l‚Äô Esplorazione e la Colonizzazione umana. Non sono solo vantaggi economici alla Specie o al singolo Paese, ma l‚Äô immenso patrimonio di conoscenze contenuto nell‚Äô Universo porta l‚Äô Uomo a raggiungere livelli a lui superiori o almeno a spingersi verso di essi. Ho notato che lo Spazio che si chiami Cielo, Universo o altro √® da sempre presente nell‚Äô evoluzione del pensiero e della vita umana, e si √® sempre adeguato alle sue conoscenze e ai sui limiti, oggi Spazio significa Comunicazione, Contatto, Esplorazione, Sviluppo. ¬†Se il Cielo ha diviso gli uomini in razze e gruppi in conflitto, oggi sembra riunirli, l‚Äô Uomo forse ricomincia a sentirsi Uno, una piccola specie in Evoluzione che lentamente sta lasciando il suo pianeta di origine per un‚Äô avventura che non conosce confini. Un pensiero qui mi va a Stanley Kubrick il cantore pi√Ļ affascinante di questa avventura nell‚Äô umano e oltre l‚Äô umano. ¬†¬†¬†¬†¬†¬†

     

      

Nel 2004 il pi√Ļ grande motore di ricerca, Google lancia una sua applicazione, un download ¬†scaricabile gratuitamente, il Google Earth, con cui si pu√≤ osservare la Terra virtualmente in 3D da una distanza extraterrestre che assimila il fruitore del divertente servizio ad un astronauta. Presto l‚Äô dea viene clonata dalle agenzie spaziali, NASA, con il NASA World Wind, un download a 3D che permette un viaggio virtuale spassoso e istruttivo per il Sistema Solare, e dalla ISRO, la Nasa della Repubblica Indiana, che ha lanciato il BHUVAN, gemello del Google Earth, per celebrare la sua presenza nelle alte tecnologie dello Spazio.¬†¬†¬†¬†

Nel Maggio del 2011, il Vaticano in una memorabile trasmissione entra in contato con la International Space Station in orbita attorno al nostro pianeta e Benedetto XVI parla con i diversi  astronauti presenti sullo Shuttle Endeavour. Siamo già nell’ Immaginario di 2001 Space Odyssey!      

 Google, NASA, ISRO.     

 http://www.google.com/intl/it/earth/index.html     

 http://worldwind.arc.nasa.gov/java/     

 http://bhuvan.nrsc.gov.in/     

 http://www.nasa.gov/     

 http://www.isro.org/     

 We Suggest This Youtube. Thanks.     

 http://www.youtube.com/watch?v=bBdWEusinFc     

Photo androidiani.com     

Photo zam.it     

WWW.Fantastic Future Global   World    

Amazon Com.Public Company    

The Mammoth Store Online    

All Roads led to Amazon!    

Notes by    

Salvo Gagliardo    

   

Amazon com, ¬†la pi√Ļ grande Compagnia di Vendite on Line, Buy Commerce On line,¬† con sede a Seattle, ¬†√® stata fondata da Jeffe Bezos, oggi Chairman,¬† ¬†nel 1994 con il nome di Cadabra. Com. Nata come Book store, ha poi allargato la sua offerta con CD, Dvd, ElBook, Software, Videogames, mobili, cibo, giocattoli e altro. Oggi Amazon si √® espansa ¬†in Canada, Inghilterra, Germania, Giappone,Francia, Cina, Italia, Austria, India, sue strutture di supporto sono Alexa Internet, e Internet Movie Data Base.¬†¬†¬†¬†

Il book shop pi√Ļ famoso e ricco del mondo sostituiva cos√¨ la vecchia vendita per corrispondenza, un fiore all‚Äô occhiello nello sviluppo del commercio e delle sue strategie, ¬†adeguandola ad un mercato tecnologicamente molto ¬†pi√Ļ sofisticato. Amazon sta per Rio delle Amazzoni, una evocazione fantastica, tropicale e lussureggiante. Registrata nello Stato di Washington U.S. ha iniziato la sua fortunata attivit√† nel 1995. Il 15 Maggio del 1997, due anni dopo, l‚Äô azienda √® pronta ad entrare in Borsa, come AMZN. Amazon.Com ¬†√® cresciuta molto lentamente nell‚Äô Universo del World Wide Web, questa crescita lenta le ha permesso di sopravvivere al terremoto degli Anni Duemila, quando molte societ√† com. on line furono costrette a chiudere per fallimento. Da allora Amazon ha conosciuto una continua crescita e ha continuato ad espandersi nel Mercato Globalizzato. Nel 1999, Jeffe Bezos, l‚Äô uomo del Commercio Elettronico, √® stato chiamato dal Time Magazine, Uomo dell‚Äô Anno. Ogni strada porta a Roma e sembra che ogni contatto porti ad Amazon. Cosa che evidentemente ¬†premia le sue strategie e i suoi mega¬† progetti di business in Rete.¬†¬†¬†¬†

Beacon Hill,   a Seattle, è ancora  il cuore della sua attività globale. In Europa le sue sedi sono in Lussemburgo, Monaco di Baviera, Parigi, Dublino. E poi, Tokio e Pechino. Anche in Canada  Amazon ha cercato di espandersi, ma con varie  difficoltà dovute alla  legislazione canadese. Oggi Amazon. è nota anche per i suoi software con vari centri di sviluppo, in India,Irlanda, Regno Unito, Città del Capo e Romania.    

Nata come Book Store da  Amazon si  vende di tutto, con un gigantesca catalogo elettronico di vendite On Line, il vecchio sogno dei cataloghi di vendite per corrispondenza è stato del tutto reso obsoleto in un mondo già del XXI secolo. E Amazon si estende  alla Comunicazione,e tutti possono lasciare un parere o un commento su schede elettroniche,  si apre genialmente ai forum e ai network sociali, splendide strategie vincenti queste  oggi. Tutte le strade portano ad Amazon, come un tempo a Roma, quindi.    

Acquisto della Internet Movie Data Base, acquisto del Planet Al, acquisto di Jungle com. acquisto di Alexa Internet, tentativi nel mondo delle Aste, miglioramento dei servizi di vendite attraverso card speciali, Amazon √® anche¬† famosa per la vendita on line ¬†di Herry Potter e l‚Äô Ordine della Fenice, le sue strategie si sono sempre pi√Ļ sofisticate per avere sempre pi√Ļ clienti in un Mondo che diventa sempre pi√Ļ sensibile e in contatto no stop, nello spirito di una democrazia sempre pi√Ļ globalizzata dagli I Phone, gli I Pad, e i Palmari. Negli ultimi anni la compagnia si √® estesa nei film e nel turismo di massa.¬†¬†¬†¬†

Ma esiste  anche una attività di beneficenza e di aiuto. Nel  Settembre del 2011, Amazon.com  è stata presente alle manifestazioni seguite agli Attentati al World Trade Center, un vero attacco al cuore della globalizzazione, oltre che agli Stati Uniti, con una forte donazione alla Croce Rossa, nel 2004 è stata presente  alle Elezioni Presidenziali negli U.S. con l’ Amazon Honor  System, ha raccolto fondi per  lo  Tsunami  del 2004, e sempre  con l’ Honor System ha creato un fondo per la Croce Rossa Internazionale. Naturalmente non sono mancate le critiche e le polemiche al suo operato,  oltre che le accuse, ma per chi osserva l’ evolversi del Mondo con  una strana meraviglia, allora Amazon, come Facebook, come Microsoft e l’ Apple, cavalcano oggi  i tempi della globalizzazione letta attraverso l’ Intelligenza Artificiale e gli Algoritmi, e si prepara a sbarcare su Marte.    

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Maggio 2011.    

Photo solarfeeds.com                         

Photo listal.com    

 

   

     

La Guerra degli ElBook Reader    

The ElBook Reader’s  War    

Is The Book Dead?    

                     Quando il topo di biblioteca  diventa  mouse                                               

The Mouse comes out from the Library, and the rats  invade the EBooks Reader!    

Notes by    

Salvo Gagliardo    

  

 

¬†Amazon.com ha annunciato che ultimamente la vendita dei ¬†Digital Books ha superato la vendita del cartaceo. Una tendenza e trendy? Il mondo¬† va avanti e segna la strada al futuro. Solo pochi anni fa sembrava fantascienza che nel nostro zaino o nella nostra borsa potessimo portarci i romanzi o i racconti da noi amati. Personalmente io ho fatto‚Äô l‚Äô esperienza qualche anno fa quando con un piccolo LG che mi connetteva ad Internet potevo leggere i racconti di Edgar Allan Poe e immaginare¬† che una vasta biblioteca era contenuta in quel minuscolo dispositivo chiamato cellular phone. Sapevo degli sforzi fatti da alcuni siti specifici¬† nel digitalizzare l‚Äô intera produzione mondiale letteraria e di renderla disponibile ai fruitori anche gratuitamente., ma l‚Äô idea di leggere Moby Dick di Melville su uno Smart Phone era davvero magica. Lo Smarthphone √® un cellulare legato alla evoluzione dei palmari PDA. E il primo palmare √® stato messo in circolazione nel 1993 dalla Apple. Sorti¬† come notes book con funzioni anche di cellular phone, oggi la tecnologia mobile ha fatto passi davvero straordinari, e chiunque in qualsiasi posto pu√≤ connettersi a tutto e scaricarsi tutto. Questo principio ha mosso Amazon a creare oltre la soglia del Duemila, ¬†l‚Äô E Book Kindle, lettore eink con connettivit√† 3G. Il primo lettore della Globalizzazione che ha dato alla societ√† una marcia in pi√Ļ per sfondare nel mercato della libreria elettronica. Anche Barnes & Noble si sono lanciati oltre il ¬†Duemila sul mercato dell‚Äô ElBook, il Nook, anche a colori. Apple non √® stata a guardare,e lanciando l‚Äô I Pad, un tablet computer con funzionalit√† E Book Reader, ha annunciato la nascita di un suo¬† bookstore.Non √® cosa da trascurare, malgrado i nostalgici della carta¬† stampata, che i giganti della comunicazione mobile e di Internet si diano battaglia su un campo che era della grande editoria cartacea. Non significa questo di certo la morte del libro, ma significa molte altre cose in un futuro che avanza inesorabilmente¬† congiungendo strettamente e in modo interrelato¬† tecnologie e mondo. Ci√≤ √® davvero fantastico e quello che ci aspetta anche sul nobile ed antico campo della lettura √® gi√† fantascienza. Immaginate cosa si potr√† fare nel futuro! Una quantit√† di libri, immagini, filmati e¬† informazioni a portata di mano! Addio vecchio topo di biblioteca, sar√† sostituito da un topolino elettronico, da un mouse! L‚Äô 11 novembre 2010, la Hanvon cinese ha mostrato a Tokio il primo dispositivo di lettura a colori, l‚Äô eink Holdings. E‚Äô nato l‚Äô ElBook Reader con inchiostri a colori.¬†¬†¬†¬†

Scritto interamente da Salvo Gagliardo. Maggio 2011.         

We Suggest This YouTube. Thanks    

http://www.youtube.com/watch?v=AkaGCGTNVKI    

Photo gameifications.com    

        

gattinorvegesi.org      

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thanks   

   

 

Back Pages:         

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2573    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466      

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428      

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343      

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310       

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234       

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186        

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124        

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064      

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028        

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008        

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969        

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855       

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328       

 
 
 
 
 
 
 

My City. Where I live.   

Note di uno straniero a casa sua.   

Notes by a Stranger man in Home.   

Mondello Beach Fashion    and Les Tramvays de Palerme, Belge Societè Anonyme   

Mondello, antico ¬†borgo di pescatori a pochi chilometri da Palermo, separato dal fitto ¬†Parco della Favorita e dallo skyline del ¬†Monte del Pellegrino, nell‚Äô Ottocento lo si poteva raggiungere anche in carrozza, ma ¬†la vicinanza del mare e le lunghe distese di sabbia incolte ¬†ne avevano fatto un luogo insalubre e malarico, finch√® la genialit√† di alcuni imprenditori belgi, spinsero¬† Mondello a divenire una delle spiagge pi√Ļ note del Mediterraneo. Mondello non faceva pi√Ļ di 4000 abitanti quando la belga ¬†Les Tramvays de Palerme, Societ√® Anonyme, , a quel tempo impegnata nella costruzione della linea tranviaria della citt√†, Societ√† che aveva elettrificato Palermo, e Mondello fu la prima contrada a ricevere la luce elettrica, ¬†decise di valorizzare il territorio continuando ¬†l‚Äô opera di bonifica totale iniziata dal Comune della Capitale. Dai beni demaniali acquist√≤ nei primi anni del Novecento circa 300 ettari di terra. Cos√¨ bonificato, ¬†il luogo¬†¬† offriva alla vista ¬†¬†un meraviglioso golfo e una splendida spiaggia di¬† soffice rena dorata, e un mare altrettanto splendente ed azzurro. La Societ√† cos√¨ progett√≤ in quel sito a¬† pochi chilometri dalla citt√† con in mezzo il polmone verde della Favorita,¬† ex parco reale, una vera citt√† del ¬†gioco, del divertimento, dello sport e del mare, edific√≤ molte ville e progett√≤ la costruzione di un Kursaal, di una vera Chiesa o ¬†Cattedrale, ¬†¬†di uno Stabilimento balneare, di vari campi sportivi che spingevano in quel posto gli appassionati di tennis, di equitazione, di barche, di pallanuoto e di golf. Mondello divenne¬† cos√¨ uno splendido monumento tardo¬† Liberty dello Jugend stile nella citt√† di Federico II , con le sue numerose Ville Belle Epoque, ¬†che si possono ancora oggi ¬†ammirare protette dai giardini¬† in fiore¬† assieme ¬†¬†al vistoso Stabilimento.¬†¬†¬†

 Dei grandi progetti della Società questo è l’ unico che è stato realizzato a parte i numerosi villini che furono venduti abilmente sottocosto per popolare la regione ancora spopolata. E quella  fu l’ Era dei Florio, l’ unica grande famiglia imprenditoriale che l’ isola abbia mai espresso, e il Liberty era lo stile che li connaturava, in città esistono ancora  parecchie ville Florio nello  stesso stile e forma. L’ aristocrazia europea  faceva a gara per visitare la città dei Gattopardi, e i Florio davano banchetti nelle loro suntuose    dimore. Mondello  si andò così  popolando di quella borghesia media ed alta che stava rinnovando le strutture urbanistiche della città. Lo Stabilimento divenne simbolo ed icona di questa Era,  ma non solo, perché ancora oggi il fabbricato nella sua vistosità,  simboleggia  Mondello e  Lido, in tutto il mondo. E a guardarlo da fuori sembra proprio uscito da un film di  Luchino Visconti, impilato  nel mare con strutture in cemento armato, unico esempio fra i diversi stabilimenti balneari di Europa. E quella fu l’ era dei Bagni e della riscoperta del mare come luogo da trascorrervi l’estate. Lo Stabilimento di Mondello trovò così  in quelli coevi di Deauville, di  Scheveninger, di  Biarritz o di  Nizza, dei modelli con cui non sfigurare e primeggiare, ma anche in Italia.  a Venezia Lido,  Viareggio, Rimini,  Riccione o  Santa Margherita Ligure e  Sorrento.   

Continua……..   

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Maggio 2011.   

 Photo eahil.net  

 

 

Homage to 

By 

Salvo Gagliardo   

Robert Capa  

Un fotografo in guerra 

A Photographer at War 

June, 6,1944. D.Day. Landing in Normandy. A Day to remember. 

The Landing that Changed The Word 

The photographer Robert Capa  nasce a Budapest Ungheria. Born in Ungary, 1913. Muore durante un reportage di Guerra in Indocina. Died in the war in Indocina, 1954. 

We Suggest This You Tube. Thank You 

http://www.youtube.com/watch?v=S4qO7fquMyM 

Photo jonahprobell.com 

 
 

The Cities of FantastiKa  

Providence Rhode Island. U.S.America.1  

God’s merciful  Providence-Roger Williams  

I am Providence-H.P.Lovecraft.  

Notes by  

Salvo Gagliardo  

Photo local.realestatebook.com  

Photo herocomplex.latimes.com  

Providence √® la capitale del Rhode Island, che √® il 13¬į Stato, ¬†il pi√Ļ piccolo degli U.S.America. Providence city ¬†ha circa 174.000 abitanti, censimento al 2000,ed √® la seconda citt√† del New England dopo la citt√† di Boston, Massachusetts.Fondata nel XVII secolo,¬† da alcuni Puritani fuggiti dal Massachusetts e guidati dal rev. Roger Williams. Nel passato √® stata una citt√† industriale, famosa soprattutto per la lavorazione dell‚Äô argento e dei gioielli, ma oggi ha un primato come citt√† culturale e conta istituzione sanitarie e ospedali¬†¬†fra i pi√Ļ attrezzati d‚Äô America. Providence ¬†ospita ¬†¬†una delle Universit√† pi√Ļ note e pi√Ļ antiche degli Stati Uniti, la Brown University, uno degli orgogli del Rhode Island. Lo skyline della citt√† √® stato presente in alcuni Tv Serial, Providence¬† della NBC e in The O.C. della FOX. Dopo le esperienze delle due guerre mondiali, dal 1970 la citt√† ha conosciuto un vero risanamento urbanistico con diversi investimenti sia locali che federali, cos√¨ da acquistare in breve una nuova immagine, un suo ¬†nuovo look, in ¬†un ¬†periodo¬† della storia della citt√† identificato come Rinascimento. Providence R.I. assume ¬†cos√¨ oggi ¬†l‚Äô immagine di citt√† d‚Äôarte e di servizi, e conta oltre che note ¬†istituzioni educative, di certo una delle pi√Ļ prestigiose universit√† americane, vari musei, e ¬†diversi ospedali vanto della citt√† e dello Stato. Urbanisticamente¬†¬†¬† viene rivalutato il fiume su ¬†¬†cui √® sorta Providence,¬† le passeggiate sul ¬†lungo fiume, ¬†vengono creati ¬†il Water¬† Place¬† Park, e la Providence Place,¬† viene ¬†¬†costruita una grande ¬†pista per pattinaggio, vengono immesse nel fiume ¬†dal comune delle ¬†gondole che fanno di Providence,¬† la Venezia¬† d‚Äô America. Negli anni precedenti, ¬†Providence aveva conosciuto un forte calo demografico, ma successivamente la popolazione ha ripreso a crescere, anche grazie ad una continua immigrazione. ¬†La citt√† che ¬†ha dato i natali allo scrittore¬† cyberpunk ¬†Paul Di Filippo, ¬†e al romanziere Cormac Mc Carthy, ¬†ha anche ¬†dato i natali a Howard Phillips Lovecraft. ¬†¬†

  

Cos√¨ Providence, Rhode Island, merita anche qui¬† qualche nota sui rapporti che l‚Äô hanno legata al pi√Ļ singolare scrittore di letteratura fantastica di tutti¬† i tempi, H.P.Lovecraft.¬† Citt√† coloniale¬† e fluviale situata nella sponda ad oriente del fiume Providence,e nella Baia¬† di Narragansett,antica citt√† di marinai e balenieri, di negrieri e di¬† commercianti di alcool, ¬†ha ospitato Howard¬† Phillips Lovecraft per quasi tutta la sua breve esistenza, se non consideriamo i quattro anni trascorsi a New York city. Esattamente dal 1890 al 1937. Winflied Lovecraft, il padre di Howard non era nato nel New England, bens√¨, come tutti i Lovecraft, a Rochester nello Stato di New York dove era approdato un suo ¬†antenato con alcuni suoi parenti in un non lontano passato, esattamente nella prima met√† dell‚Äô Ottocento, immigrato dal Nothumberland, Inghilterra e proveniente dalla piccola nobilt√† terriera inglese. Scott Lovecraft diventato un agente, o meglio un commesso viaggiatore, della Gohram Silver Company di Providence,una famosissima fabbrica di argenti,¬† vi aveva conosciuto¬† Sarah¬†¬† Phillips una delle figlie di un facoltoso uomo d‚Äôaffari del Rhode Island, Wipple Van Buren ¬†Phillips che alla fine del XIX secolo si era fatta costruire la sua Villa ricca e spaziosa sul College Hill,¬† uno dei quartiere coloniali pi√Ļ antichi e prestigiosi della citt√†. Villa Phillips che oggi non esiste¬†¬†¬† pi√Ļ e che si trovava al numero 454 di Angell Street, √® rimasta indelebile nei ricordi e nei sogni dello scrittore . Neanche Wipple Van Buren ¬†era nato a Providence, bens√¨ a Green che da Providence dista poco, dove lo stesso Lovecraft possedette delle propriet√† ed un mulino, ma avendo ottenuto successo si era trasferito nella capitale del Rhode Island. Cos√¨ Howard Lovecraft veniva a possedere ¬†una buona quantit√† di sangue Yankee, i Phillips erano originari del Massuchessuts¬† e forse si erano trasferiti nel Rhode Island ai tempi del reverendo Rogers Williams. Il¬† suo esilio a New York durato quattro anni dal 1924 al 1926 quindi non ha una totale estraneit√† per questo figlio della provincia americana, a New York come a Rochester si trovano dei suoi lontani parenti. Dopo la liquidazione dei beni del nonno e l‚Äô abbandono della casa di Angell Street, Lovecraft ha quasi perso la sua identit√† tolto dal suo nido dove era cresciuto ed √® quasi diventato ramingo, cambiando spesso appartamenti e stanze d‚Äô affitto, ma a Providence non spostandosi dal suo antico e suggestivo ¬†quartiere coloniale. Ne troviamo tracce nei suoi racconti e nei suoi romanzi fantastici abbondanti richiami nelle sue lettere e nei suoi contatti epistolari. Sebbene vivesse¬† da sradicato, di Howard Phillips¬† Lovecraft si pot√© a ragione dire I ‚Äėm Providence che √® quello che sta scritto sulla sua¬† lapide al ¬†Swan Point Cimetery. Lovecraft a Providence ha abitato in mini appartamenti, al 598 di Angell Street quasi al confine con la Brown University, al 10,¬†Barnes Street, ¬†al 66¬†College Street. Sono tuti posti legati alla vecchio ed austero College Hill, in cui si possono ancora ammirare le case che i vecchi coloni e i notabili della citt√† si sono fatti costruire fin dal Settecento e per cui Lovecraft aveva una ¬†autentica adorazione. Chi ha letto The Case of Charles Dexter¬†¬† Ward sa di cosa parlo quando evoco Prospect Terrace, un parco sulla ¬†¬†Condon Street in alto del ¬†College Hill. Vi si trova la statua del fondatore della citt√† il reverendo Roger Williams che domina sullo splendido panorama e skyline di Providence, immortalata per sempre dalle pagine di Lovecraft che amava recarsi in quel posto al tramonto per godere dello splendido panorama. Ma anche la ¬†Federal Hill, un altro quartiere di Providence che √® stato affollato nei primi anni del XX secolo da immigrati italiani, e oggi del tutto cambiato nelle etnie presenti, cos√¨ da essere definita ¬†la little Italy¬† del New England, la si trova fra le pagine di HP. Lovecraft, come pagine di diario nel suo numero sterminato di lettere o nelle sue storie di horror sovrannaturale con il titolo di The Haunter of the Dark, un racconto dedicato a Robert Bloch. O The Shunned House , una ¬†storia scritta su una vera casa che attualmente si trova al 135 di Benefit Street, Casa Babbit come viene chiamata. Providence Rhode Island rivive nelle pagine dello scrittore, anche se trasformata dalla sua infinita fantasia e immaginazione, ci sono pagine molto belle che rendono omaggio ad una citt√† assai vicina all‚Äô universo e al mondo immaginato dall‚Äô altro grande scrittore del New England che fu Nathaniel Hawthorne, d’altronde Salem, Massachusetts e Providence Rhode Island vengono rivissute ¬†nell‚Äô Universo di H.P. Lovecraft, come Arkam, Boston, Salem, Providence, Pawtucket, Innsmauth, Marblehead, New England,<< Rhode Island and Providence Plantation>>!

Welcome to Providence R.I.  Mr. Howard P. Lovecraft, gentleman!    

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo  

Facebook in Fantastikalbi.it.

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. .    

Salvo Gagliardo F.B. Profile.    

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it    

 Salvo Gagliardo’s Last F.B. Notes   

link  

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/war-and-peace-on-the-spacemars-and-moon-expect-usthe-space-agencies-engaged/10150208682039417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/the-elbook-readers-waris-the-book-deadthe-mouse-comes-out-from-the-library/10150206287779417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/wwwfantastic-future-global-worldamazon-compublic-companythe-mammoth-store-online/10150205916964417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/homage-torobert-capaa-photographer-at-warjune-61944-dday-landing-in-normandy/10150198212904417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-hollywood-great-movie-great-directordavid-lean-doctor-zhivago/10150197445429417

 

Hollywood  Fiction 

  

   

theaudience.it   

     

   

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†¬†¬†¬†

The Albi di FantastiKa  is the  <<Layout>> with which I Salvo  Gagliardo  wrapped my long and varied production of short stories, novels and essays and projects related to the fantasy world, an Electronic Format in which you visitors and users can easily move , led by the rubrics that accompany the texts.

Here you will find much, by stories of Vampires , the Space Mysteries and  Fantasy, Horror stories and  other tales of mystery and scary with Aliens  and UFOs. Of course here You will also find, Science  Fiction Works and many scientific problems. But in the future I hope to enriche these pages with many info cards about varies  and  interesting themes and topics. But, as I said, this  is  in my future project. Thank You.

A Short Story

Un Sogno o Cosa?

by

Salvo Gagliardo

Mi trovavo in una¬† piccola borgata, c‚Äėerano¬† poche case, ma non c‚Äôera nessuno attorno. Era sera ma poteva anche essere notte, le stelle in cielo brillavano di una strana luce, e c‚Äôera una luna piccola, piena e molto luminosa, ogni tanto si copriva di ¬†qualche nuvola scura ma poco estesa. Io ero finito l√¨ senza sapere come. Mi ero avvicinato per ¬†una strada asfaltata ad una specie di spiazzo all‚Äô interno di alcune case, erano case piccole di qualche piano come ce ne sono nelle borgate della mia citt√†. E la borgata era circondata dalla campagna e dalla strada si potevano vedere le luci di Palermo ¬†in fondo. C‚Äôera attorno un silenzio quasi assoluto, interrotto ogni tanto dallo stormire di qualche cicala¬† estiva¬† o di qualche grillo e dall‚Äô abbaiare lontano di qualche cane. Lo spiazzo era largo con attorno frammenti di¬† marciapiedi, l‚Äô aria era quella calda di luglio, ed ogni tanto si levava del vento. Io mi sentivo attratto dalle luci che avevo visto da lontano, dalla strada, erano le luci delle case con le finestre e i balconi con le serrande abbassate, ma erano anche le luci delle lampade esterne, quelle che pendevano dai cavi elettrici in alto, lampade vecchie con i paraluce di metallo scuro a forma di disco. Erano quelle che mi attraevano di pi√Ļ perch√© mi parve che mandassero una strana luminosit√†, avvolte invitante. Ma avvolte anche incerta perch√© avevo l‚Äô impressione che la luce si riducesse e si rafforzasse in modo irregolare man mano che mi avvicinavo. Non c‚Äôera nessuno attorno, ma anche questa non era una sensazione completa perch√© sentivo che qualcuno mi stesse spiando nascosto da qualche parte. Ma questo stranamente non mi allarmava ma mi spingeva a procedere. Insomma provavo quelle sensazioni che si provano a guardare nei¬† vicoli bui delle citt√† o scarsamente illuminati, uno strano desiderio di avventura. La piccola¬† ¬†luna e le stelle erano sempre in alto, e pulsavano come non avevo mai visto. Era come se anche loro mi attirassero. Intanto le grosse e vecchie lampade oscillavano nei cavi smosse dal vento. Ero vicinissimo allo spiazzo¬† perimetrato ¬†dai muri dei piccoli fabbricati. La sensazione che qualcuno mi¬† stesse osservando si faceva sempre pi√Ļ intensa.¬† Qualcuno che forse si nascondeva fra le ombre di quella specie di cortile da periferia. Perch√© c‚Äôerano delle ombre che potevo vedere e che le luci delle grosse lampade non riuscivano a mettere in chiaro. C‚Äôera anche uno strano silenzio, quasi pauroso, il traffico delle auto scorreva pi√Ļ lontano sulla stradale. La gente restava chiusa nelle loro case a vedersi forse la Tv di cui si sentiva¬† ogni tanto il cicaleccio. In ogni caso mi sentivo solo, enormemente solo, solo sotto le stelle , la luna¬† e quelle lampade che si muovevano in alto, ma non era la sensazione esatta, perch√© sapevo che c‚Äôera qualcosa o qualcuno l√†. Infatti guardando fra le ombre¬† li vedevo, vedevo qualcosa che si muoveva come degli esseri. Poi li vidi chiaramente, erano dei bambini, o cos√¨ mi parve e mi meravigliai che a quell‚Äô ora si trovassero¬† dei bambini a giocare in quello spiazzo.¬† Ora li potevo vedere chiaramente, si erano dei bambini, si muovevano e sembrava che giocassero fra di loro con degli strani giocattoli e che non mi avessero ancora visto, bambini¬† piccoli, alcuni avevano¬† i capelli biondi, ma non c‚Äôerano¬† ¬†solo loro, perch√© c‚Äôerano ¬†anche altre creature che¬† alle prime avevo scambiato per bambini, erano piccoli anche loro, ma pi√Ļ che bambini mi sembravano dei nani dalla testa molto grande quasi sformata. Mi parve che avessero un ruolo di comando in quei giochi e che guidassero quelli che ero certo fossero dei bambini umani, due o tre di quelli voltarono le loro grandi teste verso di me come se mi avessero visto ma non c‚Äôera nessun allarme in loro, piuttosto mi fissavano con indifferenza e fu allora che mi accorsi dei loro strani occhi, occhi che¬†¬† non avevo¬† mai visto, occhi molto grandi e sporgenti e totalmente scuri o neri cos√¨ mi parve, mi ricordarono gli occhi degli insetti. Avevano colli e corpi ¬†sottili che muovevano a scatti, mi guardavano come potrebbero fare degli animali, dei rettili forse, con lo stesso¬† distacco. Questi mi parve che indossassero delle tute forse di un colore laminato, mentre i bambini indossavano degli abiti tradizionali ma con qualcosa di strano, come se fossero abiti di altri tempi. Fra i bambini c‚Äôerano anche delle bambine, alcune avevano i capelli biondi e si muovevano come se giocassero incuranti di me che stavo a qualche metro da loro e sembrava che tenessero molto ai comandi impartiti dalle altre creature che pi√Ļ che giocare con loro sembrava che li sorvegliassero. Ma i bambini non sembravano¬† impressionati dai loro strani compagni, anzi. Poi dalle ombre si materializzarono altre creature, erano simili a quelli dai grandi occhi ma di statura pi√Ļ alta. Anche loro si muovevano stranamente e a scatti. I bambini continuavano a giocare con degli strani giocattoli, erano degli oggetti strani per lo pi√Ļ luminosi, sfere, aste ed altro. Fui di nuovo osservato da alcune di quelle creature che per√≤ non si mossero verso di me, e ¬†se ne stettero¬† a guardarmi con quegli strani occhi. Le luci in alto intanto continuavano a mandare una strana luce che sommava il bianco giallo ad una coloritura azzurra, una sorta di nebbia bluastra che sembrava avvolgere tutto il ¬†cortile. Poi¬† mi parve che le luci si spegnessero o si riducessero, non riuscivo pi√Ļ a vederli. Era come¬† se le ombre si fossero espanse. Sentii un forte vento caldo o un enorme calore e vidi che sulle palazzine e sui fabbricati si stava alzando¬† qualcosa di molto luminoso, dapprima mi parve una sfera gigantesca, ma poi prese la forma di qualcosa, forse di un disco che circondato da quelle forte luci si alz√≤ velocissimo e scomparve nel cielo.

Dream or what?

I was in a small village, there were few houses, but there was nobody around. It was evening it might be night, the stars in the sky shone with a strange light, and there was a small moon, full and bright, sometimes dark cloud is covering some but not very extensive. I was over there without knowing how. I was approached by a road paved with a kind of clearing all ‚Äėinside of some houses, homes were smaller than some plane as there are in the suburbs of my city. And the village was surrounded by countryside and the street you could see the lights of Palermo at the bottom. There was almost no one around, interrupted occasionally by the rustle of some cicada summer or some cricket and from ‚Äėdistant barking of a dog. The space was large with round pieces of sidewalks, l ‚Äėair was that hot in July, and every time the wind rose. I was attracted by the lights I had seen from afar, from the road, were the lights of houses with balconies and windows with their shutters down, but they were the lights of lamps external, those that hung from electric wires at the top, old lamps dark metal with hood-shaped disc. Were those that attracted me more because I felt that would send a strange brightness, wrapped inviting. But sometimes also uncertain because I had the ‚Äėimpression that the light is reduced and strengthens its position in an irregular way as I approached. There was no one around, but this was not a complete feeling because I felt that someone watching them hidden somewhere. But strangely this did not alarm but urged me to proceed. In short, I felt those feelings that you try to look in dark alleys or poorly lit cities, a strange desire for adventure. The small moon and the stars were always on top, and throbbed as I had ever seen. It was as if they too attracted me. Meanwhile, the big, old lamps swung in the cables being moved by the wind. I was very close to the square bounded by the walls of small buildings. The feeling that someone was watching me was growing more intense. Someone who perhaps was hiding in the shadows of that sort of backyard suburbs. Because there were shadows that I could see and the lights of the big lamps could not make it clear. There was a strange silence, almost scary, the traffic of cars ran farther on the road. People remained locked in their homes to look at maybe the TV that you felt every time the chatter. In any case, I felt alone, dramatically, alone under the stars, the moon and the lights that were moving up, but he was not feeling exactly, because I knew there was something or someone there. Indeed watching the shadows I saw them, I saw something moving like beings. Then I saw them clearly, they were children, or so I thought and I was surprised that at that ‚Äėchildren are now playing in the yard. Now I could see clearly, had children, moved and looked like they were playing with one with their strange toys and that I had yet seen, young children, some had their hair blonde, but it was not only them, because there were other creatures that I had at first mistaken for children were small too, but more than children seemed very big-headed dwarfs almost shapeless. He seemed to have a role of leadership in those games and who led what was sure they were human children, two or three of those times their big heads at me as if I had seen but there was no alarm in their rather stared at me with indifference and that‚Äôs when I noticed their strange eyes, eyes that I had never seen, very large eyes and prominent blacks and totally dark or so I thought I remembered the eyes of insects. They had thin necks and bodies that moved in jerks, I watched as they could make the animals, reptiles, perhaps, with the same detachment. These seemed to me that perhaps wearing overalls of a color laminate, while the children wore traditional costume, but with something strange, as if they were clothes of other times. Among children there were also girls, some of them had blond hair and moved as if they were playing careless of me that I was a few feet from them and it seemed that they were much to the commands sent from the other creatures that rather than play with them it seemed that their supervisors. But the children did not seem impressed by their strange bedfellows, indeed. Then from the shadows materialized other creatures, were similar to those with large eyes but taller. They too were moving strangely and jerky. The children continued to play with strange toys, strange objects were mostly light, spheres, rods and more. I was again noted by some of those creatures but did not move toward me, and they sat looking at me with those strange eyes. Lights up while continues to send a strange white light that adds the yellow coloring to a blue, a kind of bluish haze that seemed to wrap around the courtyard. Then I thought that the lights went out or shrink, I could not see them. It was as if the shadows were expanded. I felt a strong hot wind or a huge heat and saw the buildings and on buildings was getting something very bright, at first seemed a gigantic ball, but then took the form of something, perhaps a disk surrounded by the strong lights rose very fast and disappeared into the sky.

 © 2008 Salvo Gagliardo production. All rights reserved

 

 

 

We Suggest Here

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise. The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

  

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

We Suggest This.

Previous Page  14 Link

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

 

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

 

      

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.14(Maj,14, 2011)

domenica, 15 maggio 2011

Welcome 2011

I Invite You to visiter my Previous Page 13

http://www.fantastikalbi.it/?p=2573

Thank You

Salvo

 

Dear User, Thanks for the visits and comments, these  are always welcome. I ad here  the future transformation of my site fantastikalbi.it. in its new format. I think it will be a very interactive site, which is open more to communication and contacts. There will be much richer and more complex pages, in the spirit of my current fantastic work. In  addition, other pages will provide the User  the ability to insert his works or otherwise, in various forms of collaboration. There are pages of information about my Universe , and especially about the advanced technologies related to communication, telephony and Artificial Intelligence. There will be an advertising space for those who want to use it, you can download articles, and my post of Albi di FantastiKa, , and a special  section will be dedicated  to HollyFiction, which I intended to Fiction, Cinema and TV word. This is what I think I realize  very soon, while even this 14  page is built in the spirit of my work. Thanks so much. Salvo Gagliardo.

 

I Salvo Gagliardo

Dear Visitors, Dear Users  and Subscribers, Thank you for visiting and keep visiting my web Fantastikalbi.it which currently has an average of 250 and 300 visits a day, 500 some  subscriptions. Thanks also for the many comments to my pages. Actually I’m thinking to present very soon a new format of  site, a different guise and easier to manage, but do not give to  simple image of this  and easy to see and to follow. I read that this way of presenting to you my work like and  get consensus, then  I continue on this road, but I going one step a bit more complex, which will allow even more to have a contact with you and share our impressions and our ideas, briefly, to have  a wide  platform for the community. So, I thank you again, and this number 13 of May  2011 you will find the articles of  my Facebook page, about  the films and the script, witch You can find  in my section of  Fantastikalbi.it HollyFiction, And I also added something other of my literary work, short stories and novels, that you will find  in the Albi di Fantastika. And now, good navigation, and thanks

 

I Robot, mr. ASIMO.  

 

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You 

 

 

High Tech, Artificial Intelligence, and a waterfall of dollars

I meet to you Marck Zuckerberg!

Mark Zuckerberg and Facebook

The Billonaire Boy

Notes by

Salvo Gagliardo.

‚ÄúI‚Äôm trying to make the world a more open place by helping people connect and share‚ÄĚ M.Z.

Democracy and  Communication. The Future.

Trovandomi da un p√≤ su Facebook, mi sembra giusto rendere Omaggio al padrone di casa. Mark Zuckerberg √® il geniale e giovane creatore di Facebook o The Facebook, o Facebook com. Nato in piccolo villaggio americano della Contea di Westchester, New York nel¬† maggio del 1984, from Jewish family, studente ad Harvard, Zuckerberg ha avuto la brillante idea vincente a soli 19 anni di collegare virtualmente vari college¬† universitari¬† e i loro studenti, esperto di informatica e trovando in diversi ragazzi suoi colleghi dei collaboratori, come Andrew McCollum e Edoardo Saverin,¬† in breve tutta la¬† Harvard University fu collegata al suo servizio on line che chiamo Facebook o The Facebook, dandogli il nome di una consuetudine universitaria, quella di pubblicare annualmente gli annuari con le foto di ogni studente, chiamato facebook. Una idea vincente che univa tecnologia avanzata e il bisogno di creare ¬†un sistema che mettesse in contatto quante pi√Ļ persone possibili. L‚Äô idea si estese velocemente nei campus e¬† aumentarono gli iscritti, Stanford University, Columbia University, Yale University, e poi la Boston University e il Boston College. Siamo nel febbraio del 2004 quando Zuckerberg e soci¬† lanciano¬† l‚Äô idea. La compagnia della neonata Facebook si trasferisce presto in California, Zuckerberg in testa, in una casa vicino la Stanford University, Palo Alto. Si aggiungono altri ragazzi alla compagnia del network pi√Ļ visitato del mondo.¬† Il Dominio viene registrato nell‚Äô agosto del 2005, e nel 2006 Facebook sbarca nelle Grandi Aziende e nel Mondo. Nel 2007 Facebook risulta uno dei 10 siti pi√Ļ visitati del pianeta. Ma sebbene ancora neonata¬† molte sono le sue traversie e del giovane brillante e spavaldo creatore, diverse cause legali per i diritti intentate da chi gli¬† contesta l‚Äô originalit√† dell‚Äô idea, o la lotta a Facebook fatta recentemente da diversi Paesi. Ma Facebook In, oggi √® una vera miniera d‚Äôoro, valutata nell‚Äô ordine di diversi miliardi di dollari, ha attirato a s√© molte partecipazioni, fra cui la Microsoft di Bill Gates, o del multimiliardario Goldman Sacks.¬† Facebook oggi √® il secondo sito del Web pi√Ļ visitato del mondo, al primo posto Google, che avvolte viene superato! Il megasito nato da una rete formidabile di website e di collegamenti conosce continuamente degli aggiornamenti e sempre pi√Ļ si arricchisce di strutture nuove, una Rete nella Rete, ecco Facebook com.

E Zuckerberg? Da studente di un college in breve tempo √® diventato uno dei ragazzi pi√Ļ ricchi del pianeta, raggiungendo quasi la fortuna di Bill Gates. Uno scrittore americano, Ben Mezrich ha scritto su di lui un libro molto di successo, Miliardari per caso,¬† nel 2009 e nel 2010 il regista David Fincher ne ha ricavato un film di successo¬† con l‚Äô attore Jesse Eisenberg nella parte di Zuckerberg. E nel 2010 √® circolato ¬†nel mondo un pupazzo di plastica, un piccolo¬† gadget al prezzo di 69 $ con le fattezze di Zuckerberg, ritirato presto dal mercato. Ma non √® tutto qui perch√© nel dicembre del 2010 Marck Zuckerberg ha avuto ¬†l‚Äô onore della copertina del Time.

Naturalmente essendo ormai una delle reti ¬†pi√Ļ pervasive e pi√Ļ penetrate nell‚Äô universo virtuale del pianeta, ha conosciuto e conosce i suoi ¬†avversari, alcune nazioni islamiche ne hanno impedito l‚Äô accesso ai loro Paesi, come il Pakistan,e anche la Cina ha avuto ed ha qualche problema con Facebook, ha chiuso anche lei le frontiere al grande network sociale. La potenza dilagante di un mezzo cos√¨ pervasivo fa paura alla Russia? Si legge anche questo.¬† Ma di sicuro va a merito di Zuckerberg l‚Äô avere creato uno strumento di democrazia formidabile, un megacervello collettivo che nello spirito della globalizzazione in atto e nello spirito di una super intelligenza artificiale in evoluzione permette a ciascuno di esprimersi, ci comunicare, di essere creativo nello spirito naturalmente della Rete che lo ha accolto nei suoi gangli pi√Ļ profondi.

 Totalmente scritto da Salvo Gagliardo Maggio 2011

 http://www.facebook.com/markzuckerberg

We Suggest This Youtube.Tanks

http://www.youtube.com/watch?v=lB95KLmpLR4

notebookitalia.it

 

 

torinotv.eu

Bill Gates. Computer and Democracy

When The Artificial Intelligence become an household  appliance

Your potential, our passion ¬†; Be What’s Next

William o Bill Gates è nato a Seattle 1955. Fondatore, assieme a Paul Allen  della Microsoft Corporation, born  in Albuquerque, New Mexico, 1975. Oggi produce Sistemi Operativi, Software, Editoria, Telefonia Mobile, Tv, Videogiochi, Lettori MP3. Lo stesso anno nasce la concorrente Apple Computer, fondata da Steve Job e Steve Wozniak. Di questa lotta fra i due colossi del Computer fin dagli albori, c’è il film Tv I pirati di Silicon Valley.  Pirates of Silicon Valley, Martyn Burke. 

Il film è del 1999 con Anthony Michael Hall nella parte di Bill Gates, e Noha Wyle nella parte di Steve Jobs. Il film narra di Jobs e Gate che negli anni Settanta crearono il PC.  Nessuno avrebbe pensato che presto avrebbe invaso le case di ogni famiglia e molti finanziatori avevano riso quando il giovane Bill e Steve avevano presentato un prototipo. Gli uomini sono sempre in ritardo rispetto al proprio futuro.

Film. Pirates Of Silicon Valley

We Suggest Thys You Tube.Thank You

http://www.youtube.com/watch?v=lEyrivrjAuU

     

gattinorvegesi.org   

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thanks

Back Pages:      

http://www.fantastikalbi.it/?p=2573

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064   

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008     

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969     

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855    

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328    

banner_galassia

 

Facebook in Fantastikalbi.it.

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. .    

Salvo Gagliardo F.B. Profile.    

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it    

 Salvo Gagliardo’s Last F.B. Notes   

link  

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/homage-torobert-capaa-photographer-at-warjune-61944-dday-landing-in-normandy/10150198212904417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-hollywood-great-movie-great-directordavid-lean-doctor-zhivago/10150197445429417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/the-cities-of-fantastikaprovidence-rhode-island-usamerica1i-am-providence-hplove/10150196350679417

 

 

Hollywood  Fiction 

  

   

theaudience.it   

     

   

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†¬†¬†¬†

 

The Albi di FantastiKa  is the  <<Layout>> with which I Salvo  Gagliardo  wrapped my long and varied production of short stories, novels and essays and projects related to the fantasy world, an Electronic Format in which you visitors and users can easily move , led by the rubrics that accompany the texts.

Here you will find much, by stories of Vampires , the Space Mysteries and  Fantasy, Horror stories and  other tales of mystery and scary with Aliens  and UFOs. Of course here You will also find, Science  Fiction Works and many scientific problems. But in the future I hope to enriche these pages with many info cards about varies  and  interesting themes and topics. But, as I said, this  is  in my future project. Thank You.

 

 

A Short Story

Un Sogno o Cosa?

by

Salvo Gagliardo

Mi trovavo in una¬† piccola borgata, c‚Äėerano¬† poche case, ma non c‚Äôera nessuno attorno. Era sera ma poteva anche essere notte, le stelle in cielo brillavano di una strana luce, e c‚Äôera una luna piccola, piena e molto luminosa, ogni tanto si copriva di ¬†qualche nuvola scura ma poco estesa. Io ero finito l√¨ senza sapere come. Mi ero avvicinato per ¬†una strada asfaltata ad una specie di spiazzo all‚Äô interno di alcune case, erano case piccole di qualche piano come ce ne sono nelle borgate della mia citt√†. E la borgata era circondata dalla campagna e dalla strada si potevano vedere le luci di Palermo ¬†in fondo. C‚Äôera attorno un silenzio quasi assoluto, interrotto ogni tanto dallo stormire di qualche cicala¬† estiva¬† o di qualche grillo e dall‚Äô abbaiare lontano di qualche cane. Lo spiazzo era largo con attorno frammenti di¬† marciapiedi, l‚Äô aria era quella calda di luglio, ed ogni tanto si levava del vento. Io mi sentivo attratto dalle luci che avevo visto da lontano, dalla strada, erano le luci delle case con le finestre e i balconi con le serrande abbassate, ma erano anche le luci delle lampade esterne, quelle che pendevano dai cavi elettrici in alto, lampade vecchie con i paraluce di metallo scuro a forma di disco. Erano quelle che mi attraevano di pi√Ļ perch√© mi parve che mandassero una strana luminosit√†, avvolte invitante. Ma avvolte anche incerta perch√© avevo l‚Äô impressione che la luce si riducesse e si rafforzasse in modo irregolare man mano che mi avvicinavo. Non c‚Äôera nessuno attorno, ma anche questa non era una sensazione completa perch√© sentivo che qualcuno mi stesse spiando nascosto da qualche parte. Ma questo stranamente non mi allarmava ma mi spingeva a procedere. Insomma provavo quelle sensazioni che si provano a guardare nei¬† vicoli bui delle citt√† o scarsamente illuminati, uno strano desiderio di avventura. La piccola¬† ¬†luna e le stelle erano sempre in alto, e pulsavano come non avevo mai visto. Era come se anche loro mi attirassero. Intanto le grosse e vecchie lampade oscillavano nei cavi smosse dal vento. Ero vicinissimo allo spiazzo¬† perimetrato ¬†dai muri dei piccoli fabbricati. La sensazione che qualcuno mi¬† stesse osservando si faceva sempre pi√Ļ intensa.¬† Qualcuno che forse si nascondeva fra le ombre di quella specie di cortile da periferia. Perch√© c‚Äôerano delle ombre che potevo vedere e che le luci delle grosse lampade non riuscivano a mettere in chiaro. C‚Äôera anche uno strano silenzio, quasi pauroso, il traffico delle auto scorreva pi√Ļ lontano sulla stradale. La gente restava chiusa nelle loro case a vedersi forse la Tv di cui si sentiva¬† ogni tanto il cicaleccio. In ogni caso mi sentivo solo, enormemente solo, solo sotto le stelle , la luna¬† e quelle lampade che si muovevano in alto, ma non era la sensazione esatta, perch√© sapevo che c‚Äôera qualcosa o qualcuno l√†. Infatti guardando fra le ombre¬† li vedevo, vedevo qualcosa che si muoveva come degli esseri. Poi li vidi chiaramente, erano dei bambini, o cos√¨ mi parve e mi meravigliai che a quell‚Äô ora si trovassero¬† dei bambini a giocare in quello spiazzo.¬† Ora li potevo vedere chiaramente, si erano dei bambini, si muovevano e sembrava che giocassero fra di loro con degli strani giocattoli e che non mi avessero ancora visto, bambini¬† piccoli, alcuni avevano¬† i capelli biondi, ma non c‚Äôerano¬† ¬†solo loro, perch√© c‚Äôerano ¬†anche altre creature che¬† alle prime avevo scambiato per bambini, erano piccoli anche loro, ma pi√Ļ che bambini mi sembravano dei nani dalla testa molto grande quasi sformata. Mi parve che avessero un ruolo di comando in quei giochi e che guidassero quelli che ero certo fossero dei bambini umani, due o tre di quelli voltarono le loro grandi teste verso di me come se mi avessero visto ma non c‚Äôera nessun allarme in loro, piuttosto mi fissavano con indifferenza e fu allora che mi accorsi dei loro strani occhi, occhi che¬†¬† non avevo¬† mai visto, occhi molto grandi e sporgenti e totalmente scuri o neri cos√¨ mi parve, mi ricordarono gli occhi degli insetti. Avevano colli e corpi ¬†sottili che muovevano a scatti, mi guardavano come potrebbero fare degli animali, dei rettili forse, con lo stesso¬† distacco. Questi mi parve che indossassero delle tute forse di un colore laminato, mentre i bambini indossavano degli abiti tradizionali ma con qualcosa di strano, come se fossero abiti di altri tempi. Fra i bambini c‚Äôerano anche delle bambine, alcune avevano i capelli biondi e si muovevano come se giocassero incuranti di me che stavo a qualche metro da loro e sembrava che tenessero molto ai comandi impartiti dalle altre creature che pi√Ļ che giocare con loro sembrava che li sorvegliassero. Ma i bambini non sembravano¬† impressionati dai loro strani compagni, anzi. Poi dalle ombre si materializzarono altre creature, erano simili a quelli dai grandi occhi ma di statura pi√Ļ alta. Anche loro si muovevano stranamente e a scatti. I bambini continuavano a giocare con degli strani giocattoli, erano degli oggetti strani per lo pi√Ļ luminosi, sfere, aste ed altro. Fui di nuovo osservato da alcune di quelle creature che per√≤ non si mossero verso di me, e ¬†se ne stettero¬† a guardarmi con quegli strani occhi. Le luci in alto intanto continuavano a mandare una strana luce che sommava il bianco giallo ad una coloritura azzurra, una sorta di nebbia bluastra che sembrava avvolgere tutto il ¬†cortile. Poi¬† mi parve che le luci si spegnessero o si riducessero, non riuscivo pi√Ļ a vederli. Era come¬† se le ombre si fossero espanse. Sentii un forte vento caldo o un enorme calore e vidi che sulle palazzine e sui fabbricati si stava alzando¬† qualcosa di molto luminoso, dapprima mi parve una sfera gigantesca, ma poi prese la forma di qualcosa, forse di un disco che circondato da quelle forte luci si alz√≤ velocissimo e scomparve nel cielo.

 

 

Dream or what?

I was in a small village, there were few houses, but there was nobody around. It was evening it might be night, the stars in the sky shone with a strange light, and there was a small moon, full and bright, sometimes dark cloud is covering some but not very extensive. I was over there without knowing how. I was approached by a road paved with a kind of clearing all ‘inside of some houses, homes were smaller than some plane as there are in the suburbs of my city. And the village was surrounded by countryside and the street you could see the lights of Palermo at the bottom. There was almost no one around, interrupted occasionally by the rustle of some cicada summer or some cricket and from ‘distant barking of a dog. The space was large with round pieces of sidewalks, l ‘air was that hot in July, and every time the wind rose. I was attracted by the lights I had seen from afar, from the road, were the lights of houses with balconies and windows with their shutters down, but they were the lights of lamps external, those that hung from electric wires at the top, old lamps dark metal with hood-shaped disc. Were those that attracted me more because I felt that would send a strange brightness, wrapped inviting. But sometimes also uncertain because I had the ‘impression that the light is reduced and strengthens its position in an irregular way as I approached. There was no one around, but this was not a complete feeling because I felt that someone watching them hidden somewhere. But strangely this did not alarm but urged me to proceed. In short, I felt those feelings that you try to look in dark alleys or poorly lit cities, a strange desire for adventure. The small moon and the stars were always on top, and throbbed as I had ever seen. It was as if they too attracted me. Meanwhile, the big, old lamps swung in the cables being moved by the wind. I was very close to the square bounded by the walls of small buildings. The feeling that someone was watching me was growing more intense. Someone who perhaps was hiding in the shadows of that sort of backyard suburbs. Because there were shadows that I could see and the lights of the big lamps could not make it clear. There was a strange silence, almost scary, the traffic of cars ran farther on the road. People remained locked in their homes to look at maybe the TV that you felt every time the chatter. In any case, I felt alone, dramatically, alone under the stars, the moon and the lights that were moving up, but he was not feeling exactly, because I knew there was something or someone there. Indeed watching the shadows I saw them, I saw something moving like beings. Then I saw them clearly, they were children, or so I thought and I was surprised that at that ‘children are now playing in the yard. Now I could see clearly, had children, moved and looked like they were playing with one with their strange toys and that I had yet seen, young children, some had their hair blonde, but it was not only them, because there were other creatures that I had at first mistaken for children were small too, but more than children seemed very big-headed dwarfs almost shapeless. He seemed to have a role of leadership in those games and who led what was sure they were human children, two or three of those times their big heads at me as if I had seen but there was no alarm in their rather stared at me with indifference and that’s when I noticed their strange eyes, eyes that I had never seen, very large eyes and prominent blacks and totally dark or so I thought I remembered the eyes of insects. They had thin necks and bodies that moved in jerks, I watched as they could make the animals, reptiles, perhaps, with the same detachment. These seemed to me that perhaps wearing overalls of a color laminate, while the children wore traditional costume, but with something strange, as if they were clothes of other times. Among children there were also girls, some of them had blond hair and moved as if they were playing careless of me that I was a few feet from them and it seemed that they were much to the commands sent from the other creatures that rather than play with them it seemed that their supervisors. But the children did not seem impressed by their strange bedfellows, indeed. Then from the shadows materialized other creatures, were similar to those with large eyes but taller. They too were moving strangely and jerky. The children continued to play with strange toys, strange objects were mostly light, spheres, rods and more. I was again noted by some of those creatures but did not move toward me, and they sat looking at me with those strange eyes. Lights up while continues to send a strange white light that adds the yellow coloring to a blue, a kind of bluish haze that seemed to wrap around the courtyard. Then I thought that the lights went out or shrink, I could not see them. It was as if the shadows were expanded. I felt a strong hot wind or a huge heat and saw the buildings and on buildings was getting something very bright, at first seemed a gigantic ball, but then took the form of something, perhaps a disk surrounded by the strong lights rose very fast and disappeared into the sky.

 © 2008 Salvo Gagliardo production. All rights reserved

 

 

Walt Disney.Photo  tutankemule.net

Zoologia di FantastiKa

A Fantastic Zoology

by

 Salvo Gagliardo

Serpenti di Mare, Draghi e altri Mostri.

‚ÄúNessie‚ÄĚ, Loch Ness, a¬† Terrible Monster

Note dedicate allo scrittore di fantastico e fantascienza Fritz Leiber.

 

 

Mari , fiumi e laghi nelle leggende hanno da sempre ospitato creature davvero mostruose, terribili, raccapriccianti, che avrebbero fatto la felicità di uno zoologo avventuroso uscito dalle pagine di Jules Verne. Forse un giorno un Darwin delle stranezze metterà le  cose a posto in questo regno della fantasie del terrore quasi fiabesco, ma avvolte la fantasia si rivela realtà sconcertante e allora si è costretti a rivedere le nostre tavole su cui abbiamo con ordinata e maniacale scientificità le nostre supposizione su quello che potrebbe essere avvenuto o non essere avvenuto nel passato della Terra, basta forse svoltare l’ angolo ed avventurarsi per qualche strada buia di campagna, lontano dal frastornante chiarore delle città. Cerchiamo di farlo anche noi.

 

Nella ¬†sua Storia Naturale della Norvegia, il Vescovo danese Pontoppidan aveva parlato nel¬† Settecento ¬†del terrificante ¬†Kraken, un mostro marino gigantesco e leggendario ma di difficile identificazione, ne aveva anche parlato Linneo nel suo Sistema Naturale, e¬† gli aveva assegnato il fantastico nome di¬† Macrocosmo, e sembra che presso¬† la spiaggia di Alstahaug si fosse arenata la carcassa di un suo mostruoso¬† esemplare. Pesce Granchio, Balena, Leviatano o Calamaro ¬†¬†gigante, il Kraken √® rimasto una leggenda a indicarci¬† che gli¬† abissi marini possono contenere l‚Äôinaspettato. Nell‚Äô Ottocento il poeta Tennyson gli aveva dedicato una poesia, Jules Verne lo fa rivivere nel suo fantastico romanzo Ventimila Leghe Sotto i Mari, Howard Phillips Lovecraft lo prende a protagonista di molte sue storie. Ma qui voglio parlarvi di un‚Äô altra meraviglia marina, o meglio lacustre, di Nessie, ossia del famoso e leggendario mostro di Loch Ness. Non siamo in pieno Atlantico n√© in pieno Pacifico, non ci sono piovre supercresciute che afferrano gli alberi maestri dei velieri o scaraventano in alto le loro lance, ma siamo nell‚Äô iperboreo lago scozzese di Loch Ness, una distesa di acqua dolce nel Great Glen, nelle Alte Terre della Scozia, a due passi da Inverness, la citt√† iperborea pi√Ļ a nord del Globo, e su uno sfondo delle ¬†terre celtiche di Merlino, ¬†siamo nell‚Äô antica Bretagna carica di mistero, magia e fantasy. Una terra dove nel Medio Evo i Draghi erano il simbolo del suo mistero e della sua potenza. Ma Nessie, come √® stato chiamato il mostro lacustre, √® emerso dagli abissi del lago solo di recente, esattamente nel 1933, anno in cui √® riapparso da un lontano passato ¬†¬†per impaurire o per incuriosire locali e villeggianti. Il 1933 √® l‚Äô anno in cui viene aperta una strada che costeggia il lago ed √® su questa strada che il 22 luglio di questo anno l‚Äô auto dei coniugi Spicer incrocia una strana creatura mostruosa che oscillando su un corpo gigantesco¬† si tuffa subito nel lago e scompare. Per risentirne parlare pubblicamente dobbiamo tornare al VI secolo dell‚Äô Era Cristiana, ossia quasi nell‚Äô era di Merlino e di Art√Ļ, e alla Vita di San Colombano quando il monaco scozzese respinge l‚Äô attacco forse di un drago con le corna uscito dall‚Äô¬† acqua per minacciare la vita di un contadino. Colombano affronta il mostro con il Crocefisso in mano come in un film dell‚Äô orrore,¬† e lo respinge in nome del Cristo. Sembra che la bestia abbia fatto dietrofront e si sia reimmersa nelle oscure acque del lago. Le apparizioni pi√Ļ recenti sono meno drammatiche e si limitano a qualche foto di dubbia certezza e a qualche testimonianza altrettanto incerta. Come la storia del giovane pilota di motoscafi John Cobb che durante una esibizione sul lago il suo Crusader prende improvvisamente fuoco, e i giovane muore fra le fiamme. Il Crusader era inciampato in qualcosa durante la sua corsa? Riemerge qui¬† il mito inglese di San Giorgio e il Drago. Sar√† il dottor Wilson a fare la prima foto a Nessie nel 1934, solo che pi√Ļ tardi ne ritratter√† l‚Äô autenticit√†, ma mander√†¬† ¬†nel mondo l‚Äô Icona che rester√† classica di un mostro assai simile ad uno dei plesiosauri che infestavano le acque durante il Giurassico, collo lungo, una cresta o gobba che fuoriesce, una piccola testa¬† canina o di foca, una¬† pelle lucida e scura, e pi√Ļ tardi anche delle pinne per spostarsi nell‚Äô acqua pi√Ļ¬† una coda di dimensioni rispettabili e cretacee. Con molte varianti il modello sar√† rispettato nei vari avvistamenti successivi. Ormai Nessie √® il protagonista dei giornali, ma c‚Äô√® chi sospetta che l‚Äô Ente Turismo della regione debba saperne qualcosa di questa storia, sta di fatto che nasce un vero Ufficio per lo studio e la ricerca, che vengono organizzati scandagli e perlustrazioni, ma di Nessie nulla, sembra che rifiuti la pubblicit√† e che preferisca lei scegliere il momento giusto per entrare in scena. Il mistero permane ancora oggi, e Nessie si fa vedere ogni tanto, con il lungo collo, la piccola testa e le pinne e il dorso che emergono. Su di lei sono sorte delle vere e proprie leggende dal sapore scientifico, si parla di un Dinosauro sopravvissuto alla distruzione di circa 50 milioni di anni fa, si vocifera che nel lago che in alcuni punti raggiunge il centinaio di metri di profondit√† si occultino delle caverne che portano al mare aperto, avvolte i sonar segnalano grandi masse in movimento nel fondo, ma tutto √® ancora vago e molto fantastico, nessuna certezza di un Mondo Perduto nelle Terre Iperboree del Freddo Nord, ma la speranza che un giorno Nessie decida di mostrarsi in tutta la sua assurda e sublime stranezza dimostrando che il Regno dell‚Äô Impossibile e del Magico esiste e che siamo noi resi ottusi dalle nostre cieche certezze a non vederlo. Grazie,e¬† di ¬†nuovo Buona Pasqua. salvo.

 Interamente scritto da Salvo Gagliardo. Aprile 2011.

We Suggest Here

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise. The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

  

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

      

      

 

 

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.13(May ,20, 2011)

martedì, 3 maggio 2011
 
Photo nydailynews.com
 
 
Io. Salvo Gagliardo
 

Gentili Visitatori e Gentili Utenti e Sottoscrittori, Grazie per avere visitato e continuare a visitare il mio sito di fantastikalbi.it che attualmente conta in media circa 250 e¬† 300 visite al giorno, ¬†e ha cieca 500 sottoscrizioni. Grazie anche per i numerosi commenti alle mie pagine. Attualmente sto pensando di presentare molto presto¬† un¬† nuovo format del sito, una veste diversa¬† e pi√Ļ facile da gestire, ma non rinunciando all‚Äô immagine semplice e facile da vedere e seguire. Leggo che questo modo di presentare a Voi il mio lavoro ottiene consensi e piace, allora continuer√≤ su questa strada, passando ad un gradino un poco pi√Ļ complesso, che permetter√† ¬†ancora di pi√Ļ di avere con Voi un contatto e scambiarci le nostre impressioni e le nostre idee, di avere insomma una piattaforma di Comunicazione pi√Ļ ampia. Intanto Vi ringrazio di nuovo, e i questo numero 13 del 2011 Voi troverete gli articoli che ho postato nelle mie pagine Facebook e che riguardano i cinema e le sceneggiature e che io ho inserito nella Sezione¬†¬† del mio fantastikalbi.it¬† chiamata HollyFiction, inoltre ho aggiunto qualcosa di altro della mia produzione letteraria, racconti e romanzi che potrete trovare ne Gli Albi di FantastiKa. E ora buona navigazione, e grazie. salvo.¬†¬†¬†

   

    

I.Salvo Gagliardo   

Dear Visitors, Dear Users ¬†and Subscribers, Thank you for visiting and keep visiting my web Fantastikalbi.it which currently has an average of 250 and 300 visits a day, 500 some ¬†subscriptions. Thanks also for the many comments to my pages. Actually I’m thinking to present very soon a new format of ¬†site, a different guise and easier to manage, but do not give to ¬†simple image of this ¬†and easy to see and to follow. I read that this way of presenting to you my work like and ¬†get consensus, then ¬†I continue on this road, but I going one step a bit more complex, which will allow even more to have a contact with you and share our impressions and our ideas, briefly, to have ¬†a wide ¬†platform for the community. So, I thank you again, and this number 13 of May ¬†2011 you will find the articles of ¬†my Facebook page, about ¬†the films and the script, witch You can find ¬†in my section of¬† Fantastikalbi.it HollyFiction, And I also added something other of my literary work, short stories and novels, that you will find ¬†in the Albi di Fantastika. And now, good navigation, and thanks. Salvo..¬†¬†¬†

2011.Welcome    

We Suggest This Video. Thank You     

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A     

Fantastikalbi.it and,  I  Salvo Gagliardo  Fantastic Literature Writer     

Page 2011, n.13   

    

   

walldesk.net   

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo9 sono entrato¬† in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho¬† postato¬† pi√Ļ di 350 note e in cui ho¬† pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.¬†¬†¬†

     

gattinorvegesi.org   

     

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo.     

     

Back Pages:      

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064   

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028     

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008     

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969     

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855    

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328    

Previous Page. My Birthday and Easter Holidays 2011.   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466   

   

 

Gli Albi di FantastiKa  è il << Layout >> con cui io  Salvo Gagliardo, ho  racchiuso la mia lunga  e varia produzione di racconti, romanzi e saggi  e progetti legati al  Mondo Fantastico, un Electronic  Format  in cui Tu visitatore e utente  potrai  muoverti  facilmente ,  guidato dalle Rubriche che accompagnano i testi.     

Qui, negli Albi potrai trovare molto, da storie  di Vampiri, ai Misteri  Spaziali, al Fantasy, all’ Horror a altri racconti inquietanti e di mistero con Alieni ed UFO, e non  mancherà qui  la Fantascienza con i problemi  scientifici che pone. Ma con il tempo  e sempre conto di arricchire le pagine di schede introduttive varie e interessanti sui singoli temi  ed argomenti. Tutto ciò fa parte dei miei progetti  futuri.     

    

banner_galassia   

    

We Suggest This Youtube Video. In Memory of Stanley Kubrick   

http://www.youtube.com/watch?v=dG4Eomr8O7c   

Facebook in Fantastikalbi.it.    

Da pi√Ļ di un anno Io lavoro sul Global Social Network Facebook,¬† e qui ho prodotto pi√Ļ di 30 note intorno al mio universo di letteratura fantastica e di fiction. Per questo io qui fornisco a Voi¬† qualche link per visitare la mia Bacheca e il mio Lavoro.¬†¬†¬†¬†

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. .    

Salvo Gagliardo F.B. Profile.    

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it    

Some Salvo Gagliardo’s F.B. Notes   

link  

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/hollyfiction-brilliant-comedies-in-hollywoodmeet-joe-black1wen-a-businessman-and/10150187033079417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/high-tech-artificial-intelligence-and-a-waterfall-of-dollarsmark-zuckerberg-and-/10150185668339417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/hollywood-fictionthe-conversation-1-harry-caul-story-wen-god-hears-usfrancis-for/10150185050899417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/fantastic-men-in-hollywoodspiderman-superman-batmanspider-manwhen-spider-bite-gi/10150184361559417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-moviescodice-d-onorea-few-good-mendivision-corps-god-and-country/10150182987469417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/women-in-war-hollywood-fictioncathryn-bigelow-first-director-woman-oscar/10150183588389417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/history-and-moviesfrancis-ford-coppola-1filmmakers-the-new-generation/10150182245679417

 

    

High Tech, Artificial Intelligence, and a waterfall of dollars

I meet to you Marck Zuckerberg!

Mark Zuckerberg and Facebook

The Billonaire Boy

Notes by

Salvo Gagliardo.

‚ÄúI’m trying to make the world a more open place by helping people connect and share‚ÄĚ M.Z.

Democracy and  Communication. The Future.

Trovandomi da un p√≤ su Facebook, mi sembra giusto rendere Omaggio al padrone di casa. Mark Zuckerberg √® il geniale e giovane creatore di Facebook o The Facebook, o Facebook com. Nato in piccolo villaggio americano della Contea di Westchester, New York nel¬† maggio del 1984, from Jewish family, studente ad Harvard, Zuckerberg ha avuto la brillante idea vincente a soli 19 anni di collegare virtualmente vari college¬† universitari¬† e i loro studenti, esperto di informatica e trovando in diversi ragazzi suoi colleghi dei collaboratori, come Andrew McCollum e Edoardo Saverin,¬† in breve tutta la¬† Harvard University fu collegata al suo servizio on line che chiamo Facebook o The Facebook, dandogli il nome di una consuetudine universitaria, quella di pubblicare annualmente gli annuari con le foto di ogni studente, chiamato facebook. Una idea vincente che univa tecnologia avanzata e il bisogno di creare ¬†un sistema che mettesse in contatto quante pi√Ļ persone possibili. L‚Äô idea si estese velocemente nei campus e¬† aumentarono gli iscritti, Stanford University, Columbia University, Yale University, e poi la Boston University e il Boston College. Siamo nel febbraio del 2004 quando Zuckerberg e soci¬† lanciano¬† l‚Äô idea. La compagnia della neonata Facebook si trasferisce presto in California, Zuckerberg in testa, in una casa vicino la Stanford University, Palo Alto. Si aggiungono altri ragazzi alla compagnia del network pi√Ļ visitato del mondo.¬† Il Dominio viene registrato nell‚Äô agosto del 2005, e nel 2006 Facebook sbarca nelle Grandi Aziende e nel Mondo. Nel 2007 Facebook risulta uno dei 10 siti pi√Ļ visitati del pianeta. Ma sebbene ancora neonata¬† molte sono le sue traversie e del giovane brillante e spavaldo creatore, diverse cause legali per i diritti intentate da chi gli¬† contesta l‚Äô originalit√† dell‚Äô idea, o la lotta a Facebook fatta recentemente da diversi Paesi. Ma Facebook In, oggi √® una vera miniera d‚Äôoro, valutata nell‚Äô ordine di diversi miliardi di dollari, ha attirato a s√© molte partecipazioni, fra cui la Microsoft di Bill Gates, o del multimiliardario Goldman Sacks.¬† Facebook oggi √® il secondo sito del Web pi√Ļ visitato del mondo, al primo posto Google, che avvolte viene superato! Il megasito nato da una rete formidabile di website e di collegamenti conosce continuamente degli aggiornamenti e sempre pi√Ļ si arricchisce di strutture nuove, una Rete nella Rete, ecco Facebook com.

E Zuckerberg? Da studente di un college in breve tempo √® diventato uno dei ragazzi pi√Ļ ricchi del pianeta, raggiungendo quasi la fortuna di Bill Gates. Uno scrittore americano, Ben Mezrich ha scritto su di lui un libro molto di successo, Miliardari per caso,¬† nel 2009 e nel 2010 il regista David Fincher ne ha ricavato un film di successo¬† con l‚Äô attore Jesse Eisenberg nella parte di Zuckerberg. E nel 2010 √® circolato ¬†nel mondo un pupazzo di plastica, un piccolo¬† gadget al prezzo di 69 $ con le fattezze di Zuckerberg, ritirato presto dal mercato. Ma non √® tutto qui perch√© nel dicembre del 2010 Marck Zuckerberg ha avuto ¬†l‚Äô onore della copertina del Time.

Naturalmente essendo ormai una delle reti ¬†pi√Ļ pervasive e pi√Ļ penetrate nell‚Äô universo virtuale del pianeta, ha conosciuto e conosce i suoi ¬†avversari, alcune nazioni islamiche ne hanno impedito l‚Äô accesso ai loro Paesi, come il Pakistan,e anche la Cina ha avuto ed ha qualche problema con Facebook, ha chiuso anche lei le frontiere al grande network sociale. La potenza dilagante di un mezzo cos√¨ pervasivo fa paura alla Russia? Si legge anche questo.¬† Ma di sicuro va a merito di Zuckerberg l‚Äô avere creato uno strumento di democrazia formidabile, un megacervello collettivo che nello spirito della globalizzazione in atto e nello spirito di una super intelligenza artificiale in evoluzione permette a ciascuno di esprimersi, ci comunicare, di essere creativo nello spirito naturalmente della Rete che lo ha accolto nei suoi gangli pi√Ļ profondi.

 Totalmente scritto da Salvo Gagliardo Maggio 2011

 http://www.facebook.com/markzuckerberg

We Suggest This Youtube.Tanks

http://www.youtube.com/watch?v=lB95KLmpLR4

notebookitalia.it

    

Hollywood  Fiction     

We Suggest This YouTube.Thanks   

    

   

theaudience.it   

Io Salvo Gagliardo ¬†vi ¬†presento la sezione del mio website che ho chiamato ¬†‚Äú Hollywood Fiction‚ÄĚ ¬†in omaggio alla pi√Ļ grande struttura di fiction cinematografiche del mondo. Qui tu puoi trovare molto che riguarda film e sceneggiature, e altri miei progetti sempre legati al mondo delle fiction. Questa parte √®¬† ancora ¬†da completare ed in via di allestimento. Ma nel futuro io penso di fare trovare a Voi qualcosa di simile ad una scuola di scrittura creativa. Grazie. salvo.¬†¬†¬†¬†

     

   

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†¬†¬†¬†

     

      

Photo webcode.altervista.org  

 Francis Ford Coppola   

    

Filmmakers. The New Generation.    

Notes by    

Salvo Gagliardo    

Una firma DOC nel panorama della produzione cinematografica americana, legato generazionalmente ai tre grandi della sua era, Spielberg, Milius e ¬†Lucas. Nato a Detroit, 1939, Figlio di immigrati italiani, il padre era jazzista e orchestrale ¬†a Detroit e la madre era la figlia di un gestore di una sala cinematografica di¬† Brooklyn. August il fratello professore di letteratura √® stato il padre dell‚Äô attore e produttore Nicolas Cage nipote del regista, una sorella ha intrapreso la carriera di attrice. Quindi arte e spettacolo nel suo sangue. ¬†Una poliomielite¬† nell‚Äô adolescenza lo aveva costretto a stare in casa a lungo¬† e a dedicarsi alla sua passione per il teatro di marionette. Ma presto pass√≤ alla cinepresa a passo ridotto. Scuola all‚Äô UCLA, University of California, Los Angeles,negli anni sessanta comincia a collaborare con il regista Roger Corman, e a scrivere sceneggiature, mestiere¬† che gli dar√† presto un Oscar come migliore sceneggiatura per Patton generale d‚Äô acciaio¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ¬†con George Scott.Ma √® la serie Il Padrino The Godphather a dargli la notoriet√† come regista, i film erano l‚Äô adattamento cinematografico dell‚Äô omonimo romanzo di ¬†Mario Puzzo. Fu un successo che gli diede due Oscar per¬† la regia. Il Festival di Cannes lo premi√≤ per La Conversazione, The Conversation, l‚Äô interessante film sule paranoie di Gene Hackman. Uomo di spettacolo molto abile e fortunato si trasforma in Produttore di alcuni film altrettanto fortunati ¬†di George Lucas, come American Graffiti, poi ¬†decide di affrontare filmicamente l‚Äô opera del romanziere Joseph ¬†Conrad Cuore di Tenebre. Un lavoro di trasposizione davvero geniale ambientato in Vietnam, allora l‚Äô America era uscita da poco dalla¬† disastrosa¬†¬† guerra nelle giungle vietnamite. Un lavoro duro che conobbe molte traversie, oltre una certa diffidenza da parte della Difesa Americana. Ma che port√≤ nel 1979 all‚Äô uscita nelle sale cinematografiche di Apocalypse Now. Le complicazioni del set e le diverse avventure di Coppola e della troupe, sono state narrate nel documentario¬† Viaggio all‚Äô Inferno, Hearts of Darkness: A Filmmaker’s Apocalypse, di Eleanor Coppola, la moglie. Il bel film, una storia di guerra e di avventura con una evidente simbologia quasi sacra sulla follia di un colonnello americano impazzito nelle giungle, mise insieme attori e atmosfere di quegli anni post Hippie e Contestazione Giovanile, da Dennis Hopper,¬† al giovane Harrison Ford, a Martin Sheen nel capitano Willard, a Robert Duval nella parte del colonnello Bill, e infine al colonnello Kurtz, Marlon Brando, una splendida figura di ufficiale alienato che finisce per credersi a farsi passare per un dio della giungla. Coppola assieme al suo esperto della fotografia, l‚Äô italiano Storaro appaiono nel film come operatori televisivi. Uno splendido lavoro generazionale che marca il carattere politico dei film di Coppola e la sua attenzione al Potere. Molto ci sarebbe da scrivere su Apocalypse, ma il testo di Conrad fu sempre presente nell‚Äô immaginazione e nelle riflessioni del regista talch√© a suo dire lo portava sempre con s√© nel difficile si gira in zone¬† di guerra e assai pericolose. Marlon Brando non pi√Ļ quello di Fronte del Porto era gi√† stato consacrato a ottimo attore nelle vesti del boss Don Vito Corleone. Martin Sheen appare credibile nella parte di un ufficiale che compie questo viaggio quasi mitico per uccidere il colonnello dell‚Äô esercito americano impazzito e arroccato con alcuni sui seguaci nel cuore delle giungle. Riflessioni sul potere e sulla guerra, sulla follia e l‚Äô insania, ma Coppola genialmente ci mostra i retroscena di una guerra che si combatte per la prima volta davanti alle cineprese e alle Tv, una mistificazione forse, ma di certo molto eloquente, il dramma antico e il sacrificio del toro mitraico qui si sposa al grand guignol e alle grottesche contraddizioni e contorsioni di una realt√† deformata da un conflitto ai limiti della follia, anche l‚Äô altro genio del cinema Stanley Kubrick avrebbe dedicato un uso film a questo drammatico e cupo capitolo della storia americana e del mondo.¬†¬†¬†¬†

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Aprile 2011.    

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518    

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=350    

We Suggest This Youtube video. Thanks.    

http://www.youtube.com/watch?v=vrhRsZ56b4g    

    

  

Photo nydailynews.com   

The Conversation    

La Conversazione   

Harry Caul story. Wen God Hears Us   

Francis Ford Coppola Director.1974   

With:   

Gene Hackman, Harrison Ford e Robert Duval    

Notes  

by 

Salvo Gagliardo    

Questa è la storia di Harry Caul, Gene Hackman, e questo è un film giovanile di Francis Ford  Coppola che  dimostra già la sua grande maestria di filmmaker. Un film che sembrerebbe  tutto americano per l’intreccio labirintco, ma che mostra chiaramente forti influssi della scuola europea nel ritmo, nelle inquadrature, nella psicologia tormentata del personaggio principale,  e ricorda in qualche modo il cinema di Orson Welles, qui si è parlato di Michelangelo Antonioni, e si è parlato di Hermann Hesse de Il Lupo della Steppa. In realtà,  Coppola ha saputo fare propria qui la scuola di un certo cinema degli anni sessanta e settanta, un cinema ancora legato a vecchie strutture nella sceneggiatura e nei dialoghi ben fatti  e torniti. Gli Anni Ottanta e Novanta cambieranno il cinema americano enormemente.   

Il tema  sono i  frammenti di conversazione che Caul riesce ad intercettare nel suo lavoro di detective da una coppia che passeggia nel centro di una metropoli americana  e che alla fine si riveleranno illuminanti.   

Harry Caul l’ anonimo abitante di una grande  città è un alienato dsl  suo lavoro, Caul svolge da anni con maniacale impegno e con una professionalità che tende alla perfezione e all’ ossessione, il lavoro di detective privato, spiando  a pagamento la vita degli altri e soprattutto registrandone ogni respiro e ogni conversazione. Caul è un profondo conoscitore dei vari marchingegni che sono gli strumenti di mestiere  del suo  lavoro, ma soprattutto di vistosi registratori a nastro.   

Un giorno un industriale di un certo potere lo ingaggia per pedinare una donna e registrarne le conversazioni con l‚Äô uomo con cui si ¬†incontra. Un lavoro che gli risulter√† fatale e lo condurr√† dentro un labirinto e verso la paranoia pi√Ļ totale. Noi siamo abituati a trame del genere, come non pensare a Jake Gittes¬† il detective di Chinatown di Polanski! Ma qui siamo a livelli un po‚Äô diversi, Gittes √® un personaggio estroso ed istrionesco che karmicamente finisce nelle trappole de suo lavoro, Caul, al secolo Gene Hackman, √® invece un ¬†introverso, cattolico e con un forte senso di colpa, ¬†i suoi casi avvolte si risolvono in delitti efferati e da bambino ha ucciso involontariamente un parente con un pugno. Noi qui ci aspettiamo una spy thriller ¬†fiction ¬†a sfondo ¬†politico, una sorta di cospiracy, invece vediamo trattarsi di un comune tradimento coniugale, ma con una soluzione a sorpresa ¬†che lascia da pensare, l‚Äô industriale, Robert Duval ¬†, √® una figura potente e la sua uccisone forse non coinvolge soltanto una coppia fedifraga ed ¬†extraconiugale.¬†¬†¬†

1972, l‚ÄôAmerica √® scossa e sconvolta dallo Scandalo Watergate. Un impeachment di alta politica che port√≤ alle dimissioni del Presidente degli Stati Uniti, il repubblicano Richard Nixon. ¬†Si era parlato di spionaggio alla Casa Bianca e di coinvolgimento della FBI e dei Servizi di Sicurezza del Presidente, si era parlato di spionaggio quasi paranoico esploso dentro le mura della pi√Ļ prestigiosa sede governativa ed amministrativa della Terra. Coppola da buon regista dai temi politici e sociali, qui sembra emblemizzarne la vicenda. Caul √® affetto dalla stessa malattia che affligge ¬†il Paese nei suoi vertici ¬†pi√Ļ alti?¬†¬†¬†

Gene Hackman ritoccato con grosse lenti da intellettuale anni sessanta,  da uno che usa il cervello e non i pugni,  offre qui la sua grande abilità mimetica e di attore versatile  che gli conosciamo, la sua recitazione è splendidamente guidata da Francis  Coppola, ben  caratterizzato nel suo impermeabile trasparente, a mezza gamba. Nel film vediamo un giovanissimo Harrison Ford e un Robert Duval ancora giovane che rivedremo assieme in Apocalypse Now. Ford qui è un cattivo forse implicato nell’ assassinio del suo capo. Ma il centro di tutto è lui, Harry Caul entrato in una storia che contraddice ogni sua intenzione professionale, ossia di  distacco e di  indifferenza verso il materiale su cui sta lavorando. Non possiamo qui non pensare alla scuola di Alfred Hitchcock.   

We Suggest This YouTube.Thanks   

http://www.youtube.com/watch?v=vrhRsZ56b4g   

    

Photo cinemagnolie.blogspot.com  

    Women  in War 

Cathryn Bigelow.   

First  director woman Oscar.  

Note  

By  

Salvo Gagliardo  

Californiana, della generazione del 1951, nata a San Carlos, regista cinematografica, sceneggiatrice e produttore,laurea alla Columba’s Film School, ha debuttato con un film ambientato fra i motociclisti degli anni Cinquanta, interessata alle avanguardie, la Bigelow si sposta negli anni Ottanta ad Hollywood, e mette a segno vari film intensi di horror e di thriller action. Molto attiva dagli anni Novanta, sposa il regista e sceneggiatore James Cameron  con cui  scrive e dirige un film di thriller science fiction, Strange Days nel  1996. Con Oliver Stone coproduce e realizza altri suoi film. Il film di guerra K-19, con Harrison Ford e Liam Neesson, ambientato in  un sommergibile  russo, la porta nel 2010 a realizzare un altro film di guerra The Hurt Locker  ambientato in Iraq, a cui verrà assegnato l’ Oscar per la migliore sceneggiatura e la migliore regia. Cathryn Bigelow sarà così la prima donna regista a ricevere l’ Oscar.  

The Hurt Locker √® un bel film di Guerra e di azione, ottime le inquadrature e l‚Äô uso della camera, si vede che Bigelow √® brava nel reportage documentario, ma √® anche brava nella sceneggiatura e nei dialoghi. Il film consiste in una serie di episodi che vedono i soldati americani all‚Äôopera in Iraq, e soprattutto riguarda un gruppo di artificieri il cui compito √® disinnescare le bombe nascoste. I personaggi sono ben ¬†caratterizzati, soprattutto il sergente James che sostituisce un altro artificiere morto in una azione. Gli Iracheni sono tutti dall‚Äô altra parte, a parte un bambino che fa amicizia con un soldato americano. Manca un qualsiasi approfondimento sulle motivazioni della guerra, ma la regista sa invece molto bene muovere i suoi giovani soldati in azioni ad alto rischio e in scene a cui siamo abituati fin dai Western. Le ultime scene sono pi√Ļ umane e i personaggi si interrogano sul senso del loro lavoro in quella regione e sulla guerra. Il film ha un ottimo ritmo ed √® piacevole a seguirsi.¬† La Bigelow anche qui si rivela ottima nelle scene d‚Äô azione come in diversi film precedenti. Jeremy Renner ¬†nel ruolo ¬†del sergente James √® abbastanza bravo e ben caratterizzato. Il film dal punto di vista tecnico merita un esame approfondito e utilizza bene le risorse del fim americano d‚Äôazione del passato.¬†¬†

We Suggest This Video YouTube. Thanks.  

http://www.youtube.com/watch?v=e-DPBOTlSWk  

 

 

gallery.tipiace.it

 

Tom Cruise. The Top Gun and  The American Boy

Il Ragazzo d’ America e Una firma da un  miliardo  di dollari

Notes by

Salvo Gagliardo

 

Tom Cruise nasce a Syracuse, New York State nel 1962,¬† con un cognome molto ¬†diverso e strano, si chiama in origine Thomas Cruise Maphoter IV, che sa di antico faraone egiziano, , ed √® figlio, con altre tre sorelle, ¬†di una insegnante di ginnastica e di un ingegniere elettronico. In lui, scorre sangue di antichi immigrati europei, inglesi , tedeschi e gallesi. ¬†La sua giovane carriera¬†¬† nel Wrestling, sebbene affetto da dislessia, ¬†fu spezzata da un incidente al tendine, ¬†che lo port√≤ nel teatro a recitare una parte in Bulli e Pupe. Vita diversa ¬†condotta a Louisville nel Kentucky e ad Ottawa nell‚Äô Ontario, a Cincinnati e a Glen Ridge nel ¬†New Jersey. Tom prende ¬†il nome di Cruise e ¬†lascia la famiglia per tentare la fortuna a New York. Qui il futuro generation actor X, e il futuro eroe di guerra e ufficiale di marina di Top Gun, vive di piccoli lavori ma si ostina a voler sfondare nel teatro e nel cinema. E dopo aver sbarcato il lunario nella Grande Mela, Cruise ¬†Maphoter IV approda a Los Angeles, la citt√† degli angeli e di Hollywood. E‚Äô il regista italiano Zeffirelli a dargli una piccola ¬†parte nel film Amore senza fine. Ma presto a Los Angeles, ¬†Tom vede la sua immagine su ¬†¬†una nota rivista per gay, allora molla tutto e se ne torna a¬† Geln Ridge nel New Jersey. Intanto ottiene una parte in Taps, Squilli di rivolta. La nota Paula Wagner diventa il suo agente artistico e la sua socia, scopritore di talenti e commediografa Paula √® un nome di prestigio ¬†a Broadway e nel 1993 assieme a Cruise fonder√† la Cruise Wagner Productions. Tom ¬†lavora ¬†con Francis Ford Coppola ne ¬†I ragazzi della 56a strada,The Outsiders, e in Risky Business ottiene la sua prima parte da protagonista. Interpreta il ruolo di Jack, nel fantasy ¬†Legend di Ridley Scott, e giunge l‚Äô ora di Top Gun ¬†di Tony Scott, che lo render√† famoso ruolo ¬†del tenente di marina Marevik, ¬†nasce cos√¨ un mito, Tom Cruise ¬†diventa un golden ¬†boy, e il suo cachet va alle stelle. Poi Cruise fa coppia con ¬†un mito di Hollywood, e con Paul Newman partecipa al film Il colore dei soldi ¬†The Color of Money di Martin Scorsese, un sequel del film cult Lo Spaccone,The Hustler, ¬†dove Newman appare come un ¬†attempato signore. Ed ¬†√® la volta di ¬†un altro mito, ¬†Dustin Hoffman in Ray Man nella parte di Charlie Babbit. Siamo nel 1990 e Cruise interpreta il ruolo ¬†di Ron Covic, un reduce della guerra in Vietnam, in ¬†Nato il 4 luglio, di Oliver Stone, Golden Globe e Nomination all‚Äô Oscar. Giunge ¬†l‚Äô incontro con Nicole Kidman in Giorni di Tuono, nasce cos√¨ ¬†una delle coppie pi√Ļ note e discusse nel mondo del cinema. Il matrimonio che viene celebrato alla vigilia del Natale del 1999, con rito scientologico, ¬†dura 10 anni. Il successo di Tom e della sua ¬†Casa di Produzione, sono inarrestabili, e cos√¨ di Paula Wagner. Cruise √® cos√¨ entrato nell‚Äô Universo Religioso ¬†della Scientology, un universo caro ad Hollywood, e vi figurano alcune grandi ¬†stelle, la pi√Ļ nota ¬†√® John Travolta. Mission Ipossible, Il Socio, The Firm, assieme ¬†a Gene Hackman,Interwiev with the Vampire, ¬†Intervista con il vampiro, assieme¬† a Brad Pitt, che presto sar√† l‚Äô erede di James Dean nella beat generation anni novanta. Nicole Kidman e Tom Cruise suggellano l‚Äô ultimo capolavoro del grande filmaker Stanley Kubrick, Eyes Wide Shut, tratto da un romanzo di Arthur Schnitzler, ¬†dove interpreta il dottor William Harford. Nel 2000 inizia il suo sodalizio fortunato con l‚Äô altro golden boy d‚Äô America, il fortunato regista Steven Spielberg, e Cruise ¬†interpreta la parte del detective Anderton in Minority ¬†Report e di Ray Ferrier ¬†in The War of the Worlds. Poi eccolo ¬†nella parte del colonnello ¬†della Wermacht Claus ¬†Von Stauffenberg che il 20 luglio del 1944 a¬†¬†¬† aveva attentato alla vita di Adolph Hitler, nel film Operazione Walkiria, Walkyrie¬† di Bryan Singer, uscito nel Natle del 2008 in ¬†U.S.America. Cruise appare ¬†¬†un Von Stauffenberg assai criticato soprattutto in Germania, , forse poco tedesco o non molto tedesco, e ha fatto pensare il fatto che un americano ¬†interpretasse un eroe mitico della Germania nazista. Attualmente Tom ¬†Cruise √® sposato a Katie Holmes dopo esserlo stato con ¬†l‚Äô attrice Penelope Cruz e la sua missione per la Scientology √® oggi molto attiva, procurandogli anche ¬†qualche piccolo ¬†problema. Tom Cruise si √® cos√¨ ¬†rivelato un attore e un produttore che va oltre la sua presentabilit√† di bello del cinema. Le sue scelte, infatti, ¬†hanno dimostrato una particolare abilit√† e sensibilit√†, che lo hanno cos√¨ fatto diventare un uomo d‚Äôoro dell‚Äô industria cinematografica.

 http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

L’ 8 Maggio 2008, per festeggiare  il 25 anno di carriera viene messo On Line l’ Official  Tom Cruise Web Site .

http://www.tomcruise.com/            

 

 

 ivid.it

 Codice d’ Onore

A Few Good Men

Reparto, Corpo, Dio, Patria!

Division, Corps, God and  Country!   

Notes

by

Salvo Gagliardo  

 

Rob Reiner Director.1992

Se è vero che un  buon film è come un buon vino, allora questo  sicuramente è un buon vino che mostra le capacità altamente professionali degli scriptwriters e dei registi americani. Prodotto nel 1992, si tratta di una legal fiction o meglio di una legal military fiction, o anche legal drama a cui il cinema americano ci ha da sempre abituati. E mi richiama subito alla mente  una serie televisiva americana  di qualche anno dopo, J.A.G. Avvocati in divisa, dove J.A.G. sta per  Judge Avocate General, con il bravo David James Elliott e di cui questo film sembra un episodio.

La storia è questa. Presso la Base Militare di Guantanamo, a Cuba in un reparto degli U.S. Marine Corps, un  soldato viene trovato ucciso e la colpa ricade su altri due marines che hanno eseguito su di lui il codice rosso,  una sorta di procedura segreta applicata a coloro che non rispettano la disciplina militare, o si dimostrano incapaci o vigliacchi o non all’ altezza. Il tema centrale del film sembra proprio questo, e naturalmente quello dell’ onore e del disonore. Codice segreto che trasformerebbe i soldati americani  in una specie di nazisti. La U.S. Navy affida la difesa a tre avvocati di cui due sono giovani e belli, si tratta del tenente  della U.S. Navy Daniel Kaffee, Tom  Cruise, e . del capitano di corvetta JohAnne Galloway, Demi Moore .

Kaffee √® un giovane belloccio e gi√† un avvocato di successo sebbene eserciti da solo un anno, con la passione per il baseball,¬† la sua caratterista sta nel fatto che non ha quasi mai calcato un‚Äô aula di tribunale, perch√© √® un noto ¬†avvocato del patteggiamento. Si tratterebbe quindi di mettere d‚Äôaccordo le parti e uscirsene al pi√Ļ presto. Ma la storia non sembra andare in questo modo. La morte del soldato Santiago, un marines ispanico e di colore, comincia a mostrare ¬†alcuni lati oscuri che impegneranno la fiction fino alla sua risoluzione finale. E dallo sfondo di un mondo di caserma dominato da una rigida disciplina, e sotto il tiro ¬†dei cecchini che stanno dall‚Äô altra parte del muro di rete metallica, si staglia il colonnello Nathan Jessep esempio estremo di questa mentalit√†, arrogante e sarcastico, e fin dall‚Äô inizio sembra chiaro che sia lui il mandante di quell‚Äô assassinio. A questo punto nella fiction comincia a prevalere il tema della cospiracy, Non √® un caso che sia stato scelto Daniel Kaffee come avvocato della difesa. E‚Äô chiaro che la morte di Santiago √® ¬†una rogna per le autorit√† militari e che si vuole coprire un alto ufficiale in grado e nascondere l‚Äô applicazione ¬†di un codice rosso disumano. Entra in scena Demi Moore, ¬†ufficiale ¬†e avvocato bello e convincente che sosterr√† l‚Äô attivit√† di Kaffee e cercher√† di farlo emergere ¬†¬†¬†dal ruolo superficiale ¬†di giovane avvocato uscito di fresco dalle Universit√† americane, belloccio, un po‚Äô cinico, ma ancora alquanto immaturo. Volendo,la ¬†Galloway incarna qui ¬†l‚Äô animus di Kaffee e gli ricorda il mitico coraggio del padre, anche lui militare. E naturalmente introduce il tema del conflitto sessuale. La vicenda tra alti e bassi si muove verso il suo culmine, tra la Base di Guantanamo, ¬†e i Palazzi ¬†del Tribunale militare a Washington D.C. La sede della testa dell‚Äô Aquila americana. Bob Reiner riesce bene a tenere separate ¬†ed ¬†evidenziate le due mentalit√†, quella strettamente militare, dura, fanatica, avvolte crudele e maschilista, qui evidenziata dal fatto che sia anche una donna a difendere i due ragazzi incriminati, rappresentata dal colonnello degli ¬†Stati Uniti, ¬†Nathan Jessep e dai suoi uomini, un universo dove Patria, Onore, Dio hanno un loro senso, e l‚Äô Universo pi√Ļ libero e scettico ¬†del giovane avvocato della U.S. Navy in divisa, rispettoso della legge e dei diritti. Due mondi a confronto, il mondo della guerra e quello della pace. Jack ¬†Nicholson anche qui mostra allo spettatore ¬†la sua grande¬† maschera di attore istrionesco che gli conosciamo, nei suoi scontri con i due giovani avvocati belli e dal volto pulito, in cui la logica militare innanzi tutto, che dimostra ¬†che gli U.S. sono Paese ¬†militar commerciale. La fiction si conclude ¬†con la condanna di questa mentalit√†, quando nell‚Äô ultima parte la pi√Ļ intensa i due avvocati riusciranno a portare alla sbarra il colonnello ¬†del Corpo dei Marines Nathan Jessep, e a farlo incriminare, i due soldati accusati di assassinio, ¬†verranno condannati ad una pena lieve ma disonorati per sempre ¬†dall‚Äô esercito, e torna di nuovo qui, ¬†il tema dell‚Äô Onore e Disonore, ¬†e gli strani e grotteschi aspetti che esso assume nel nostro mondo. Kaffee ¬†ritrova il coraggio del padre e dopo una solenne ubriacatura in cui tutto sembra naufragare, affronta il mastino militare e la sua ¬†ottusa ma funzionale mentalit√†, per distruggerla. Una nota curiosa. Codice d‚Äô Onore √® anche un decalogo della Scientologia a cui Tom Cruise appartiene da anni.

We suggest This YouTube. Thanks

 http://www.youtube.com/watch?v=ePo91pMcu94

Photo animeroom…

Brilliant Comedies in Hollywood

Meet Joe Black

Vi Presento Joe Black

Quando un uomo d’ affari e di potere incontra la Morte

Wen a Businessman and a Powerfullman  meets The Dead

Notes

By

Salvo Gagliardo

Un buon film è come un buon vino. Ecco Vi una brillante commedia nata negli studi di Hollywood, ben scritta e ben  rappresentata dal regista   M.Brest. In cui vediamo la splendida performance di Anthony Hopkins nelle vesti, a cui siamo abituati, di un attempato ma ancora potente uomo d’ affari americano, e un giovane e alquanto spaesato Brad Pitt, in quelle di un anonimo Mr. Joe Black che altro non è che la Morte. La signora morte, qui nelle vesti di un giovane biondo e belloccio e magnificamente vestito, che visita un vecchio giunto all’ ora estrema è un tema abbastanza diffuso nelle diverse drammaturgie dello spettacolo e letterarie, ma qui il regista e lo sceneggiatore hanno costruito una gustosa ed elegante commedia, avvolte troppo lunga e dolciastra, che approfondisce senza troppo caricarla la psicologia di William Parrish, il personaggio principale della storia messo di fronte all’ inevitabile ora della fine.  

Sono trascorsi molti anni da quando il regista svedese Ingmar Bergman ci ha regalato quel bel film che è Il Settimo Sigillo, in cui il tema della Morte e del Cavaliere viene sviluppato splendidamente in una scenografia del tutto diversa da questa, ma qui il dramma si fa commedia, una commedia dolce e amara con molte sfumature rimaste magistralmente non spiegate. Il tema dello Straniero in visita sulla Terra è alquanto diffuso nella filmografia e qui uno per tutti Star Man di Carpenter con Jeff Bridges e Karen Allen. Ma questa commedia ha un sapore del tutto originale e nuovo, e la sua atmosfera sfumata e incerta  aggiunge qualcosa a questo sapore. L’ opera di Brest sarebbe il remake di un film apparso nel 1934, e un adattamento filmico della fortunata  commedia di un scrittore italiano e toscano, Alberto Casella dell’ Era fascista. Buona la performance di Claire Forlani, Susan Parrish.

Photo cinetv.info

 

Soggetto

William Parrish, detto Bill, è un fortunato uomo d’ affari di 65 anni. Ha una splendida casa ed una splendida famiglia, è un uomo ricco e stimato, giunto all’ apice del successo e del potere. In  famiglia è amato  e i soci in affari lo rispettano e lo temono,  e ci si aspetta a celebrare il suo 65 compleanno.

Intanto come storia secondaria, la figlia Susan Parrish incontra casualmente per strada un giovane e se ne innamora, ma il giovane subito dopo viene investito da un auto e muore.

E torniamo nella splendida casa del vecchio che si accinge a celebrare il suo genetliaco circondato dalla famiglia e a capo di una Società d’ Affari molto ricca e potente, e che fa gola a molti. Parrish è alla fine e vi sono alcuni segnali ad indicarlo, ma alla sua porta si presenta durante una ricca  cena un giovane anonimo ma misterioso a cui viene dato il generico nome di Joe Black. Joe è un bel ragazzo che però si presenta subito come la signora Morte venuta a prendere il vecchio  alla fine, sembra proprio un tema caro alla drammaturgia di  Ingmar Bergman!  

Ma Mr Black, il ragazzo della Morte, non è lì solo per segnare la fine di una generazione, il tema di fondo è chiaro, il rinnovamento generazionale e rituale, ma è lì anche per conoscere l’ Universo di Mr. Parrish, il suo Universo mentale e sentimentale. Le nuove generazioni si interrogano sulle vecchie e i figli sui padri, prima di sostituirle.  Sembra che Black non voglia andare via senza conoscere bene il suo protetto. Questo è un lato interessante della storia perché ci permette di conoscere il mondo di Mr. William detto Bill.

Ma c’è anche una sorpresa sconvolgente, Black non è altro che il ragazzo che Susan ha incontrato casualmente  in un locale e di cui si è subito innamorata. O almeno quello è il corpo che la Morte ha preso per visitare l’ Universo di Parrish. Un particolare non indifferente visto che presto Susan incontrerà Black a casa del padre a cui Black si è legato strettamente da non mollarlo mai.

We Suggest This Video YouTube. Thanks.

http://www.youtube.com/watch?v=JIqVGBYcYJo

 We Suggest Here

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise.The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

  

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

 We Suggest Previous Page

Fantastikalbi in Facebook n.13

http://www.fantastikalbi.it/?p=1777

  

 

 

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.12(April,20 ,2011)

sabato, 23 aprile 2011

ilcricetogoloso.blogspot.com

 Happy Easter and Joyeuses PAques

from ” fantastikalbi.it” & Albi di FantastiKa

Dear Visitors and Readers

From¬† the Comments that You ¬†sent to my site “fantastikalbi.it” I must think my ¬†site is expanding, thanks for this, but ¬†¬†personally I did ¬†not expect ¬†this, although I ¬†¬†¬†having worked hard for this, ¬†as you can see.

In these Easter holidays I take the opportunity to do his best wishes to you, and I hope to improve my proposals and my articles and pages. As you can read in my profile, I am a writer of fiction and fantasy literature and my project is to make known my job and work  that lasts for many years, since the eighties about this kind of proposition, but that has accumulated in previous years with several other works,  and different in culture.

The ‚Äú fantastikalbi.it‚ÄĚ ¬†is just my first try ¬†to enter the web, personally¬† I am not ¬†very satisfied with some aspects of the my ¬†format and ¬†my layout, which I hope in future to revise ¬†or change, and so offer other possibilities to Contacts ¬†and Communication. Meanwhile, You can ¬†continue to send your comments in the special area and I will try to respond to some of which also ¬†directly ¬†by e Mail with my addresses here. I hope in future to make better ¬†this aspect of the ¬†my site and to open ¬†a conversation with you is more interesting for you and me. Meanwhile I wish you again a Happy Easter and happy reading. Thanks. Salvo ¬†Gagliardo

Gentili Visitatori e Lettori

Dai ¬†Commenti che inviate al mio sito ‚Äú fantastikalbi.it‚ÄĚ ¬†debbo pensare che il mio sito si sta espandendo, grazie per questo, personalmente non lo prevedevo sebbene io ci abbia lavorato molto come potete vedere. In queste festivit√† pasquali colgo l‚Äô occasione di fare a Voi ¬†gli Auguri, e spero di migliorare le mie proposte e i miei articoli. Come Voi potete leggere nel mio profilo, sono uno scrittore di letteratura fantastica e fiction, e il mio progetto √® quello di fare conoscere il mio Lavoro che dura da molti anni, fin dagli anni Ottanta riguardo a questo tipo di impegno, ma che √® maturato negli anni precedenti con vari altri lavori, diversi nel campo della cultura. Il sito ¬†‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ ¬†√® solo il mio primo tentativo di entrare nel Web, personalmente non sono molto soddisfatto di alcuni aspetti del format e del layout, che spero nel futuro di migliorare o di cambiare, e di offrire altre possibilit√† ai Confatti e alla Comunicazione. Intanto potete ¬†continuare a mandare i Vostri ¬†commenti nel‚Äô apposito spazio ed Io cercher√≤ ad alcuni di rispondere anche direttamente tramite eMail di cui fornisco nel sito ¬†gli indirizzi. Spero nel futuro di migliorare questo aspetto del io lavoro, e di aprire con Voi contatti pi√Ļ interessanti sia per Voi che per me. Intanto vi auguro di nuovo una Buona Pasqua e buona lettura. Grazie. Salvo Gagliardo. ¬†

2011.Welcome 

We Suggest This Video. Thank You  

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A  

Fantastikalbi.it and,  I  Salvo Gagliardo  Fantastic Literature Writer  

 

walldesk.net

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo9 sono entrato¬† in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho¬† postato¬† pi√Ļ di 350 note e in cui ho¬† pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo.  

gattinorvegesi.org

 

Back Pages:   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008  

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969  

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855 

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328 

Previous Page. My Berthday

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428

 banner_galassia

 

Gli Albi di FantastiKa  è il << Layout >> con cui io  Salvo Gagliardo, ho  racchiuso la mia lunga  e varia produzione di racconti, romanzi e saggi  e progetti legati al  Mondo Fantastico, un Electronic  Format  in cui Tu visitatore e utente  potrai  muoverti  facilmente ,  guidato dalle Rubriche che accompagnano i testi.  

Qui, negli Albi potrai trovare molto, da storie  di Vampiri, ai Misteri  Spaziali, al Fantasy, all’ Horror a altri racconti inquietanti e di mistero con Alieni ed UFO, e non  mancherà qui  la Fantascienza con i problemi  scientifici che pone. Ma con il tempo  e sempre conto di arricchire le pagine di schede introduttive varie e interessanti sui singoli temi  ed argomenti. Tutto ciò fa parte dei miei progetti  futuri.  

 

viennawien.net

We Suggest This Youtube Video. In Memory of Stanley Kubrick

http://www.youtube.com/watch?v=dG4Eomr8O7c

Facebook in Fantastikalbi.it. 

Da pi√Ļ di un anno Io lavoro sul Global Social Network Facebook,¬† e qui ho prodotto pi√Ļ di 30 note intorno al mio universo di letteratura fantastica e di fiction. Per questo io qui fornisco a Voi¬† qualche link per visitare la mia Bacheca e il mio Lavoro.¬†

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. . 

Salvo Gagliardo F.B. Profile. 

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it 

Some Salvo Gagliardo’s F.B. Notes

link

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/io-salvo-gagliardo-scrittore-di-fantasticohappy-easter-and-joyeuses-p%C3%A2ques-to-al/10150177293584417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-fashion-made-in-italygiorgio-armani-spa-the-kingcreativity-industry-and-ma/10150176672869417

 

  

theaudience.it

Hollywood  Fiction  

by Salvo Gagliardo

Io Salvo Gagliardo ¬†vi ¬†presento la sezione del mio website che ho chiamato ¬†‚Äú Hollywood Fiction‚ÄĚ ¬†in omaggio alla pi√Ļ grande struttura di fiction cinematografiche del mondo. Qui tu puoi trovare molto che riguarda film e sceneggiature, e altri miei progetti sempre legati al mondo delle fiction. Questa parte √®¬† ancora ¬†da completare ed in via di allestimento. Ma nel futuro io penso di fare trovare a Voi qualcosa di simile ad una scuola di scrittura creativa. Grazie. salvo.¬†

We Suggest Thi Youtube Video.Thanks

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†

 

 

hotelgermania.net

  

Luna Park in the World

Notes by Salvo Gagliardo.

 

Il Luna Park affascina e incanta i bambini, le sue luci, gli impianti elettrici, le meraviglie che esso contiene incantano e ci trascinano, una giornata, nelle giostre, nei parchi divertimento, nei tirassegno, o nelle ruote panoramiche, nei tunnel dell’ orrore, o negli autoscontri, resta nella memoria. E’ chiaro che i Luna Park nascono con le fiere, le vecchie fiere medievali e comunali, ma oggi sono delle vere macchine delle meraviglie del tutto avveniristiche, dotate di impianti elettrici, di strutture di sicurezza oggi elettroniche, e sempre meno meccaniche. Questo è ciò che gli dà fascino, per certi versi si avvicinano ai vecchi automi, alle giostre automatiche, a quei meccanismi del Settecento costruiti  da abili artigiani o ingegneri del giocattolo, e i Luna Park sono dei veri giocattoli meccanici, elettrici ed elettronici. Visto che  mi sono occupato nei post precedenti di bambole e di robot, mi è parso   giusto ora evocare il fascino di questa fiera organizzata di giocattoli giganti,e  tutto è gigante nei Luna Park. Dai cavalli delle giostre, alle ruote panoramiche, ai pagliacci che stanno alle porte di meraviglie.

La storia ha inizio con Coney  Island  e con il 1895, quando nella penisola di Coney Island, ad est di Manhattan fu inaugurato il primo Parco Giochi chiamato Luna da cui poi Luna  Park. Parchi Giochi, Parchi divertimenti, isole incantate per bambini ed adulti, oggi diventati Disneyland e altro.

L‚Äô elettricit√† regna sovrana in questi super giocattoli elettrici, immaginate i primi anni del Novecento quando ¬†l‚Äô elettrizzazione del pianeta era solo ¬†agli inizi. Curiosamente il Luna Park nasce come un fantastico veicolo ¬†spaziale, A trip¬† to Moon un Viaggio sulla luna. Luna era il nome della sorella di Elmer Dundy il creatore del parco di Coney Island. Dal primo Luna Park ¬†nella penisola di New York sono nati quello di Pittsburgh Pennsylvania,di ¬†Cleveland Ohio, Melbourne e Sidney Australia, il Luna Park permanente di Roma, il Lun Eur, quello di Tel Aviv Israele, ¬†Teheran Turchia, Amburgo Germania. Ma √®¬† la¬† Ruota panoramica,¬† simbolo ed Icona di un Luna Park che si rispetti. Tutti identificano il Wiener Prater o Wurstel Prater con la Rienserad ¬†e con Vienna.¬† Inizialmente capolavoro di ingegneria meccanica, oggi la pi√Ļ alta Ruota ¬†√® quella di Singapore Flyer Giappone, alta 165 metri. Ma la futura sar√† quella di ¬†Pechino Cina ,di ¬†Berlino 175 metri, di Dubai 185 metri. Ma la prima √® nata a Chicago 1893, la prima ¬†Ferris Wheel, costruita da G.W.Ferris, per l‚Äô Expo Colombiano.

Nel 1896 nasceva la  Riesenrad a  Vienna, 65 metri costruita dall’ inglese Basset . A Londra nacque la Great Wheel una panoramica  di 40 metri, costruita sul modello Ferris, come quella austriaca. Nel 1900 a  Parigi fu costruita la Grande Roue alta 100 metri, doveva fare concorrenza alla Torre Eiffel. Ruote a propulsione periferica sono quelle delle Grandi ruote o a propulsioni centrali sono quelle delle piccole ruote.

Molti sono i film e le storie ambientate in questi spazi elettrizzanti, naturalmente alcuni sono costruiti sull‚Äô horror a cui l‚Äô habitat¬† si presta. Come Final destination, The Park, e Il tunnel dell‚Äô orrore. ¬†Il pi√Ļ Grande spettacolo del mondo. Il Cantante del Luna Park.

Ma fra tutti per antichità e prestigio, un mito, un sogno ed una Icona  tramandata  anche in celebri film come Il Terzo Uomo,The Third Man di Carol Reed,  è naturalmente Il Wiener Prater o Wurstel Prater, simbolo della Vienna Imperiale,   edificata per celebrare il cinquantennio imperiale  della felice Austria di Francesco Giuseppe, e al sommo della Ruota si ammira  tutta Vienna tra Barocco e Modernità. Alcuni forse restano oggi insoddisfatti dal confronto fra  sogno e realtà, rievocando forse la Grande Ruota  simbolo dell’ avventura del’ uomo nello Spazio e che ruota in orbita attorno all Pianeta Terra, nel bel film di Stanley Kubrick, Vienna è la città di Johan Strauss e dei suoi romantici walzer, e  An der schönen blauen Donau accompagna queste memorabili scene che quasi aprono il film di Stanley Kubrick.  

Ma la Riesenrad frutto dell’ ingegno dell’ inglese Walter Basset, con le sue piccole carrozze ferroviarie tutte rosse dal pavimento in legno, che si staglia sullo skyline di Vienna, 36 cabine in origine ,2160 passeggeri, alta 65 metri, ha conosciuto  le sue traversie come si addice ad una vera Ruota, ha rischiato di essere demolita nell prima guerra mondiale, ha subito un devastante incendio nella seconda ed è stata ricostruita nel dopoguerra, la cui proprietà è passata per diverse mani,  uno dei simboli rimasti ancora in piedi della vecchia Ferris Wheel, continua imperterrita ad indicarci  la Via del Cielo come  era nelle intenzioni di chi aveva inventato per prima  il Luna Park, e naturalmente a divertire bambini e no. Una Buona Pasqua a Tutti, salvo.

Questo articolo è stato interamente scritto da Salvo Gagliardo. Aprile 2011.

  

Phone classfashion.net

Great Fashion Made in Italy

Giorgio Armani SpA. The King. L’ Impero della Moda e dell’ Effimero.

Creatività, Industria e Marketing

Creativity, Industry  and Marketing

Una storia milanese

Note by

 Salvo Gagliardo

 

Nato a Piacenza, Italia, ¬†nel 1934, da una modesta famiglia dell’ Emilia Romagna,¬† Giorgio Armani, sedotto dalla medicina dopo aver letto il romanzo inglese La Cittadella, The Citadel ¬†di A. Cronin,¬†¬† inizia¬† la sua carriera come promotore della moda americana, giapponese, e indiana, dopo aver lavorato negli Anni Cinquanta,¬† presso La Rinascente di Milano, nel settore¬† marketing e vendite, e avere tentato¬† la carriera di fotografo. Self made man, Giorgio¬† Armani nel 1964 comincia a disegnare la collezione di Nino Cerruti. Lasciata¬† la Cerruti, Armani ormai noto come disegnatore di modelli. diventa¬† free lance¬† nel 1973 e e il 24 luglio del 1975, data storica per l‚Äô Armani¬† SpA, nasce una delle case di moda e una delle firme¬† pi√Ļ note nel mondo, assieme all‚Äô architetto e amico ¬†Sergio Galeotti, ¬†lanciando dapprima una linea di pret a porter, maschile e femminile, poi sfilando per la prima volta nel 1976 a Firenze, Palazzo Pitti , con un defil√© di giacche ristrutturate e casual. Il casual ¬†Armani comincia cos√¨ ¬†a circolare nel mondo. Armani in questi anni di contestazione giovanile, appare come un innovatore offrendo ai giovani giacche casual libere da impacci e comode, senza per√≤ corteggiare troppo l‚Äô hippismo del tempo. Anche alle ¬†donne Armani offre un nuovo modo di vestire il proprio corpo, finiti il tailleur classico e il classico abito da sera, offre innovazioni giovanili, come le scarpe da ginnastica e una maggiore scioltezza nel vestire. I defil√© aumentano e anche i buoni affari e la notoriet√†. Nel 1979 Giorgio Armani sbarca in U.S. America e fonda la Giorgio Armani Corporation, un sodalizio quello con gli Stati Uniti di grande successo. Dal pret a porter, passa ai costumi da bagno e agli accessori. La sua creativit√† si espande velocemente. Con L‚Äô Oreal¬† comincia a produrre profumi, la linea dei profumi e maquillage Armani oggi √® nota in tutto il mondo. Come a catena l‚Äô Armani SpA si espande a vista d‚Äôocchio su molti settori dell‚Äô abbigliamento, dell‚Äô arredamento, dell‚Äô oggettistica. Si producono calze, occhiali, cadeau, profumi,borse, cravatte, orologi, cosmetici, persino dolci Armani e fiori. Nasce ¬†l‚Äô Armani Arredamenti e poi l‚Äô Armani Ristoranti, come quello di New York city, gli Armani Caf√®, gli Armani Hotel, nasce l‚Äô Emporio Armani e le diverse Societ√† che gestiscono in tutto il mondo questa¬† colossale industria¬† italiana del bello e del piacere di vivere e di mostrarsi. E negli Anni Ottanta Armani strappa una copertina immagine al prestigioso Time, era riuscito nel passato solo al francese Christian Dior. L‚Äô America gli rende vari riconoscimenti alla carriera, e il Council of Fashion Designers¬† lo elegge stilista mondiale. La Royal College of Art di Londra gli assegna la laurea Honoris Causa, l‚Äô Italia gli dona ¬†¬†una commenda ed un cavalierato del lavoro.¬†

Giorgio Armani √® stato un grande innovatore in Italia e poi nel mondo, non solo come stilista affermato, ma¬† soprattutto nel marketing da dove veniva la sua prima esperienza alla Rinascente. Creando stile, qualit√† e accessibilit√† nel prezzo.¬† Rivoluziona il modo di vestire giovanile, con un occhio alla pubblicit√† a cui √® sempre stato molto attento. Strategia vincente la sua, quella di abbinare¬† produzione, pubblicit√†, prodotto, consumatore, e una multi offerta in vari settori davvero straordinaria, che¬† ha senza dubbio rinnovato il clich√© italiano di produzione e di vendita, e ¬†soprattutto nel campo della presentabilit√†. Nel 1988 dopo avere conquistato le grandi citt√† dell‚Äô Occidente e Parigi la citt√† simbolo della moda e del piacere di vivere, ma anche a Mosca il fashion Armani √® noto e cercato, Giorgio Armani sbarca in Cina prima a Pechino e poi a Shangai. Armani cavalca i tempi e la globalizzazione. ¬†Nello ramo ¬†sport ¬†lo stilista che ¬†√® un¬† appassionato di Basket cura l‚Äô immagine del Chelsea Football Club di Londra, e poi quella ¬†delle Olimpiadi Invernali di Torino del 2006. Il settore sportivo dell‚Äô Armani SpA, anche per gli sport invernali come gli sci, ¬†√® in crescita in un colossale abbinamento con altri prodotti. Armani cos√¨ √® una delle Immagini Icona pi√Ļ di prestigio del mondo, famosa o pi√Ļ famosa della Ferrari, ha una rete di vendite al dettaglio ¬†impressionante, presente in 36 Paesi ¬†che ne fa una delle industrie pi√Ļ di successo. E Giorgio Armani nelle sue strategie non poteva mancare all‚Äô appuntamento del Cinema e di Hollywood. Molti sono i film in cui i protagonisti vestono i suoi abiti, come il sex Symbol Richard Gere in American Gigolo, di Paul Schader‚Äôs, e ¬†Cate Blachette nel film Hanna¬† di Joe Wright. O Christian Bale in The Dark Knight. E ¬†molti Vip vestono Armani e molti uomini e donne di potere. Il Guggenheim Museum di New York city ospita la sua enorme produzione. La nuova Russia, Mosca ¬†e i paesi orientali di Europa non sono insensibili al fascino Armani, ai suoi numerosi locali e punti vendita. E infine in questo mondo sempre pi√Ļ dominato dalle Immagini e dalle tecnologia di comunicazione e informatiche, Armani cavalcando in modo geniale i tempi, entra nel Global Shop e nel Global Web, e poi nei Cell Phone, nascono i cellulari Prada, Samsung, LG Armani. Gli I pod veicolano la sua pubblicit√† globalizzata e enormi megaschermi nelle piazze ¬†e nelle vie di New York, di Mosca e di Parigi, di Milano e di Roma, ¬†inneggiano al grande stilista italiano di successo. Giorgione era il suo primo nome e da artista rinascimentale, Armani riletto nel XXI secolo, affronta le sfide del futuro fra Internet, Cell Phone, Fast Food, Mega Shop, Atelier¬† e Defil√©, ¬†¬†che celebrano un uomo non pi√Ļ giovane, arrivato al ¬†suo pieno successo. Salvo.

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo .2011.

 

 

 

 

  

Albi di FantastiKa   

 Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world. 

 

 

Omaggio a E. A. Poe

fantastic short tale

by 

Salvo Gagliardo

 

Quella mattina da Chang entrò il signor Allan. Era da tempo che la sua singolare figura , alta e dinoccolata, con la grande faccia emaciata, non si mostrava al Ristorante Orientale nei quartieri alti della città  .

Non distante correva  il lungofiume, e dalle alte  terrazze del Ristorante, una sull’ altra, si godeva lo  scorrere dei battelli. Il silenzioso slittare dei veloci hovercraft, fra  grumi di nebbia giallognola e spessa che scivolavano  sull’ acqua o  uscivano fluttuando dai cupi e mastodontici palazzi di Ki-O.

Chang, vedendolo uscire dal piccolo  ascensore di plastica colorato, si inchinò con cortesia tutta orientale e rise. Poi disse.

-Buon giorno signor Allan, il solito posto alla terrazza 3?

Allan rispose con un sorriso meno radioso e pi√Ļ stanco.

-Si. Il solito, Chang

Il vecchio si liberò del suo lungo soprabito sintetico, del cappello a larghe falde e camminò aiutandosi con il bastone da difesa per gli stretti corridoi felpati, dietro il piccolo corpo grasso  ed elastico dell’ orientale,verso la terrazza panoramica del terzo livello130 metri di altezza dalla  superficie lucida e cromata del fiume Olim.  Affondò il corpo grasso sulla soffice poltrona azzurra, affaticato ma sereno. Chang fissò il suo antico cliente, i suoi grandi occhi azzurri appesantiti da spesse palpebre. Pensò che davvero aveva una brutta cera. Non glielo disse però, e continuò mostrare il suo sorriso cortese. I cristalli del Ristorante tintinnarono, e così le vetrate. Il serpente d’ acciaio del metrò 105 stava sfrecciando veloce per i tunnel elicoidali sotto il ristorante di Chang.

 

La faccia scavata dalla malattia era ancora astuta ed interessante. Il suo era un profilo di altri tempi, e lo si vedeva sorridere nel retro di copertina dei suoi libri di successo. Il vecchio scrittore che¬† vestiva ancora le tute abbottonate e severe dei tempi passati,era universalmente conosciuto come il pi√Ļ grande scrittore di fantascienza vivente.¬† E per bizzarria della sorte o per dovere di copione, come da uno dei misteriosi virus che nei suoi libri falciavano interi pianeti e galassie, Allan era stato colpito da un misterioso batterio letale, l‚Äô Antares Zeta, sicuramente di origine extraplanetaria. Quella mattina ne fu definitivamente certo. Era uscito dallo studio del dottor Rosenberg nella Torre di Cristallo. Il grattacielo a cinque livelli, con l‚Äô inconfutabile verdetto.

-Tre mesi ancora!

Gli aveva detto Rosenberg. E l‚Äô ultima speranza era morta quella mattina dell‚Äô umido mese di Astar. Allan non era sposato e non lasciava nessuno a parte la grassa gatta persiana del suo appartamento al 90¬į piano del Grattacielo Azzurro, sul lato sinistro dell‚Äô Olim.

Con la pressione di un tasto annullò la psicomusica personalizzata. Si abbandonò sulla poltrona, e si fece invadere dalle molteplici e frizzanti sensazioni che il panorama gli dava nella luce fluttuante della stella viola che la sottile atmosfera diffondeva, indorandola. Nel cielo scivolavano  veloci le piccole auto volanti con le cupole trasparenti illuminate di luci rosate fra i torrioni elicoidali  e i palazzi di KI-O, strutture che si avvitavano luminose, servite da ponti sospesi e da spirali di metallo, torri di cristallo  fra dense nebbie levitanti sui mille abissi della città da cui si alzava lo smog vischioso e giallastro delle fabbriche, il puzzo rancido dei carburanti. Ma dove era seduto, il cielo turchino si apriva come una radura al centro di una fitta foresta, nel cui profondo scorreva il nastro cromato del fiume Olim. La grande stella viola mandava flutti di luce turchese che fluttuavano barbugliando come dentro ad un bacile dorato……

 (continua)

 

Tribute to E. A. Poe

by  Salvo Gagliardo

 

 From  Chang came in that morning Mr. Allan. It was a long time that his singular figure, tall and lanky, with a large face emaciated, she  showed no Oriental restaurant in the uptown of the city.

Not far, ran the river, and from the high terraces of the Restaurant, one on the other, enjoying the passage of vessels. The silent slip of fast hovercraft, among clumps of yellowish and thick fog that slip on water or left floating by the dark and huge palaces of Ki-O.

 Chang, seeing him leave the small lift plastic colored, bowed courteously throughout eastern and laughed. Then he said.

 -Good morning, Mr. Allan, the usual place on the terrace 3?

 Allan replied with a smile more radiant and less tired.

 -Yeah! The usual, Chang

The old man got rid of his long coat, synthetic, broad-brimmed hat and walked with the aid of a stick to defend the narrow corridors muffled behind the little body fat and elastic of east man, toward the roof terrace of the third livello130 meters high smoothly-polished chrome River Olim. He buried the body fat in the soft blue chair, tired but serene. Chang stared at his former client, her big blue eyes, weighed down by heavy eyelids. He thought he really had a bad wax. Did not tell him though, and continued to show his friendly smile. The crystals of the Restaurant rattled, and so the windows. The snake steel of  metro 105, was hurtling fast spiral tunnels beneath the restaurant of Chang.

 

¬†The face carved from the disease was still smart and interesting. His was a profile of another era, and he could be seen smiling in the back cover of his successful books. The old writer, who still wore overalls buttoned and severe of the past, it was universally known as the greatest living writer of fiction. And freak of fate or duty of the script, as one of the mysterious virus that in his books mowing entire planets and galaxies, Allan had been hit by a mysterious, deadly bacteria, l ‘Antares Zeta, surely extra-planetary origin. That morning I was definitely sure. He was released from the study of Dr. Rosenberg in the Tower of Glass. The skyscraper at five levels, with the ‘irrefutable verdict.

 -Three more months!

¬†Had said Rosenberg. The¬† last hope had died that morning of’ wet month of Astar. Allan was married and leaves no one aside from the fat Persian cat in his apartment the 90th floor of the skyscraper Blue, on the left side of Olim.

¬†With the push of a button nullified the psicomusica custom. He lay on the chair, and there was invaded by many and effervescent sense that the landscape gave him floating in the star’s light purple spread the thin atmosphere, Indore. Slipping fast in the sky flying with small cars transparent dome illuminated by pink lights between the helical towers and palaces of KI-O, structures that are screwed bright, served by hanging bridges and spirals of metal, glass towers of dense fog between levitating the thousand abysses of the city from which he rose sticky, yellowish smog factories, the rancid stench of fuel. But where was seated the blue sky opened like a clearing in the middle of a dense forest, in whose depths the river flowed tape chrome Olim. The big star was sending waves of purple light turquoise gabble like floating inside a golden bowl‚Ķ‚Ķ

(read more)

 ©Albi di Fantastika.2000-2009, di  salvo gagliardo.  All rights reserved.

 We Suggest Here

  

Hollywood Fiction

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise.The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

  

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

 We Suggest Previous Page

Fantastikalbi in Facebook n.13

http://www.fantastikalbi.it/?p=1777

  

 

 

 

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.11(April,20 ,2011)

mercoledì, 20 aprile 2011

 

April,20,2011. My Birthday

  

 We Suggest Youtube Video. Thank You for This. Mr. Kubrick. 

2011.Welcome 

We Suggest This Video. Thank You  

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A  

Fantastikalbi.it and,  I  Salvo Gagliardo  Fantastic Literature Writer  

fuochidipaglia.it

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo7 sono entrato¬† in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho¬† postato¬† pi√Ļ di 350 note e in cui ho¬† pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo.  

 

gattinorvegesi.org

Back Pages:   

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186 

 http://www.fantastikalbi.it/?p=2124  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008  

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969  

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855 

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328 

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo7 sono entrato ¬†in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho ¬†postato ¬†pi√Ļ di 350 note e in cui ho ¬†pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.¬†¬†¬†

banner_galassia

 

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo.  

Gli Albi di FantastiKa  è il << Layout >> con cui io  Salvo Gagliardo, ho  racchiuso la mia lunga  e varia produzione di racconti, romanzi e saggi  e progetti legati al  Mondo Fantastico, un Electronic  Format  in cui Tu visitatore e utente  potrai  muoverti  facilmente ,  guidato dalle Rubriche che accompagnano i testi.  

Qui, negli Albi potrai trovare molto, da storie  di Vampiri, ai Misteri  Spaziali, al Fantasy, all’ Horror a altri racconti inquietanti e di mistero con Alieni ed UFO, e non  mancherà qui  la Fantascienza con i problemi  scientifici che pone. Ma con il tempo  e sempre conto di arricchire le pagine di schede introduttive varie e interessanti sui singoli temi  ed argomenti. Tutto ciò fa parte dei miei progetti  futuri.  

 

 

bandapalazzosg.it

Sound in Website. Fantastic Wien Johan  Strauss Walzer

 

 

Hollywood  Fiction  by Salvo Gagliardo

¬†¬†Io Salvo Gagliardo ¬†vi ¬†presento la sezione del mio website che ho chiamato ¬†‚Äú Hollywood Fiction‚ÄĚ ¬†in omaggio alla pi√Ļ grande struttura di fiction cinematografiche del mondo. Qui tu puoi trovare molto che riguarda film e sceneggiature, e altri miei progetti sempre legati al mondo delle fiction. Questa parte √®¬† ancora ¬†da completare ed in via di allestimento. Ma nel futuro io penso di fare trovare a Voi qualcosa di simile ad una scuola di scrittura creativa. Grazie. salvo.¬†

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called ‚ÄúHollywood Fiction‚ÄĚ, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†

 http://www.fantastikalbi.it/?page_id=1118

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=350

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2120

Film and History

That’s U.S.America

Notes

 filmisnow.it

Oliver Stone Director.

He was born in New York city.1946.

 

Soldato in Vietnam 25th Division , ferito e decorato con la Bronze Star Medal, poi ¬†New York University Film School¬† degree, sceneggiatore, screenwriter, regista, film producer and actor and documentary film maker ,¬† artista impegnato a darci una visione filmica e personale, quasi da reporter,¬† dell‚Äô America del dopoguerra dagli Anni Settanta, anni di guerra fredda e di guerra calda, dal ¬†¬†Vietnam War, Last Year in Vietnam, a documentary, alla guerra civile in Salvador descritta da un giornalista americano, alla vita degli Yuppie, giovani broker rampanti ¬†di ¬†Wall Street, il padre di Oliver Stone era uno stokbroker di New York,a Born on the Fourth of July, a soggetti caldi come the John Fitzgerald Kennedy President‚Äô s murder, l‚Äô assassinio del Presidente degli Stati Uniti J.F.K, ¬†al¬† dramma recente delle Twin Tower World Trade Center vissuto filmicamente attraverso l‚Äô avventura di alcuni¬† agenti di¬† polizia, alla¬† la vita di George¬†W.¬†Bush President.,”W” , ¬†Stone pu√≤ essere definito¬† ad oggi un documentarista forte del suo tempo e della vita complessa e problematica della pi√Ļ potente nazione del mondo, U.S.America.¬†

Affascinato dalla lettura di Conrad, Lord Jim da giovane,da Zorba il  Greco e dalle musiche di George Harrison, figlio di un padre ebreo e di una madre francese cattolica romana, convertito al buddismo, insegnante nel Sud Vietnam, con la  madre  francese Stone ha conservato i suoi rapporti con il Paese materno, imbarcato su mercantili,un viaggio   attraverso  l’ Oregon e il Messico, allievo di una scuola per registi  a New York, frequentata da Martin Scorsese. Scrittore di un romanzo autobiografico  di 1400 pagine, eroe di guerra in Vietnam a cui ha dedicato diversi film, appassionato di musica ha realizzato un film su Jim Morrison singer, The Doors, con Val Kilmer, come screenwriter Stone è stato presente in molti film, fra cui Conan Il Barbaro, Scarface ed Evita, su Evita Peron.  Stone ha diretto attori come Michael Douglas, Charlie Sheen, Nicolas  Cage.Interessato a personaggi come Fidel Castro,Hugo Chávez, per alcune affermazioni e anche per alcuni tagli dei suoi film, Stone è stato spesso violentemente criticato da molte parti, non esclusa l’ American Jewis Committee.

Testimone del nostro e del suo tempo, Oliver Stone sembra volerci restituire immagini della storia non consacrate ufficialmente e rivelarci ciò che la Storia potrebbe nasconderci, così nei suoi progetti futuri ci sono opere su personaggi controversi o maledetti, come Hitler, Stalin e Mao Tze Tung. Sarà interessante vedere come questo relativamente giovane regista saprà far rivivere sullo schermo in una sorta di film documento questi mostri sacri del nostro passato.

 Totalmente scritto da Salvo Gagliardo.

We Suggest  This Video You Tube. Thanks

http://www.youtube.com/watch?v=zYSmb3ZaMTM

Stanley Kubrick Director

 paperstreet.it

The unresolved mystery of the monolith

2001. A Space Odyssey.1

‚ÄúAn¬† Epic Drama¬† of adventure and exploration.‚ÄĚ

Theme of Movie: The Human Evolution in The Space, Artificial Intelligence and Extraterrestrial Life.

Notes by

Salvo Gagliardo

 

We Suggest This You Tube. Thank You, Mr.  Stanley Kubrick!

http://www.youtube.com/watch?v=bBdWEusinFc&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=dG4Eomr8O7c

 

Il 1968, e soprattutto il 1969, resteranno nella storia dell‚Äô evoluzione della specie umana¬† per il primo sbarco sulla Luna, ma anche per la programmazione del film 2001 A Space Odyssey¬† del geniale e multi versatile regista americano Stanley Kubrick, un film che rivoluzioner√† l‚Äô intera produzione cinematografia di film di Science Fiction, ma che consegner√† alla storia uno dei migliori film mai prodotti¬† il cui significato segreto resta ancora occulto e sepolto nel nostro inconscio. L‚Äô dea di realizzare un film sull‚Äô avventura dell‚Äô uomo nello Spazio le cui immagini, la cui musica e il cui sviluppo¬† sfuggono alla produzione dozzinale o tradizionale di fantascienza e ci immettono in un mondo surreale, fantastico e intensamente simbolico, giustifica i numerosi premi e riconoscimenti mondiali, le diverse nomination,¬† l‚Äô Oscar ricevuto e l‚Äô influenza che il film ha avuto nelle generazioni pi√Ļ giovani di cineasti come Steven Spielberg, George Lucas, Ridley Scott, Robert Zemeckis e tantissimi altri. Inoltre 2001. A Space Odissey¬† √® stato scelto dalla U.S. Library¬† of Congress a figurare nel National Film Registry. Iniziato nell‚Äô aprile 1965, la sua realizzazione ha richiesto tre anni e Kubrick vi ha messo tutta la sua innata disposizione alla perfezione assoluta di ogni particolare e dettaglio continuando a servirsi dei suoi modi assolutamente innovativi e che hanno fatto storia di¬† girare un film.

Il Sodalizio fra il grande recluso della S.F. Arthur Clarke e il geniale regista di New York ha portato ad una delle collaborazioni pi√Ļ proficue della storia del cinema. Kubrick dopo Il Dottor Stranamore, era affascinato dalla vita extraterrestre e con Clarke e l‚Äô astronomo suo amico Carl Sagan, cominciarono a vedersi¬† al New York¬† Trader Vic‚Äôs¬† e poi a casa di Kubrick, siamo nell‚Äô aprile del 1964, nell‚Äô aprile del 1965 il film comincia ad essere girato. Kubrick ha impiegato circa due anni a trasformare un racconto breve nello script di un film che poteva allora considerarsi molto lungo e diviso in quattro parti. Nell‚Äô aprile del 1968 viene proiettato a Washington D.C.,¬† a New York e a Los Angeles.

L’ attenzione ai dettagli, il lungo lavoro di preparazione, in un Universo proiettato verso il Futuro, il grande tema della Artificial Intelligence  ancora non molto sfruttato dai registi, ma affrontato in maniera geniale da Kubrick, l’ ansia di produrre qualcosa che possa restare nel tempo simile a quella dei grandi pittori, e la preoccupazione che le immagini penetrino nella mente dell’ Uomo  che si apprestava a sbarcare sulla Luna, Von Braun era pronto a portare i primi uomini sul nostro satellite, una guerra nel mondo in corso come quella del Vietnam e infine l’ inizio di uno sviluppo della Informatica che presto sarebbe dilagato nel mondo, sono state le preoccupazioni del nostro regista.  Kubrick nel far ciò ha saputo servirsi di menti  ed organizzazioni di primordine, come la Consulenza della NASA nella costruzione del Discovery e dei modellini da mettere in orbita e da mandare su Giove. O la consulenza del fantastico   Atronomer e prestigioso cervello della NASA, l’ americano  Carl Sagan.

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Aprile 2011.

 

 

 

Colori & Simboli

Il Discorso che apro qui sui colori vuole  essere una introduzione ad una  serie di articoli che intendono approfondire la nostra potenziale  creatività e avviare le nostre facoltà creative ad una maggiore consapevolezza sia per cercare di vivere meglio sia per affrontare il difficile ma affascinante mondo creativo delle fiction e dei racconti. Per cui questa appare come una prima  lezione sui colori della mia scuola creativa.

Introduzione

 

 I colori sono manifestazioni di luce. Noi vediamo il mondo attraverso i colori. Ci sono volute centinaia di anni per sapere che il nero è l’ assenza di colori e il bianco è invece l’ insieme di tutti  colori. Questo vale naturalmente per il nero e il bianco assoluti. In natura l’ assoluto non esiste, e ogni colore sfuma nell’ altro. L’ occhio umano è sensibile alla varietà cromatica  e rifiuta la presenza di un solo colore, la natura oggi  ci offre una varietà infinita di colori e sfumature. Ma nel Settecento si cercò di quantificare i colori in una teoria scientifica e sperimentabile, e si accettò l’ idea che i colori erano  solo dei definiti  corpuscoli o atomi di materia, oggi invece  si accetta l’ idea che i colori sono onde regolari misurabili in lunghezze d’onda.

Read More Here Thank You:

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

 

 

Facebook in Fantastikalbi.it. 

Da pi√Ļ di un anno Io lavoro sul Global Social Network Facebook,¬† e qui ho prodotto pi√Ļ di 30 note intorno al mio universo di letteratura fantastica e di fiction. Per questo io qui fornisco a Voi¬† qualche link per visitare la mia Bacheca e il mio Lavoro.¬†

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. . 

Salvo Gagliardo F.B. Profile. 

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it 

Some Salvo Gagliardo’s F.B. Notes

 

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/io-salvo-gagliardo-scrittore-di-fantastico-fictionnatural-universe-or-artificial/10150173025029417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/io-salvo-gagliardo-scrittore-di-fantastico-e-fictionbambole-casa-di-bambole-doll/10150169851969417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/io-salvo-gagliardo-scrittore-di-fantasticostanley-kubrick-director-2001-a-space-/10150175014059417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/io-salvo-gagliardo-scrittore-di-fantastico-e-fictionbambole-e-casa-di-bambole-ba/10150169200324417

 

 

 

 

Albi di FantastiKa   

 Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world. 

 Mistero Marziano

 

racconto fantastico di

Salvo Gagliardo

 

Nello Spazio

 

L’oscuro e macabro fardello scivolò silenzioso nel gelido Cosmo, allontanandosi lentamente dalla grigia astronave interstellare Fox 25 in viaggio per le regioni celesti di Tau-Betha, un Sistema a due stelle e a cinque anni luce dal Sole. L’ astronauta Inconn era morto alle 21,15, Tempo universale. Il dottor Klam ne aveva diagnosticato il decesso, l’ esplosione di un’ arteria ed il conseguente arresto del cuore,  effetto dell’ inevitabile usura a gravità zero. Molti dell’ equipaggio provenivano dalle colonie di Marte come il tenente della Interplanetary Space Force, George Inconn. Era nato nel Maryland ed aveva 31 anni. Era sposato felicemente con Johan Schindler, ed insieme avevano un bel bambino, David.

La salma restò nella cella frigorifera per il tempo canonico,sigillata nella sua sacca sintetica, con la targhetta metallica, nome e cognome incisi, e tutto il resto,  poi, dopo la rituale benedizione del cappellano luterano, Inconn era luterano cartista, venne espulsa nella notte cosmica. Galleggiò per un po’, poi rotolò comicamente, e si allontanò nello Spazio dove la Fox si trovava in missione esplorativa. Le stelle brillavano fredde e lontane, ma relativamente vicina era la gigante viola assieme ad una piccola stella arancione. Il feretro continuò a roteare in un cielo rosso sangue. Chiuso nella sacca, il cadavere dell’ astronauta aveva gli occhi serrati e cavi che andavano scurendosi, come le labbra già livide. I capelli sottili e di un giallo paglierino aderivano inerti sull’ alta fronte marmorea. Johan ne avrebbe ignorato la morte finché la Fox non fosse tornata a Terra.  Ma quella notte la ragazza ebbe un sogno assai simile ad una visione, George era nella sua camera da letto, avvolto da una luminosità viola e pulsante. In lui c’era qualcosa di strano, ma era sicuramente George, suo era il sorriso che Johan le conosceva. Le disse qualcosa con una voce misteriosamente lontana, le disse che George, il suo George, era morto, che sarebbe presto tornato da lei, ma solo per poco. Il cuore della ragazza pulsò con violenza. L’ immagine di Inconn svanì. Johan si trovò con la faccia sul cuscino rigata di lacrime.

Il triste fardello continuò a ruotare verso la gigante viola, luci esplosero sulla lucida sacca sintetica. Vi si composero strane lettere simili a glifi arcani.

George era di sicuro morto! Era un pensiero terribile che la mente di Jennie quella mattina cercava di scacciare. La ragazza era in cucina e stava preparando la colazione. Con una certa mestizia contemplò gli olo dell’ album di famiglia. Gli occhi le si arrossarono.

La sacca capitombol√≤ nel fulgido cielo viola. Si sform√≤. Si espanse. Si infiamm√≤, colpita dalle radiazioni della stella. Incroci√≤ un meteorite. Spar√¨ e riapparve oltre la calotta ghiacciata di un pianeta. La maschera cerea e mortuaria del volto di Inconn si imporpor√≤, la rigida mascella si mosse, il sangue flu√¨ nelle vene. I suoi occhi si aprirono, e fissarono lo Spazio che filtrava magicamente per le pareti del macabro fardello. Che ruot√≤ sempre pi√Ļ veloce e lontano. E venne inghiottito, divorato dalla ¬†stella viola.

 

Supernova 1973

Quando muore una stella

romanzo fantastico di

Salvo Gagliardo

 

<< L’ esplosione fu osservata dalla

Terra come luna piena>>

Annali della Cina. A.D. 1054

 

<<E i segreti di quegli strani giorni saranno

tuttuno con i segreti dell’ Abisso>>

HP. Lovecraft

 

 

Capitolo 1

New Cold

 

Una cittadina di 4000 abitanti sulla costa occidentale della Cornovaglia. Niente ¬†di pi√Ļ che una vecchia citt√† della vecchia Inghilterra, con¬† la sua grigia chiesa gotica,gli uffici,i prati ed il nuovo quartiere degli affari. D‚Äôinverno la nebbia l‚Äô aggrediva montando dalle profonde scogliere, e rubando al verde splendente la sua scintillante sensazione. New Cold era un posto tranquillo, circondato da un fitto bosco e da grandi ¬†rocce taglienti, in cui si nascondevano i misteriosi dolmen che al tramonto evocavano gli spettri di un lontanissimo ed insondabile passato. Da un decennio la citt√† era uscita dal suo tardo provincialismo, ed aveva accolto fuori dalle sue ¬†vecchie mura, un piccolo Osservatorio astronomico,ed una¬† Stazione per il controllo dei satelliti in orbita terrestre. I due edifici alzavano le loro avveniristiche strutture¬† in cima ad una frastagliata¬† ¬†scogliera¬† a strapiombo sul mare. E sulla Rocca degli Angeli c‚Äôera anche la casa dei Damage,una coppia di giovani sposi ed un bambino. David Damage era un tecnico del Centro Controllo Satelliti in Orbita, Helen lavorava alla piccola Universit√† delle Scienze gi√Ļ a New Cold, e ¬†Duncan, un bambino di sette anni giocava sempre con¬† Sam, un gosso pastore, bianco come la neve: era ¬†il cane di casa.

Il professore  Mc Clarel abitava poco distante dai Damage, anche lui sulla Rocca degli Angeli, era un’ astrofisico e lavorava all’ Osservatorio astronomico di New Cold.

 

La stanza da letto di David ed Helen Damage quella notte era immersa nella lattea penombra di un plenilunio invernale. I vetri erano ancora rigati di pioggia, ma fuori il cielo era terso e gelido. Duncan dormiva nella sua camera con Sam steso ai piedi del letto e che poi aveva preferito il calore delle coperte  mettendosi ai piedi di Duncan. Squillò il telefono. David allungò la mano ancora assonnato.

<< Davy, corri subito. Qui sta accudendo qualcosa! >>

Frank Dana, un collega di David, chiamava dal Centro controllo.

<< Qualcosa Frank? Cosa?>>

Rispose David ancora impastato di sonno.

<< Vieni subito, ti dico!>>

<< Okay, Okay Frank, sto arrivando>>

Il giovane posò il ricevitore, si stropicciò gli occhi, guardò il quadrante pulsante  della sveglia digitale, erano le 5,30 del mattino. Helen con i capelli biondi scompigliati sul cuscino continuava a dormire. David la baciò e le risistemò  con cura le coperte.

Fuori era notte fonda. Sam già stava davanti la porta di ingresso quando David uscì

 ©2005-2009. salvogagliardoproduzione. All rights reserved.

 

 Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 
Link della pagina precedente
Previous Page
 http://www.fantastikalbi.it/?p=2310

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Salvo Gagliardo

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo Produzione.2011. All rights reserved

 

Previous Page  

Fantastikalbi in Facebook n.13

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic literature writer.8

mercoledì, 30 marzo 2011

 

 

2011. Welcome  

We Suggest This Video. Thank You 

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A 

Fantastikalbi.it and,  I  Salvo Gagliardo  Fantastic Literature Writer   

 

myhightech.altervista.org 

   

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo7 sono entrato¬† in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho¬† postato¬† pi√Ļ di 350 note e in cui ho¬† pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.¬†

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo. 

  

   

I Robot, mr. ASIMO.  

    

 

   

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You  

  

  

‚Ä̬†Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa¬†

 

weblombardia.it 

 

 Salvo Gagliardo 

   

Back Pages:  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

 http://www.fantastikalbi.it/?p=2028 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008 

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969 

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855

 

Previous Page

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328 

   

Grazie per Visitare noi, gentile Visitatore. Fantastikalbi.it e Albi di FantastiKa sono stato ideati da me per fare conoscere il mio lungo lavoro di scrittore e di editor nel ¬†Mondo della letteratura Fantastica. Nel 2oo7 sono entrato ¬†in Internet e ho cominciato a fare esperienza di questo splendido mezzo di comunicazione globale. Oggi oltre al mio Website sto lavorando sul social network Facebook net, che trovo magnifico e su cui ho ¬†postato ¬†pi√Ļ di 350 note e in cui ho ¬†pi√Ļ di 350 amici. Nel futuro progetto di migliorare il mio website e di creare pi√Ļ punti di contatto. Per ora mi limito ad arricchirlo con pagine sempre diverse, e ¬†vado sempre pi√Ļ aggiungendo i miei racconti e i miei romanzi di fantastico e i miei disegni. Spero che il mio lavoro ti piaccia e Benvenuto. Io Salvo scrittore di Fantastico. Thank You much.¬†

   

 

   

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thank You much. salvo. 

Gli Albi di FantastiKa  è il << Layout >> con cui io  Salvo Gagliardo, ho  racchiuso la mia lunga  e varia produzione di racconti, romanzi e saggi  e progetti legati al  Mondo Fantastico, un Electronic  Format  in cui Tu visitatore e utente  potrai  muoverti  facilmente ,  guidato dalle Rubriche che accompagnano i testi. 

Qui, negli Albi potrai trovare molto, da storie  di Vampiri, ai Misteri  Spaziali, al Fantasy, all’ Horror a altri racconti inquietanti e di mistero con Alieni ed UFO, e non  mancherà qui  la Fantascienza con i problemi  scientifici che pone. Ma con il tempo  e sempre conto di arricchire le pagine di schede introduttive varie e interessanti sui singoli temi  ed argomenti. Tutto ciò fa parte dei miei progetti  futuri. 

  

 Albi di FantastiKa 

The Albi of Fantastika ¬†is ¬†the¬† ‚ÄĚlayout‚ÄĚ with which I Salvo ¬†Gagliardo, ¬†wrapped my long and varied production of short stories and novels, essays too, ¬†and projects related to the ¬†my fantasy world, an electronic format in which you Visitor ¬†and User, ¬†can easily move led by the rubrics that accompany the texts.¬†

 Here in Albi you will find much, by stories of vampires,  Mysteries of Space,  Fantasy and  Horror, and other tales of mystery with Aliens  and UFOs. But I think  to enrich  the pages,  with introductory cards  about  various and interesting themes РThis is all part of my future projects. These are my future plans. 

While you enjoy the stories that come to you. 

   

   

  Hollywood Fiction  

   

Io Salvo Gagliardo ¬†vi ¬†presento la sezione del mio website che ho chiamato ¬†‚Äú Hollywood Fiction‚ÄĚ ¬†in omaggio alla pi√Ļ grande struttura di fiction cinematografiche del mondo. Qui tu puoi trovare molto che riguarda film e sceneggiature, e altri miei progetti sempre legati al mondo delle fiction. Questa parte √®¬† ancora ¬†da completare ed in via di allestimento. Ma nel futuro io penso di fare trovare a Voi qualcosa di simile ad una scuola di scrittura creativa. Grazie. salvo.¬†

Salvo ¬†Gagliardo I¬†am presenting a ¬†section of my website that I called “Hollywood Fiction”, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction‚Äôs. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my ¬†future ¬†I think to turn this¬† ¬†into a school of creative writing. Thanks much. salvo.¬†

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=1118

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=350

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2120

 

  

menphis75.com 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186 

Social Network Facebook in Fantastikalbi.it. 

Da pi√Ļ di un anno Io lavoro sul Global Social Network Facebook,¬† e qui ho prodotto pi√Ļ di 30 note intorno al mio universo di letteratura fantastica e di fiction. Per questo io qui fornisco a Voi¬† qualche link per visitare la mia Bacheca e il mio Lavoro.¬†

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. . 

Salvo Gagliardo F.B. Profile. 

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it 

  

Some Salvo Gagliardo’s F.B. Notes¬†

  

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/fantastic-worldapocalypse-day-wen-the-sky-attack-the-earthmovies-and-tv-on-alien/10150135503979417 

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/fantastic-worldapocalypse-day-wen-the-sky-attack-the-earth-signs2/10150135531514417 

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/omaggio-a-poeto-poe-homage-a-fantastic-tale1/10150140732269417 

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/omaggio-a-poeto-poe-homagea-fantastic-tale-2/10150141381869417 

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=10150132142109417 

   

 

   

Albi di FantastiKa   

Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world.  

   

Red in Works 

Caro Lettore  Red in Works, Opere in Rosso,  è la formula in cui io ho raccolto tutte le storie da me scritte e  che hanno in comune il tema del Vampiro. Qui io, Salvo Gagliardo, offro  a te  in lettura l’ incipit di un mio racconto fantastico che ha come soggetto la misteriosa figura ungherese di Elizabeth Bathory.La mia storia è stata concepita negli Anni Ottanta, e   Buona lettura. 

Dear Reader  Red in Works, it’s  the formula with which  I have collected all  my fantastic  stories , and who all share teme  of the Vampire. Here I, Salvo Gagliardo,  offer to you read the beginning of a fantastic tale,  that speaks about the   mysterious character  of Hungarian Elizabeth Bathory. My  story was conceived in the eighties. And a good read. Thanks. 

  

 

Una Storia Transilvana 

IgorMezen’s Story

romanzo fantastico di 

Salvo Gagliardo 

Capitolo 1 

Adrianus Ghery 

<< La mia storia è fatta di 

tenebre e  meraviglie>> 

Sh. Le Fanu- Carmilla 

Nella nobile ed antica città di Budapest, in una gelida sera d’ inverno, ai primi del Novecento, un vecchio signore, ancora sano e rubicondo, con le guance piene e ben rasate, ed una pronunciata  pappagorgia sotto un mento piccolo, delicato ed infantile,scendeva con evidente fatica da una carrozza pubblica il cui nero risaltava sul bianco  immacolato dei cavalli, che soffiarono dalle scure narici nuvole di vapore che levitarono nella piccola piazza nebbiosa, silenziosa ed umida, illuminata grigiamente da alcuni fanali giallognoli. L’ orologio dell’ antica torre batté con monotonia le nove in un cielo carico di pioggia. Il dottor Ghery era tornato da Vienna da un lungo ed importante convegno scientifico. Adrianus Ghery era l’ illustre decano fra i chirurghi dell’ Ospedale Kossuth, l’ antico e verdognolo edificio settecentesco che si specchiava solenne e maestoso sulle acque del Danubio. Il suo bastone risuonò secco sul selciato umidiccio. Solitario , il vecchio camminò contro il muro di nebbia che fluttuava ad onde dai portici scuri e che lasciava intravedere i grotteschi frontoni gotici, archi e guglie, e le altre singolari architetture della piazza. Una luna fosca, quasi maligna, e stentata,giocò a nascondino fra gli impressionanti bassorilievi scolpiti delle colonne ed i paurosi doccioni delle grondaie. Da una fontana esagonale di mattoni rossi al centro scorreva inesausta l’ acqua sulle pietre levigate della pavimentazione.  Gli occhi gialli ed oro di un gufo scintillarono da una nicchia. Ghery guardò in alto la coppia di finestre del suo studio che davano sulla piazza come il pittoresco castello falso gotico in cui abitava. Le finestre erano spente, e sui vetri si specchiava l’ inquietante plenilunio, fra gli squarci della densa foschia. Cigolò sinistro l’ arrugginito cancello nella nebbia. Il dottore attraversò il cortile con piccole e cupe colonne  e qualche siepe, ed entrò nella casa per una piccola scala a chiocciola. 

Lena Ghery, una bella signora, alta e corpulenta,  con i folti  capelli rosso rame intrecciati, accolse il marito con un sorriso, e l’ aiutò a disfarsi del pesante soprabito da viaggio, togliedogli  dalla mano grassa e maculata l’ ampia borsa color sanguinaccio. I corridoi e le stanze erano teporosamente illuminate da gas azzurrini e da luci arancioni.  La coppia di finestre sulla piazza si accesero di una luce verdognola: il dottor Ghery entrò nel suo studio. Sistemò la sua roba, si sprofondò sul cuscino di velluto azzurro d   

i una sedia a dondolo davanti al caminetto, si accese la pipa con le fiamme che rosseggiavano e la sedia di un bel legno scuro oscillò sonoramente sul tappeto cremisi e spesso. Un grosso cane bianco, Mattia, stava accucciato ai suoi piedi. Dovunque c’erano libri e riviste scientifiche, sparpagliate sul tavolo o in bell’ ordine negli scanni e  nelle teche lungo le pareti. C’era  anche un  assortimento vario di crani, e nelle bacheche di vetro riposavano grossi insetti tropicali, farfalle, ragni, rettili imbalsamati. Su una mensola, fra vari minerali e conchiglie esotiche, era in bella mostra un moderno microscopio di rame, assieme al busto di Plinio e di Paracelso. Riproduzioni delle tavole anatomiche di Leonardo erano appese alle pareti. 

©gagliardoproduzione. 1990-2009. Albi di FantastiKa 2000-2009. All rights reserved 

   

    Metropolitan Fantasy

 

 

Incarnazioni

Reincarnation

Capitolo 1 

La vita  di Robert Jordan fino all’ età di 33 anni era stata come quella degli altri, a parte  qualche anomalia dovuta alla giovinezza. Trentatré sono una cifra, e Jordan era felicemente  sposato ad Helen  Fisher, una bella ragazza del Nebraska. I due avevano una fantastica bambina, Charlie. 

Bobby si era sposato tardi perché la sua carriera era rimasta agli inizi un po’ ingolfata. Poi le cose si erano messe al meglio, e da cinque anni era un dirigente in carriera dell’  Ark Computer Company di New York. Anche Helen  lavorava all’ Ark, i due si erano conosciuti proprio lì. Il solido posto di Robert prometteva sbalorditivi avanzamenti. Il giovane aveva grinta, e faticò duramente fino a quella notte, finchè non saltò in aria sul letto matrimoniale col corpo fradicio di sudore lanciando un urlo che atterrì  Helen. I vicini temettero che dagli Jordan fosse successo qualcosa di grave. 

Quella notte Bob non si riaddorment√≤ e se ne guard√≤ bene dal farlo, Se¬† si trattava di un incubo preferiva starsene alla larga¬†¬† dagli scherzi del subconscio. Che cosa avesse sognato non lo ricordava e non lo ricord√≤ neanche ¬†quando pi√Ļ tardi l‚Äô incubo divenne catastroficamente importante. Certamente qualcosa di enormemente serio era successo. Helen ¬†spense la luce, ma Bobby rimase con gli occhi sbarrati e fissare i neon ad intermittenza del Crazy Club le cui luci filtravano blu notte dagli¬† scuri. L‚Äô indomani come sempre ¬†Jordan and√≤ in ufficio. Ma qualcosa si era ficcato nel suo cervello. Guid√≤ come sempre fra il casino¬† del traffico e sal√¨ all‚Äô Ark Computer con l‚Äô ascensore stracolmo.¬†

Le notti successive finalmente ritornò a dormire. Ma la quarta saltò di nuovo nel letto, con gli occhi sbarrati e la fronte piena di sudore. Quella volta Helen però si allarmò davvero, la faccia di Bob era terrea, gli occhi fissavano in modo allucinato il gioco delle luci notturne di New York. Alla quinta notte Helen volle intervenire. Accese la lampada da letto e guardò in faccia il marito. 

-Che diavolo ti sta succedendo, Bob! Vuoi parlarne a tua moglie? Non pensi che io possa fare qualcosa? 

Glielo disse in modo nervoso e quasi irritato, accendendosi una sigaretta 

-Non è niente, Nelly, torna a dormire 

-Hai avuto degli incubi? Devono essere pesanti se ti riducono in questo stato.  Ti fisso un appuntamento da Joe domani 

-No, non farlo. OK, non è niente, ti ho detto che non è niente. Torna a dormire 

Le rispose Bob con una strana determinazione. 

Remake 

Homage To Poe and  The  Dream Machine there  are two  stories witch I consider remake  or free elaboration of the two popular stories of Edgar Allan Poe and Howard Phillips Lovecraft.  

 

 

Omaggio a Poe 

To Poe Homage

A fantastic tale 

By 

Salvo Gagliardo 

Free fantastic  rewriting of Poe’s story The man of the crowd 

1. 

Quella mattina da Chang entrò il signor Allan. Era da tempo che la sua singolare figura , alta e dinoccolata, con la grande faccia emaciata, non si mostrava al Ristorante Orientale nei quartieri alti della città  . 

Non distante correva  il lungofiume, e dalle alte  terrazze del Ristorante, una sull’ altra, si godeva lo  scorrere dei battelli. Il silenzioso slittare dei veloci hovercraft, fra  grumi di nebbia giallognola e spessa che scivolavano  sull’ acqua o  uscivano fluttuando dai cupi e mastodontici palazzi di Ki-O. 

Chang, vedendolo uscire dal piccolo  ascensore di plastica colorato, si inchinò con cortesia tutta orientale e rise. Poi disse. 

-Buon giorno signor Allan, il solito posto alla terrazza 3? 

Allan rispose con un sorriso meno radioso e pi√Ļ stanco.¬†

-Si. Il solito, Chang 

Il vecchio si liberò del suo lungo soprabito sintetico, del cappello a larghe falde e camminò aiutandosi con il bastone da difesa per gli stretti corridoi felpati, dietro il piccolo corpo grasso  ed elastico dell’ orientale,verso la terrazza panoramica del terzo livello130 metri di altezza dalla  superficie lucida e cromata del fiume Olim.  Affondò il corpo grasso sulla soffice poltrona azzurra, affaticato ma sereno. Chang fissò il suo antico cliente, i suoi grandi occhi azzurri appesantiti da spesse palpebre. Pensò che davvero aveva una brutta cera. Non glielo disse però, e continuò mostrare il suo sorriso cortese. I cristalli del Ristorante tintinnarono, e così le vetrate. Il serpente d’ acciaio del metrò 105 stava sfrecciando veloce per i tunnel elicoidali sotto il ristorante di Chang. 

 

 

La Macchina dei Sogni 

A fantastic tale 

by 

Salvo Gagliardo 

dedicated  to 

HP.Lovecraft 

1. 

Quel  pomeriggio inoltrato della primavera del 1973, la Benton rossa del dottor Paul Lovecraft correva per la Federal Road a tre corsie nel deserto del New Mexico, diretta al Penitenziario K 325. Lovecraft era un giovane psichiatra  che lavorava per il Governo, e ad Albuquerque doveva incontrare Frank  Slotter, un assassino entrato di fresco nelle carceri degli Stati Uniti, chiuso nel braccio grigio del manicomio criminale del penitenziario. Lovecraft veniva da Washington D.C. 

La  Corte del Wyoming aveva emesso a carico di Sloter una sentenza di colpevolezza a marzo, ma l’ autorevole certificato del professore Isaac Bernhard dimostrava che Sloter era pazzo. Cosa che gli aveva evitato la sedia elettrica, ma non la cella 37 dove Slater  era rinchiuso,   l’ accusa si era però  ripromesso la riapertura del caso. 

Slotter¬† era quello che comunemente viene¬† chiamato negli Stati Uniti¬† rifiuto bianco o spazzatura bianca. Era nato nel villaggio di Chappanowa nel Wyoming del nord,infossato fra le cime dei monti Roxhill, fittamente circondato da foreste di abeti e di pini e non lontano da Shining Park. Chappanowa nel passato aveva raccolto una rispettabile quantit√† di yankee allo sbando, sognatori, avventurieri, criminali attratti dall‚Äô oro delle montagne. Ma vi trovarono soltanto spietati scotennatori sioux, e una modesta vena argentifera. E quando la pax¬† fu conclusa con gli indiani, il sangue sioux si mischi√≤ con quello yankee, e Chappanowa divenne uno dei posti pi√Ļ squallidi e selvaggi d‚Äô America. Franz veniva da questa razza reietta di montanari, poveri da generazioni che lo Stato del Wyoming aiutava per contenerne le rogne.¬†

Frank  era un gigante ma meno robusto di un vero gigante, visibilmente provato da inimmaginabili stenti e con i segni, imbastarditi, di una antica discendenza tedesca. Aveva i capelli neri, le guance scarne ed ossute ricoperte perennemente da una lanugine scura e spinosa. Camminando faceva spesso ciondolare la testa e il grosso labbro inferiore sporgeva inerte nel viso, accentuandone l’ aria stupida ed assente. Di età indefinita, era considerato un vagabondo che viveva di caccia, un’ arte che il sangue cheyenne gli aveva trasmesso, con le superstizioni e una eccitabilità visionaria. Parlava una lingua bastarda,rozza, ibridata con i dialetti indiani. Si era costruita una casa di abeti ai confini del villaggio che la neve copriva totalmente fino alla stagione estiva. 

A sette chilometri ¬†c‚Äôera Black Hill e a venti il grosso centro di Soloma da cui Chappanowa e Black Hill dipendevano. Bob Samuelson, un negro, era lo sceriffo della Contea, e quando saliva a Chappanowa si portava sempre gi√Ļ qualcuno da chiudere in¬† cella. Passava poca gente da quelle parti, e in genere era gente non gradita dai locali. C‚Äôera anche una colonia di italiani immigrati da vecchia data, e un pi√Ļ recente afflusso di portoricani e ¬†messicani clandestini che rendeva difficile l‚Äô ordine nella regione materialmente rappresentato dagli elicotteri e dalle auto dello sceriffo Samuelson.¬†

 

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 
Link della pagina precedente
Previous Page
 

. http://www.fantastikalbi.it/?p=2186

  

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address.

Welcome. Salvo.

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it

info@fantastikalbi.it

Thank You Much.

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo Produzione.2011. All rights reserved 

 

 


   

  

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic literature writer.6

martedì, 15 marzo 2011

 

 

2011. Welcome

greenews.info

We Suggest This Video. Thank You

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A

Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚Ä̬†

windoweb.it

Thank You very much¬†¬† for looking at my website. I‚Äôm a writer of fiction and fantasy literature, and this site is about my¬† creative work. ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ, and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ, are entered into second year and You can look what I produced here at this time. Many works I repeated here from my Facebook Pages, where I wrote many notes about many Themes, and where You can look at Youtube, Video, Photo, and where You can read many fantastic stuff that I wrote, novels, short stories, and my¬† pictures and illustrations, by the links published in my articles of ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ . I hope very soon to change my site, and to publish my narrative work and fantastic, novel or short stories. Thank¬† you for You comment or¬† opinion¬† after visiting my site. You write something and¬† You leave an address, I‚Äôll give you answers. Enter You in the Website ‚Äú fantastikalbi.it‚Ä̬† here. Thank You very much. salvo. ¬†

 

 

I Robot, mr. ASIMO. 

  

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You 

  

Back Pages:

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855
http://www.fantastikalbi.it/?p=1328

 

Facebook in Fantastic.it n.13 and Bifore.

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

Facebook Page. SalvoGagliardoProfile

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it 

 

La letteratura fantastica

by

Salvo Gagliardo

I figli della macchina. The Sons of Machine.

Premesse. 1

La letteratura fantastica ha ufficialmente inizio nel XVIII secolo con la grande trasformazione sociale in atto, rivoluzione borghese & industriale, e il Romanzo Gotico. Si tratta di un vento esplosivo e trasformante che ha modificato ¬†il mondo, dapprima come un abbrivo accelerante e via via ha portato ad una modificazione radicale delle strutture sociali, politiche ed economiche. Una vecchia civilt√† basata sui privilegi di classe e mancanza di veri diritti individuali, veniva spazzata via dal vento delle ¬†due grandi rivoluzioni di massa, quella francese e quella americana, e da una rivoluzione delle strutture produttive, ossia la rivoluzione industriale preparata e nata in Inghilterra, ma successivamente espansa in tutto l‚Äô Occidente, per poi passare a l‚Äô intero mondo. Un passaggio violento e deflagrante¬† la cui potenza si √® spinta fino ad oggi, un vero big bang i cui effetti sono ancora in atto. La trasformazione industriale del mondo ha portato dapprima l‚Äô Europa e l‚Äô Occidente al passaggio epocale da un‚Äô Era a struttura contadina, ad un‚Äô era dominata dalle macchine e dalle nuove energie, come quella del vapore o l‚Äô energia elettrica, un passaggio non indifferente segnato da disordini e rivoluzioni cruente. Le nuove energie permettevano ad una societ√† rinnovata anche demograficamente di sognare mondi ancora ritenuti impossibili o inimmaginabili, e di espandere il proprio Io demiurgico ¬†all‚Äô Infinito, ma anche di potenziare le virt√Ļ predatorie ed aggressive,¬† proprie ¬†della specie umana, rafforzando una et√† ¬†Coloniale ed Imperiale legata chiaramente alla vittoria e all‚Äô affermarsi della classe borghese. Andando al potere questa borghesia aveva oscurato e messo da parte i grandi poteri del passato, aristocrazia, corona, chiesa, costruendosi formidabili strumenti di attacco e di difesa e creando le premesse delle guerre moderne molto distruttive, sostenute da armi ¬†e armamenti ignoti al passato; oggi la Guerra Civile americana √® considerata la prima guerra autenticamente moderna, la prima guerra legata alla industria pesante.

Intanto le nuove scoperte scientifiche e le scoperte nel campo della medicina e della biologia, supportate  da un miglior ed efficiente uso della ragione prammatica, innescavano una esplosione demografica in Europa alla fine del Settecento. Le città si sovrappopolavano creando nuovi bisogni e nuovi problemi e questioni sociali. La povertà antica spariva per dare luogo alla miseria delle città e quello che prima era vissuto con tolleranza nelle nuove  città diventava disaggio e alienazione. Così i problemi di sempre legati alla vita assumevano nuovi aspetti e forme come delinquenza, criminalità, follia e prostituzione. L’ antico sfruttamento  dell’ uomo e delle risorse, veniva ora sorretto da strutture razionali e ordinatrici, fondate sui principi dell’ Illuminismo e delle nuove scienze. In apparenza sembrava essere cambiato poco. Erano i mali di sempre, nella realtà stava cambiando tutto.

………continua.

©salvogagliardoproduzione. Gennaio 2011. All rights reserved.

 Link I Figli della Macchina 2

http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

Link I Figli della Macchina 3

http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

  

metaforum.it

The Grandchildren of Philip Kindred Dick

Se lo scrittore Philip Kindred Dick √® oggi ai massimi gradimenti della fantascienza del XX e del XXI secolo, egli √® senza dubbio il referente cultuale e il nume tutelare¬† pi√Ļ adatto a rappresentare quella corrente di¬† scrittori americani che vengono riuniti nel composito movimento di rinnovamento del genere¬† chiamato¬† Cyber Punk. Come Dick, esso ha aperto le porte della Science Fiction alla high tec pi√Ļ hard coniugandola al pop underground. Un pugno di giovani scrittori che negli anni Ottanta si sono adoperati¬† rinnovare i canoni della fantascienza sempre in bilico di estinzione vista la velocit√† con cui le tecnologie si rinnovano e invadono il quotidiano. Diversi di loro vengono dal rock e dalla musica, altri sono stati affascinati dal fumetto, dai video clip, dalla moda. Computer, interfaccia, ingegneria genetica, protesi high tec dilagano nelle loro pagine intelligenti in un gioco abile in cui la fantapolitica, il dominio delle multinazionali, le droghe sintetiche e la musica a tutto rock si trasformano in storie fantastiche, intricate, labirintiche¬† e inquietanti,nuovi segnali di generazioni che hanno sentito¬† con disagio il dilagare del potere insito nelle tecnologie e nelle scienze.¬† William Gibson, Bruce Sterling, Paul Di Filippo, John Sherley, Pat Cadigan, Rudy Rucker sono stati I nuovi profeti di un mondo dominato¬† dalle televisioni, dai computer, dalle industrie¬† biogenetiche, non scostandosi per√≤ da un linguaggio codificato che √® quello della fantascienza tradizionale¬† americana di cui¬† sono stati gli esponenti pi√Ļ giovani. E trattandosi di un nume¬† tutelare¬† come¬† Phil Dick, non √® stato estraneo al loro messaggio la forte connotazione politica e sociale del loro movimento.

Nel 1986 fu pubblicato quello che può essere definito il manifesto del gruppo, la splendida raccolta di 12  ottimi ed intelligenti racconti chiamata Mirrorshades, e curata da uno del gruppo, Bruce Sterling. Giovani scrittori puri, usciti  dalle Università americane, e non dalle scuole di sceneggiatori di Hollywood,  con alle spalle varie esperienze per diversi di loro  anche musicali, come John Sherley, e che hanno vissuto, anche se sul finire,  gli anni del Vietnam e di John Kennedy,dello sbarco sulla Luna e della Guerra Fredda.  Ma la loro estraneità al mondo del cinema non ha impedito di legare il loro movimento a film cult di allora, come Blade  Runner, Matrix, Atto di Forza, Videocrome, Terminator o   RoboCop e  ai film di  Cronenberg. Ma  i loro referenti maggiori sono stati gli scrittori, da Huxley a Orwell, a Burroughs,a Zelazny a Jeter, a James Ballard. Ma fra tutti resta spicca naturalmente il super paranoico e geniale scrittore della costa californiana Philip .K. Dick.

E volendo estrarne fra loro qualcuno senza far torto agli altri, salta fuori William Gibson con il romanzo Neuromante del 1986, divenuto quasi il romanzo pi√Ļ rappresentativo dell‚Äô avanguardia e che ha trattato con l‚Äôabilit√† di scrittore consumato il tema dello Spazio Virtuale o Cyber Spazio e degli Hacker o pirati informatici. E non tralasciando nessuno di loro che hanno anticipato stili¬† e mode, John¬† Sherley ad esempio, o Pat Cadigan, Paul Di Filippo di Providence Rodhe Island, ha dato vita ad un ulteriore filone fantascientifico chiamato Steampunk,

Steampunk e Cyberpunk sono quindi state delle forme narrative molto sofisticate, intelligenti, ironiche e spesso scherzose che lentamente nel tempo si sono andate aprendo al fantasy, alla fantapolitica, all’ utopia o alla distopia fantastica, al gioco molto ben calibrato di mescolanza di generi, che in qualche modo possono ricordare certi giochi letterari del tardo Settecento fra illuminismo e romanticismo, e dove Jules Verne si mischia a Frankenstein, alla Macchina del Tempo ,  a Internet e alla Virtualità 3D. 

Interamente scritto da Salvo Gagliardo

UFO In Picture

By

Salvo Gagliardo

Bagliori nel Buio.1993

Fyre in The Sky.1993

La strana avventura di  Travis Walton

Travis Walton. The Strange Adventure

Luci  nella foresta e il mistero dei boschi. Una storia di boscaioli e di  gente venuta  dallo Spazio

Lights in the forest and the mystery of the woods. A history of lumberjacks and people from outer space

 

Sembra un episodio tratto¬† dalla serie ¬†X Files e con cui ¬†ha molto in comune. Ma l‚Äô interessante √® che questo storia estrema ¬†non √® stata creata dalla fervida fantasia ¬†di Chris Carter, ma sembrerebbe realmente accaduta almeno nella testimonianza dei cinque personaggi che l‚Äô hanno vissuta. Una storia degna di una fiction, e lo √® ¬†diventata pi√Ļ tardi ¬†portata sugli schermi dal regista R. ¬†Lieberman. Ma il film ha dato ¬†nuovi aspetti alla storia che nella realt√† non erano presenti. Una storia tutta country, di boschi e cittadine rurali delle With Mountains. Una storia tutta americana insomma con boscaioli dalle camice a quadri e motoseghe, ma anche a quanto sembra, una storia di rapimenti alieni. Snowflake √® un villaggio rurale, Arizona, ¬†antica contea di Navayo, vecchia ¬†¬†residenza dei nativi americani. Fondata nel 1878¬† da pionieri mormoni.¬† E di loro oggi svetta¬† ‚Äô il tempio dei Santi degli Ultimi Giorni, costruito nel 2002. E Snowflake sarebbe rimasto un luogo anonimo di gente¬† anonima se ¬†alcuni suoi giovani concittadini, Ken Peterson, John Goulette, Steve Pierce, Allen Dallis e Dwayne Smith, Mike Rogers, ¬†e poi Travis Walton, non avessero al ritorno del lavoro quella sera del ¬†¬†5 novembre del 1973 raccontato una storia incredibile degna di un racconto di HP. Lovecraft. Tutti boscaioli e tutti legati alla Apache Sitgreaves National Forest, erano partiti di mattina all‚Äô alba con il furgone di Mike Rogers , per disboscare ¬†¬†Turkey Springs, ma il loro ritorno sarebbe stato segnato dal dramma e dalla incredulit√†. Sembrerebbe la storia di cinque¬†¬† boscaioli nel bosco ma¬† si √® trasformata in una sorta di saga spaziale. Di questa vicenda restano il libro biografico di Travis Walton¬† The Walton Experience del 1978, il fiume di saggi ed articoli scritti su di loro e il bel film di Robert Lieberman, Fire in The Sky. Bagliori nel Buio, del 1993. Con D.B. Sweeney¬† e Robert Patrick.

Ma sia nel libro che nel film la storia  che si era avviata sui binari della fantascienza  si trasforma  subito   in un  giallo con lo sceriffo del villaggio  rurale e la polizia locale. Una storia di cinque ragazzzi e di uno fatto fuori dagli altri, forse per vendetta, forse per rabbia, forse per altro. Una storia truce ma molto comune da quando Caino ed Abele sono esistiti. Ma  chi  ha fatto fuori materialmente  Travis Walton che scompare per diversi giorni  dopo che un Disco Volante arroventato di luce, un bagliore strano ed accecante  che ha incendiato il bosco  al tramonto  e uno  strano fascio di luce blu lo  ha mandato a terra quasi morto dopo che   lo spericolato Travis si era avventurato fuori dalla macchina fin sotto l’ insolito Disco  Volante? E’ quello che subito si chiede la polizia, trascurando naturalmente la storia del Disco Volante. Infatti, a parte il racconto delle Luci infuocate e della strana visione a cui la polizia non presta chiaramente  fede, sta l’ introvabilità di Walton malgrado elicotteri, cani ed uomini lo abbiano cercato tutta la notte per quei boschi fitti di alberi. Così è nel libro, e questo  è nel film, che rispetto alla realtà si  è arricchito di personaggi e nuove storie. Qui vediamo un Robert Patrick che nelle vesti di Mike  Rogers è  padrone del furgone con cui i quattro tornano a casa, e che vedremo anche nella seconda serie di X Files come  Agente John Doggett e che rivedremo  in Terminator 2 come antagonista  di Schwarzenegger, o come padre del cantante country Johnny Cash……………….(continua). Scritto da salvo gagliardo.

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=313945979416

 

 lavergogna.blog.kataweb.it

Cool Stuff in The Universe and in the Fantastic literature.

Oggetti fantastici dell’ Universo e  Stati Singolari della materia.

Premessa: Singolarità nella letteratura fantastica 

  

Buco Nero. Black Hole, Dark Star. A caccia di Stelle Nere.  

Buco Nero, un termine ormai stranoto, che io Salvo Gagliardo scrittore di fantastico e fiction, qui ho mutuato dalla fisica e dall’ astronomia, e che io ho applicato nel mio studio di questa strana letteratura per identificare una quantità di soggetti e temi che hanno a che vedere con una singolarità, o stato singolare presente nelle storie lette e narrate. E’ chiaramente qui inutile a titolo di esemplificazione per chi è appena addentro all’ argomento richiamare uno per tutti lo scrittore di Providence Rhode Island U.S. Howard Phillips Lovecraft,che io considero in toto un vero buco nero, uno squarcio spazio tempo nella letteratura in genere e in quella fantastica, una singolarità in cui tutto quello che è entrato, è stato trasformato o stravolto da una mente davvero strana e singolare. E per estensione, tutto il mondo altro o diverso, regione preferita da certi scrittori, è da considerarsi una vera singolarità in senso fisico e scientifico, e buchi neri sono i suoi eroi o antieroi di questa letteratura, i suoi personaggi a tema, come il vampiro, la strega, lo spettro, il lupo mannaro, la famiglia gotica e grottesca è davvero numerosa e le sue stanze sono sovraffollate.

Sir Arthur  Eddington, illustre astrofisico anglosassone, una volta ebbe a dire- Penso che debba esistere in natura una legge che impedisce ad una stella di essere così assurda!- Ciò era riferito naturalmente al  black hole, che cominciava ad essere studiato. La letteratura fantastica fin dalle sue origini sembra avere condiviso il sospetto dell’ illustre scienziato britannico. E infatti chi vi finisce dentro viene estraniato dalla <<realtà>> e per questo scomunicato e condannato dal mondo civile, il suo destino è la follia, una casa di pena, o il suicidio. Un destino inevitabile nella Era Vittoriana, ma oggi ancora funzionante nel meccanismo narrativo. Un Buco Nero trasforma ogni cosa in sé stesso e  tende a trasformare l’ intero Universo in una strana e stravagante singolarità che forse solo la materia oscura del Cosmo  può nascondere  fra le sue pieghe misteriose. Una visione agghiacciante, ma possibile.

Ma prima di affrontare il tema dal punto di vista squisitamente scientifico, qui mi chiedo- Che cosa è un B. H.? E scusandomi con gli addetti ai lavori per le mie semplificazioni, sono uno scrittore di fantastico e non uno  scienziato, io dò qui  qualche breve cenno della storia di questo strano, stravagante, forse drammatico, ma di sicuro affascinante personaggio della fisica e dell’ astronomia.

 

1915. Lo scienziato e fisico tedesco Albert Einstein ha da poco dato alle stampe la sua prima fatica circa la Relativit√† Generale, il ¬†Continente europeo √® di nuovo in guerra, ma stavolta si tratta di una guerra davvero << fantastica>> che coinvolge una parte dell‚Äô intero pianeta, si tratta della Prima Guerra Mondiale, o della ¬†prima guerra totale della storia. Un altro tedesco, anche lui scienziato ed astronomo, non pi√Ļ giovane, ha 42 anni, si trova a combattere sul fronte russo. Si chiama Karl Swartzschild, e oltre all‚Äô astronomia √® appassionato di chimica e di evoluzione stellare. Dal fronte invia delle lettere al suo pi√Ļ illustre collega, non per ragguagliarlo sulle sorti della guerra, Einstein si sa √® un pacifista, ma per disquisire su alcuni temi e problemi che la relativit√† generale ha sollevato nella sua fervida mente, insomma, un affare di bottega questo, ossia sul comportamento della materia quando si trova concentrata nella supermassa di un piccolo e limitato volume, poniamo quello di una stella. Swartzschild rispolvera¬† certe intuizioni del secolo XVIII, e soprattutto dell‚Äô Astronomo di Corte inglese ¬†Henry Cavendish il quale fu il primo a chiedersi se nell‚Äô Universo esistessero Stelle Nere o Dark ¬†Stars.

La trattazione del meno noto collega Swartzschild splendidamente argomentata, impression√≤ Einstein positivamente, ¬†che ne elogi√≤ la trattazione ma ne mise in forse le impostazioni e le conclusioni. Ma Karl Swartzschild rester√† lo stesso famoso per avere avviato l‚Äô attenzione della scienza verso lo studio delle singolarit√† e per avere dato un nome oggi corrente allo spazio entro cui un B. H. agisce, ossia ¬†il Raggio di Swartzschild o anche Orizzonte degli Eventi. Morir√† di polmonite sul fronte un anno dopo, ma il suo nome resta legato ad uno dei pi√Ļ sconcertanti enigmi dell‚Äô Universo.

…….continua.

 

Extra  Terrestrial As God

Il Contatto sempre pi√Ļ vicino.

The Contact is Next

 

 

Considerazioni Esobiologiche di Salvo Gagliardo

1.  Verso il Contatto. We are going to the Contact.

Se negli Anni Cinquanta la possibilit√† di un Contatto con Creature Venute dallo Spazio appariva scioccante e pericoloso, se non devastante¬† anche alle grandi Societ√† americane¬† di Ricerche Sociali, oggi questo Contatto forse avrebbe meno impatti drammatici presso la popolazione mondiale. Ormai ci siamo abituati a considerare il Cosmo popolato da Intelligenze con cui ci sforziamo di entrare in contatto, anche se forse per paura o altro le collochiamo molto distanti da noi. Ci perdiamo in immaginazioni e fantasie super astronomiche considerando l‚Äô infinita quantit√† di galassie di cui √® formato l‚Äô Universo. Se la Scienza ci ha abituati al sospetto, la stessa Scienza ha dilatato la nostra immaginazione verso l‚Äô impensabile.¬† Siamo insomma tornati nel Passato quando la vita negli altri pianeti e stelle era data quasi per certa, cercando naturalmente di farla franca con l‚Äô Inquisizione, avvolte non ci si riusciva allora qualcuno come Giordano Bruno finiva al rogo. Se solo pensiamo all‚Äô Ottocento questa volont√† di cercare nostri simili nel Sistema solare era davvero sbalorditiva cos√¨ da portare eccellenti astronomi e uomini di Scienza a immaginarsi le infinite diversit√† di vita nei pianeti attorno e in quelli pi√Ļ distanti. Poi √® giunta l‚Äô osservazione astronomica pi√Ļ diretta e particolareggiata, allora sono caduti i castelli sognati e i canali marziani si sono evaporati per dar luogo a desolate pianure e deserti. La Luna non poteva ospitare la vita, e Venere, un pianeta caro quanto Marte a chi pensava di trovarvi¬† la vita, si scopriva un autentico inferno ribollente. Naturalmente quasi a compensare questa disillusione nascevano gruppi ed appassionati di UFO¬† e nasceva l‚Äô ufologia assieme agli UFO. Nascevano¬† i contattisti con il fantastico polacco¬† americano George Adamski che in barba alla scienza asseriva di avere preso contatti con gli abitanti di Venere e che sulla Luna c‚Äôerano creature come noi e anche altrove. Presso l‚Äô opinione pubblica e i lettori dei giornali nasceva una nuova sensibilit√† verso i problemi dello Spazio e nascevano paure ed attese, mentre i primi uomini si accingevano a porre piede sul nostro unico satellite naturale. Forse la gente comune era andata pi√Ļ avanti dei laboriosi e cauti¬† abitanti dell‚Äô arroccata e difesa cittadella scientifica? Forse si. Naturalmente cittadini del tutto rispettabili di questa cittadella, come l‚Äô astrofico ed astrobiologo americano Carl Sagan da una parte metteva in guardia la cittadella da una cattiva informazione scientifica dilagante e quasi oscurantista che tirava fuori superate astrologie e alchimie di ogni sorta, per avvalorare ipotesi che invece andavano profondamente provate, ma dall‚Äô altra spingeva l‚Äô immaginazione della gente comune verso mondi¬† ancora da scoprire e verso possibilit√† strabilianti offerte¬† dalla scienza¬† all‚Äô uomo futuro. Sagan fu il pioniere del SETI e della Esobiologia, una branca dell‚Äô astronomia oggi ben¬† affermata nella sua identit√†‚Ķ(continua). Scritto e redatto da Salvo . 2011.¬†

 

 

Albi di FantastiKa 

Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world. 

 

 

La Nave Maledetta

Racconto fantastico di mare

by

Salvo Gagliardo

 

 

Presentazione

Come ciascuno sa, acqua e meditazione sono sposate per sempre

H. Melville

 

La mia Nave Maledetta, un racconto fantastico sul tema del Vascello Fantasma, ¬†√® una storia composta di due parti, cronologicamente e geograficamente diverse. Potrete trovarvi dei riferimenti ad E.A. Poe¬† ed¬† anche ad H. Melville. Ma non solo, perch√© per i pi√Ļ avveduti non sfugge il legame con Stevenson.

La prima parte appartiene al XIX secolo, ed è la cronaca di un viaggio straordinario fatto dal giovane Ismaele Cotton sul brigantino inglese Victoria diretto alle  isole indonesiane, ma che un tremendo destino trascina fino al Capo Horn dove incrocia  un galeone fantasma, il Varken, un gigantesco veliero del  XVII secolo, e che trascinerà il Victoria nel fondo degli abissi marini. Sulla nave, Ismaele Cotton, conosce un singolare marinaio, Nietzskin. Che presto si rivelerà come uno degli uomini dell’equipaggio dell’antichissimo Varken.  L’agghiacciante figura di Mizar Nietzskin, consegnerà al giovane Cotton, prima che il Victoria sia trascinato nel fondo degli Oceani, un vecchio diario di bordo, in cui consiste la seconda parte della nostra  storia.

Essa consiste quindi in un vecchio ed ingiallito diario di Stephanus Sartorio, un marinaio del Varken, il cui capitano √® Skimmel Kakkerlak, un sanguinario pirata olandese. Infatti la sua nave batte bandiera olandese e percorre le rotte commerciali delle Indie,¬† da Batavia alle¬† Isole indonesiane fino in Europa e nelle Americhe. Skimmel √® venuto in possesso di un antico idolo d‚Äôoro sottratto con la forza alle trib√Ļ locali. Su questo pesa la maledizione di un vecchio stregone che Skimmel ha fatto uccidere crudelmente. L‚Äôidolo sar√† la rovina del crudele pirata, lo porter√† alla follia e trasciner√† la sua nave e l‚Äôequipaggio negli abissi infernali delle correnti di Capo Horn dove il Varken per un’ antica maledizione sar√† costretto a veleggiare fino al Giorno del Giudizio.

Idea e stesura della Presentazione di Salvo Gagliardo. All rights reserved.

If You are interested, You can write down. Thank  You

Gentile visitatore Ti fornisco qui dei link interni al mio sito per aggiornarti su pagine non  immediatamente visibili del mio  Website. Grazie.

Hollywod Fiction: The Lord of The Rings. A Trilogy

http://www.fantastikalbi.it/

Hollywood Fiction: Alien Movies

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=21

Some Links fron my Facebook Pages

 http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/notes/salvo-gagliardo/science-fiction-storycyber-punk-passion-pop-underground-and-cyber-technology/10150132142109417 

 http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/notes/salvo-gagliardo/jrrtolkienthe-lord-of-the-rings-il-signore-degli-anelliwen-the-high-fantasy-beco/10150130738899417

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/notes/salvo-gagliardo/ufo-in-picturefyre-in-the-sky1993travis-walton-the-strange-adventure-lights-in-t/10150126166459417

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.

 

 

 

  

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address.

Welcome. Salvo.

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it

info@fantastikalbi.it

Thank You Much.

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo Produzione.2011. All rights reserved

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic literature writer.5

sabato, 5 marzo 2011

 

2011. Welcome

allthings.altervista.org

We Suggest This Video. Thank You

http://www.youtube.com/watch?v=1eBDmMsGp-A

Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚Ä̬†

 bambini.ehl2000.com

Thank You very much¬†¬† for looking at my website. I‚Äôm a writer of fiction and fantasy literature, and this site is about my¬† creative work. ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ, and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ, are entered into second year and You can look what I produced here at this time. Many works I repeated here from my Facebook Pages, where I wrote many notes about many Themes, and where You can look at Youtube, Video, Photo, and where You can read many fantastic stuff that I wrote, novels, short stories, and my¬† pictures and illustrations, by the links published in my articles of ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ . I hope very soon to change my site, and to publish my narrative work and fantastic, novel or short stories. Thank¬† you for You comment or¬† opinion¬† after visiting my site. You write something and¬† You leave an address, I‚Äôll give you answers. Enter You in the Website ‚Äú fantastikalbi.it‚Ä̬† here. Thank You very much. salvo. ¬†

 

 Salvo Gagliardo  

 

I Robot, mr. ASIMO. 

 

   

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You 

  

Back Pages:

http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855
http://www.fantastikalbi.it/?p=1328

Facebook in Fantastic.it n.13 and Bifore.

http://www.fantastikalbi.it/?p=1777 

Facebook Page. SalvoGagliardoProfile

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it 

We Suggest

We Suggest This  Video-YouTube. Thanks.

  http://www.youtube.com/watch?v=LBL_Z-zO47A

Federico Fellini.

Un  Grande fra i Piccoli, un Poeta a Cinecittà. Omaggio.

Cantore dei nostri sogni e poeta  di romanzi di Provincia.

Federico Fellini. A Great among Children . A Poet in Cinecittà. Homage.

Cantor  of our Dreams and   Provincial  novels

Dall’ Italia fascista,  all’ Italia del boom industriale  e del consumismo. In una Italia ancora cattolica e contadina, Fellini ha anche cantato i fasti, i sogni e le disillusioni di una Roma  uscita  dalla guerra, e di un mondo che non ha perso la capacità di sognare e immaginare.

Nato a Rimini nel 1920 e morto a Roma nel 1993, Federico Felini  nasce come vignettista e sceneggiatore di  riviste illustrate del tempo.

Queste note vogliono essere un omaggio forse al pi√Ļ grande poeta del Cinema, e ad una fratellanza artistica che accomuna¬† Charlie Chaplin, Federico Fellini e Ingmar Bergman nell‚Äô Universo del cinema. Un saggio sugli apporti dati al linguaggio cinematografico mondiale da questo artista di provincia nato a Rimini, ma spostatosi presto a Roma. forse √® ancora da ultimarsi. Riconoscimenti gli sono venuti da tutto il mondo, basta qui ricordare uno per tutti¬† l‚Äô americano Woodie Allen. Ma l‚Äô elenco sarebbe tantissimo, da Kubrick a Spielberg ai grandi registi giapponesi e russi. Se i piccoli scompaiono sotto analisi corrosive e spesso inclementi, Fellini ha resistito sebbene gli ultimi anni hanno forse segnato i suoi limiti¬† artistici ed una incapacit√† di rinnovare la sua verve e il suo bagaglio creativo. Ma √® il mio pensiero.

 

 

 

Albi di FantastiKa 

Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world. 

I begin here showing  The Snack Isle, a modern fairy tale, a novel with many illustrations. This work was written by me many years ago, in the  Eighties. Here You read the introduction to work and your summary or synopsis and your Index. Thank You. 

 

  

  

  

    

 

 

Il Re dell’ Isola del Serpente

A fantastic modern fairy tale   

By

Salvo Gagliardo

Presentazione & Sinossi

 

Abele Holywriter è l’ Io narrante, il  testimone fedele,  di una storia incredibile e fantastica. E’ colui che assembla i frammenti pieni di stupore e meraviglia di un racconto  sicuramente fuori dall’ ordinario che ha coinvolto  e sconvolto la vita di un giovane americano del Montana, David Wakingot, un ragazzo che ha vissuto l’ infanzia e l’ adolescenza in compagnia di Noa Wakingot, il vecchio padre appassionato di caccia e di esplorazione , amante della natura selvaggia, che ha trasmesso a David l’ incanto e la magia delle foreste del Nord

La storia potrebbe definirsi un fantasy metropolitano, ma dentro c’è la fantascienza, il mistery, la fiaba per ragazzzi, l’ esoteric novel.

Ma un giorno il vecchio Noha Wakingot muore, e il giovane ne resta profondamente sconvolto. E per superare la crisi David decide di scendere nei climi pi√Ļ miti della California, dove Tobia Wiwestar, un fratello della madre, zio Toby, possiede una bella casa a¬† strapiombo sull‚Äô Oceano Pacifico,¬† su una collina fantastica chiamata Millkill, la Collina Bianca, o la Collina di Latte, poco distante da San Francisco. Ed √® in questa citt√† che il giovane si iscrive ai corsi universitari di medicina e conosce Abele Holywriter che possiede un piccolo studio di psicanalista negli Oriental Quarters ¬†¬†di questa citt√†. A Milkhill fa la conoscenza di Galaxy, la bella e giovane cugina che viva nella splendida villa di Toby Wiwestar.

Holywriter quindi è lo scriba sacro della storia, ma anche il medico che cercherà di curare le depressioni e i disturbi di David. E’ colui che mette  insieme frammenti di una storia fantastica sotto forma di confessioni, di confidenze, di sedute psicanalitiche,  e sostenuti da sopralluoghi e escursioni personali, così  il racconto riesce a stare in bilico fra fantasia, sogno e realtà. Stralci di cronaca si mischiano a storie immaginate o sognate, e alla fine della fiction assistiamo al lieto fine, Wakingot che sposa  la cugina Galaxy da cui ha un figlio.

David Wakingot giunto a San Francisco si iscrive al primo anno di Medicina presso  l’ Università della città per consiglio di Abele Holywriter. Ma presto il  giovane accusa depressioni, idee ossessive, incubi notturni.  Fastidiose emicranie. E deve ricorrere alle cure di Holywriter. Ha preso in affitto un piccolo appartamento di fronte al Golden Gate, in cui si immerge in fantasticherie, posseduto da strane visioni ad occhi aperti, da  voli sfrenati dell’ immaginazione, accompagnandosi spesso  con i suoni di una strana chitarra su cui esegue strane  melodie, e spesso in compagnia di Galaxy, e di un bellissimo gatto persiano che se ne sta sovranamente accucciato su una poltrona di velluto azzurro.

Finch√® giunge <<la notte del porto>>. E‚Äô una giornata di pioggia e di temporali a San Francisco. La nebbia avvolge la citt√† sollevandosi dall‚Äô Oceano, i fulmini squarciano il cielo. E‚Äô sera e Wakingot dopo avere atteso Galaxy che non √® giunta, si avvia come trasognato verso il porto con il suo fuoristrada. Qui ¬†incontra uno strano personaggio fra la nebbia e lo scrosciare della pioggia. E‚Äô l‚Äô indio Tutark lo zoppo, una bizzarra figura molto pittoresca ed agghiacciante, che avverte Wakingot di una futura catastrofe¬† e lo mette in guardia da certe suggestioni e fantasie della mente¬† che potrebbero perderlo. Si tratta di un ubriaco o di un povero barbone emarginato? Di un vagabondo o di uno strano profeta? Forse di un Mago? Quesiti che Wakingot non riesce a risolvere. Sembra che una maledizione celeste ¬†pesa ¬†su un antico e potente re della Terra, dalle cui malie ¬†Wakingot deve starsene lontano. La voce cantilenante di quella strana creatura narra alle orecchie incantate e stordite del povero Wakingot la storia di un re e di una maledizione, di un re che <dorme>> sotto un enorme vulcano in un‚Äô isola del Pacifico. Il suo nome √® Nunar Nash. Il re cercher√† con le sue arti magiche di attrarre nell‚Äô isola¬† dove dorme un lungo sonno il giovane per servirsi della sua straordinaria forza psichica e tornare in vita. David viene sconvolto da questa strana storia e sviene. Viene ritrovato al mattino e portato in un ospedale della citt√†……(continua)

 

The Island of  the Snake

A fantastic modern fairy tale  

Synopsis  and Presentation

1. Abel Holywriter

 

Abel Holywriter ‘s ¬†the first-character and the¬† ¬†narrator of ¬†an incredible story, and many fantastic. He ¬†assembles the fragments, awe and wonder, of a story safely out of the ordinary, that involved the life of a American young, ¬†born¬† in ¬†Montana, David Wakingot, a boy who lived, childhood and adolescence, ¬†with ¬†Noah Wakingot, the old father hunter and explorer, lover of wilderness, which gave ¬†to David ¬†charm and magic of the forests of North

The story could be called an urban fantasy, but inside there is a science-fiction, mystery, fairy tales for kinds and , the esoteric novel also.

But one day the old Noha Wakingot dies, ¬†and the young man is deeply upset. And to overcome the crisis David, he ¬†decides to fall in the warmer climates of California, ¬†where Toby Wiwestar, a mother’s brother, uncle ¬†Toby, has a beautiful house overlooking the Pacific Ocean, on a fantastic hill called Millkill, or ¬†White Hill, or Milk Hill too, near ¬†San Francisco city. And It‚Äôs in San Francisco ¬†that the young man enrolled in university medicine courses, ¬†were he knows ¬†Abel Holywriter, the narrator,¬† ¬†who has ¬†a small studio ¬†for psycho analyst, in the¬† Oriental Quarters of the city. To ¬†Milk-hill he meets a ¬†beautiful girl, the ¬†young cousin who lives in the belle house ¬†villa of Toby Wiwestar.

David arrived in San Francisco city, he enters the University, and  the first year of Medicine, recommended by Abel Holywriter,  the  sacred scribe of history, and the doctor of metal disorders of young man. In effect and very    soon,  David  accused depression, delusion, nightmares, annoying headaches. He  rented a small apartment across the Golden Gate, which is immersed in fantasy, possessed by strange visions with open eyes, by  flights of imagination, and often  accompanied by the sounds of a strange guitar and  strange  melodies,  oft in the company of Galaxy, and a beautiful Persian  cat that lies curled in a chair supremely blue velvet.

And here we come to ¬†<<The night‚Äôs port >>. It ‘s a day of rain and thunderstorms in San Francisco. The fog envelops the city, it‚Äôs ¬†rising from Ocean, lightning pierce the sky. I‚Äôs evening, and Wakingot waited in vain the¬† with the cousin, ¬†Galaxy, she did not come, And he, as if in a dream, leads ¬†to the port his jeep. There she meets a strange man in the fog and the pelting rain. It ‘s the Indian Tutark, the lame, a strange figure very picturesque, which ¬†warns Wakingot ¬†about a future disaster and about ¬†of some suggestions and fantasies of the mind, these ¬†could damage him tragically! This is a drunk or a poor homeless outcast? Maybe¬† is ¬†this a tramp or a strange prophet? Maybe ¬†Wizard? Questions that ¬†he can not solve. An heavenly ¬†curse weighs on an ancient and powerful king of the Earth, Wakingot must take this away. The sing-song voice of the strange creature stuns¬† and ¬†enchants, the ears of the poor Wakingot, and it tells ¬†the story of a king and of ¬†a curse, an ancient ¬†king sleeps under a huge volcano in an island of ¬†the Pacific Ocean. His name is Nunar Nash. The king will try with his magic arts to attract in the¬† mysterious island, ¬†where he sleeps a long sleep, the young man by ¬†extraordinary mental strength of Wakingot,¬† ¬†and¬† to return to live . David is upset by this strange story and he ¬†passes out. Is found in the morning and taken to a hospital in the city‚Ķ‚Ķ..

………..continue

 

Chiaro di Luna

Soggetto

Prima parte

Centro Spaziale

 

E‚Äô la vigilia di Natale del 1996 a Los Angeles. In¬† casa Glasswater, come altrove, ci si prepara a festeggiare la Notte Santa. In giro ci sono abeti scintillanti con palline rosse ed azzurre, e vari altri addobbi natalizi. Vi √® anche un grosso televisore acceso di marca tedesca che sta trasmettendo in replay immagini di spettacolari¬† e memorabili sbarchi lunari ed altrettanti memorabili brani di musica classica, come la Sonata al Chiaro di Luna di Beethoven. Per casa scorazzano tre bambini schiamazzanti, incuranti del chiasso che producono, anche loro eccitati felicemente dalla festa imminente. Sono i tre figli di Ross e Nelli Glasswater. Nell‚Äôaria si respira qualcosa di solenne, infatti la NASA ha promesso al mondo intero¬† un grandioso spettacolo in diretta dalla Luna, e gi√† in quel tardo pomeriggio sta inviando alle pi√Ļ importanti¬† televisioni del pianeta spezzoni storici di sbarchi ed allunaggi che ricordano la grande avventura dell‚Äôuomo nello Spazio. Sul video scorrono, scintillanti ed accecanti, i nuovi cantieri lunari tuffati dentro fantastici crateri, e fantastiche navette che atterrano e decollano dal nostro piccolo satellite. Infatti, la prevista colonizzazione del Sistema Solare √® gi√† cominciata da anni ed il Lunar Alpha √® il¬† <<progetto>>¬† pi√Ļ avanzato.

¬†Glasswater √® un giovane giornalista in carriera dello Starring Post, un piccolo quotidiano di Los Angeles, e per lo pi√Ļ si occupa di servizi a carattere scientifico. In quel momento si prepara a trascorrere le feste in famiglia, ma all‚Äôimprovviso una telefonata dal giornale, del suo¬† vecchio capo Larry Dana, lo fa precipitare di corsa, anche se malvolentieri,nella redazione del quotidiano. Lasciata l‚Äôelegante villetta alle periferie della citt√†, Glasswater giunge di filata allo Starring, convocato d‚Äôurgenza dal capo . Dana √® un anziano al giornale, ed √® una vecchia volpe astuta, un ometto rotondo assai simile ad un grasso¬† gnomo irlandese, rossiccio e con pochi capelli sulla testa quasi pelata. Per le strade c‚Äô√® aria di festa, giganteschi pagliacci elettronici col sorriso a croissant fanno la pubblicit√† a fantastici circhi su mega cartelli illuminati da variegate luci ad intermittenza. Giunto al suo posto di lavoro, Ross, molto seccato per quel contrattempo, ascolta con pazienza lo gnomo che puzza di sigaro e di cognac francese,¬† e che gli snocciola, avvolte col tono giocoso e faceto, altre astuto e serio, una storia che ha dell‚Äô incredibile, che sconfina nel meraviglioso e nel grottesco, e che coinvolge i pi√Ļ importanti centri dello sviluppo¬† astronautico del Paese. Dapprima Ross non sa se Dana lo sta prendendo in giro, forse in vena di scherzi per rifarsi della recente scomparsa della moglie. Lui per√≤ continua ad ascoltare pazientemente il capo,fumando le sue sigarette preferite ad alta concentrazione di nicotina. Ma cos‚Äô√®¬† davvero¬† successo?¬† E‚Äô successo che Dana ha ricevuto un plico di foto e documenti¬† a carattere riservato¬† da un mittente sconosciuto che riguardano il lavoro che la NASA sta portando avanti sulla Luna. Si tratta di documenti rigorosamente top secret, coi sigilli di massima¬† riservatezza, delle autorit√† governative e dei Servizi di Intelligence, insomma, roba che scotta. Alcune foto mostrano gli astronauti alle prese con dei vistosi frammenti, dei reperti trovati sul suolo lunare, e che fanno pensare ai resti di qualche veicolo spaziale, forse un‚Äôastronave. Inoltre , la stranezza consiste nel fatto che i segni e le lettere incise sopra fanno credere che l‚Äôoggetto sia giunto sul satellite nel lontano 1869, niente di meno che al tempo di Jules Verne! Alcune delle scritte sono fra l‚Äôaltro in francese. Presto per√≤ Ross deve rendersi conto che Dana non sta affatto scherzando, n√© che ha fatto fuori un‚Äôintera¬† bottiglia di cognac francese, e n√© che ha deciso di trasformare quel 24 dicembre nel primo giorno di aprile! A Glasswater non resta che continuare a fumare le sue sigarette preferite, le amate Strike e mettersi al pi√Ļ presto al lavoro, seguendo le direttive dell‚Äôanziano redattore,¬† cercando di affrontare le ire di Nelli, la giovane moglie, che naturalmente vorrebbe che Glasswater¬† trascorresse la festivit√† in famiglia.

¬†Cos√¨, quel tardo pomeriggio del 24 dicembre, Ross torna a casa con sotto il braccio quel¬† malloppo di stranezze che gli ha consegnato Dana. C‚Äô√® Nelli¬† davanti alla porta ad accoglierlo, indaffarata a preparare la cena natalizia e a tenere testa ai tre vocianti bambini di casa Glasswater. Il giornalista¬† si tuffa subito nel suo strano¬† lavoro. Chiusosi nel suo studio, fra computer e carte, Ross si mette immediatamente¬† in contatto con la NASA, e parla con¬† Al Simon resposnsabile del Centro Spaziale di Houston. Ma viene a sapere che¬† lo Starring non √® pi√Ļ nelle buone grazie della nota Agenzia Spaziale per via di certi servizi irriguardosi e molto critici sulle sue recenti attivit√†. Cos√¨ Glasswater¬† ha difficolt√† a farsi¬† fissare un appuntamento con Simon che dovrebbe chiarirgli alcune cose importanti sull‚Äôambizioso progetto spaziale denominato Lunar Alpha. Ma nei giorni seguenti, √® ospite del Centro Spaziale di Houston. E‚Äô finalmente¬† riuscito a farsi dare¬† un appuntamento dal¬†¬† numero uno della NASA, Albert Simon. Questi √® un uomo piacevole e cortese, immediatamente simpatico, e mette subito a suo agio l‚Äôinterlocutore, esprimendo cos√¨ al meglio la sua alta carica nei grandi progetti di colonizzazione del Sistema Solare. Ma Ross sul lavoro √® un vero mastino, un segugio che non molla. Cos√¨ fra una Strike e l‚Äôaltra,¬† e con in mano diverse carte geografiche¬† della Luna,¬†¬† tutte cerchiate e segnate, sfida¬† l‚Äôastuto Simon a farsi rivelare¬† ci√≤ che realmente sta accadendo a 350.000 chilometri dalla Terra. Infatti i conti di Glasswater non tornano sui recenti allunaggi, e gli antichi progetti di colonizzazione lunare non coincidono con quelli resi pubblici dall‚ÄôAgenzia Spaziale, e dopo aver messo alle corde Simon, indicandogli quasi con rabbia, un punto di una¬† mappa lunare, insistendo che l√¨, proprio l√¨,¬† in quelle coordinate gli astronauti hanno trovato qualcosa che le autorit√†¬† non vogliono rendere pubblica, deve abbandonare la presa senza avere ottenuto da Simon le informazioni desiderate.Ma la storia di Ross al Centro Spaziale non sembra finita. A contatto con quel materiale strano e quasi stravagante, Glasswater assiste con piacere, ma anche con dolore, all‚Äôemersione di antichi ricordi che riguardano la sua infanzia ad Hana, un piccolo centro rurale del sud, e la storia sentimentale con Patti Wilson, una graziosa compagna di scuola, storia¬† finita malamente. Quello era il tempo in cui Ross divorava intere biblioteche di fantascienza e di storie insolite e quello fu il tempo della sua grande amicizia con Ben Hershell pi√Ļ tardi divenuto¬† un noto¬† scrittore di best seller di fantastico, fantasy ed horror, e con Billi Kauffman, figlio di un venditore di salsicciotti, per questo ribattezzato Billi Salsiccia. Intanto, mentre i flash improvvisi di memoria lo invadono caoticamente, Ross cerca di uscire da quel labirinto che √® lo Space Center¬† di Houston, ma¬† finisce dentro ad una stanza riservata ai tecnici, piena di monitor e di altre apparecchiature. Sui numerosi¬† video¬† scorrono scene inedite dei cantieri e delle basi lunari. Sono immagini piene di luci accecanti che ricordano a Ross quelle gi√† viste la vigilia di Natale sul grosso Grundig di casa. Glasswater si sofferma a guardare alcuni fotogrammi in replay, vi sono gli astronauti in tuta e casco che si aggirano in una zona che sembra controllata e perimetrata da vari sistemi di sicurezza, ed in cui su una specie di cartello si legge << The Space Sheep Here>>. Ma a sbarrare la strada alla sua curiosit√† professionale si frappone David Primrose, un tecnico in camice bianco della Base, e un famoso minerologo lunare, che lo allontana da quel posto interdetto ai non addetti ai lavori e parla a quattrocchi e con durezza a Glasswater. Primrose sembra saperla lunga su quella storia, ma come gli altri, tiene la bocca cucita e fa anche qualche minaccia al giornalista. Alla richiesta di Ross di spiegargli qualcosa dell‚Äôastronave trovata, il tecnico risponde che sulla Luna non c‚Äô√® nessuna astronave che possa destare la sua curiosit√†. Sono¬† stati trovati invece¬† dei frammenti di¬† incerta¬† identificazione, forse appartenenti a qualche sbarco segreto della vecchia Unione Sovietica. La stessa solfa sentita altre volte, pensa Glasswater.

Uscito dal Centro Spaziale, Ross si precipita a telefonare subito a  Larry Dana e gli parla del suo colloquio con Simon e naturalmente di David Primrose. Un volpaccia  astuta, commenta subito Dana e spedisce Ross a Pasadena, stavolta al Jet Propulsion Laboratory. Ross deve incontrare Frances de Luna, un brillante ingegniere astronautico e consulente scientifico dei vari Progetti Lunar Alpha. Dana si aspetta  molto da qull’incontro, e Ross deve dare prova di tutta la sua abilità professionale.

De Luna è un tipo immediatamente  simpatico e molto socievole, che mette subito a suo agio Ross. Non ha alcuna difficoltà ad ammettere che qualcosa di misterioso sta accadendo  a centinaia e migliaia  di chilometri da Terra. Ma dopo un rilassato colloquio, a Ross viene il sospetto che il mittente anonimo del plico con le foto sia proprio lui, Fances de Luna, uno dei massimi  responsabili  del progetto. Ma perché?  A quale scopo? E’ quello che il giovane giornalista  deve  scoprire.

De Luna non nega i frammenti,e aggiunge che vi √® una zona altamente radioattiva sul satellite della Terra, ma ben controllata, che alcuni astronauti tornati dalla Basi, si trovano¬† attualmente in quarantena per strani incidenti accaduti lassopra, e consiglia Ross di andare a parlare con gli astronauti. Il tecnico¬† fornisce a Ross una lista e delle foto. In tutta riservatezza, aggiunge, perch√© nel futuro sar√† pronto a negare di averlo favorito…………………(continua)

 

 

Una Storia Transilvana

romanzo fantastico di

Salvo Gagliardo

Soggetto

Siamo ai primi del XX secolo, Adrianus Ghery, un vecchio¬† medico e scienziato ungherese √® il personaggio¬† che deve svelare l‚Äô orrido mistero che si annida fra le foreste e nei villaggi della Transilvania e ¬†nelle strane morti, e non del tutto spiegate, che le tradizioni locali attribuiscono ad un vampiro. Nella sua tranquilla casa di studioso a Budapest, dove vive con la bella moglie Lena, un¬† giorno Ghery riceve una lettera con la triste notizia della morte misteriosa di Dora, una splendida ¬†ragazza e figlia di un sua caro amico, Ferenc Kondor, un ricco e agiato ¬†possidente di Erdely, la cittadina che si trova in Transilvania, nel Distretto di Cluj. Addolorato il dottore decide di mettersi al pi√Ļ presto in viaggio per saperne di pi√Ļ di quella strana faccenda. Sul treno conosce il Consigliere Meyrinck e alcuni contadini che parlano di strane morti, di ragazze uccise e di strane malattie come quella di Dora. Ed √® da Meyrinck, un vecchietto arzillo con una piccola¬† barba a punta, che Ghery apprende dell‚Äô esistenza di un certo Igor Mezen, uno strano ussaro giunto nel¬† Distretto per entrare in possesso di alcune propriet√† lasciategli da un lontano parente e ucciso di recente in un duello alla pistola. Un tipo prepotente e sempre pronto alla rissa questo Mezen, con qualcosa di sovrannaturale e di terrificante, e con un debole per le belle ragazze. Di lui i contadini della zona gi√† parlano di un vampiro. La conversazione tra il dottore ed il Consigliere continua in una locanda di Cluj, al Gallo d‚Äô Oro, dove Ghery apprende altri particolari del duello, ed infine Ghery raggiunge Erdely e la casa del suo amico Kondor, dove Ferenc che √® gi√† anziano ma ancora molto robusto vive con l‚Äô unica figlia¬† rimastagli, Eva.

Ma quella stessa notte, la ragazza viene rapita da una creatura immonda. con la complicità della luna piena, da un  essere assai simile ad un cadavere putrefatto che viaggia dentro una carrozza nera come un catafalco e che attraversa nottetempo le strade di Erdely. La mattina, Ghery fra le lacrime dell’ amico Kondor, si mette subito  sulle  tracce della ragazza e della Creatura, e giunge al Monastero  della Croce Nera, un vecchio convento in cui  vivono ancora    dei monaci, e diretto dal priore Roman Schwarzenberg. Si tratta di un’ antica fortezza appartenuta all’ Ordine dei Cavalieri Teutonici. Sembra  che la Creatura, vampiro o ciò che resta del corpo di Igor Mezen,  vi abbia trascorso una notte tempestosa, in cui  si è scontrato in una lunga ed appassionata partita a scacchi, memorabile e fatale con l’ inviato dell’ Ordine, Ladislao Zoltheny, e che lo abbia alla fine ucciso. Qui, l’ assortita compagnia di frati, fra cui Elias Tabor, Barthok,  frate Almas e Simplicio, e lo stesso Schwarzenberg, promettono di dare una mano a Ghery, di aiutarlo a scovare il vampiro dentro la  tomba di famiglia, e ad ucciderlo per sempre, trafiggendogli  il cuore con un paletto. Per raggiungere questo scopo si rivolgono al principe Bajcal, un cugino di Schwarzenberg, che vive in un fiabesco castello in cima ad una collina e che è stato l’ amico del cuore di  Mezen. La spedizione fallisce, tuttavia i monaci riescono a mettere in salvo la ragazza dagli artigli della Creatura, e a portarla dentro le mura ben protette dell’ antica fortezza teutonica. Intanto Ferenc Kondor si è suicidato per il dolore impiccandosi in un albero del suo giardino. Ma Eva che sembra al sicuro, viene di  nuovo minacciata dal vampiro, mentre l’ abbazia prende fuoco in una memorabile notte di orrore. Il dottor Ghery riuscirà a sottrarla a Mezen e a portarsela a casa, a Budapest. Qui si svolge l’ ultimo atto della storia. Mezen raggiunge Budapest e profana il tranquillo rifugio dello studioso, che in uno scontro notturno che ha del sovrannaturale, riesce a intrappolare il mostro, impringionandolo nel palazzetto neo gotico, e al mattino a sottoporlo ai raggi letali del Sole che ridurranno il vampiro ad una pozzanghera fangosa, nera e  putrescente.

 

Incarnazioni

a fantastic fiction

by

Salavo Gagliardo

‚ÄúCi sono cose che il Mondo il mondo non sa piegare, ci sono squarci che si aprono nella realt√†, attraverso cui passa l‚Äô impossibile‚ÄĚ. E‚Äô l‚Äô epigrafe della nostra storia. Due antichi Cavalieri di Jedi, divenuti mortali¬† nemici, hanno duellato sulle colline dell‚Äô antica Bretagna in un leggendario passato celtico, e per le leggi misteriose della reincarnazione tornano a combattersi alla fine del XX secolo, negli Stati Uniti. La storia fantastica √® stata totalmente scritta negli Anni Novanta del XX secolo.

Capitolo 1

La vita  di Robert Jordan fino all’ età di 33 anni era stata come quella degli altri, a parte  qualche anomalia dovuta alla giovinezza. Trentatré sono una cifra, e Jordan era felicemente  sposato ad Helen  Fisher, una bella ragazza del Nebraska. I due avevano una fantastica bambina, Charlie.

Bobby si era sposato tardi perché la sua carriera era rimasta agli inizi un po’ ingolfata. Poi le cose si erano messe al meglio, e da cinque anni era un dirigente in carriera dell’  Ark Computer Company di New York. Anche Helen  lavorava all’ Ark, i due si erano conosciuti proprio lì. Il solido posto di Robert prometteva sbalorditivi avanzamenti. Il giovane aveva grinta, e faticò duramente fino a quella notte, finchè non saltò in aria sul letto matrimoniale col corpo fradicio di sudore lanciando un urlo che atterrì  Helen. I vicini temettero che dagli Jordan fosse successo qualcosa di grave.

Quella notte Bob non si riaddorment√≤ e se ne guard√≤ bene dal farlo, Se¬† si trattava di un incubo preferiva starsene alla larga¬†¬† dagli scherzi del subconscio. Che cosa avesse sognato non lo ricordava e non lo ricord√≤ neanche ¬†quando pi√Ļ tardi l‚Äô incubo divenne catastroficamente importante. Certamente qualcosa di enormemente serio era successo. Helen ¬†spense la luce, ma Bobby rimase con gli occhi sbarrati e fissare i neon ad intermittenza del Crazy Club le cui luci filtravano blu notte dagli¬† scuri. L‚Äô indomani come sempre ¬†Jordan and√≤ in ufficio. Ma qualcosa si era ficcato nel suo cervello. Guid√≤ come sempre fra il casino¬† del traffico e sal√¨ all‚Äô Ark Computer con l‚Äô ascensore stracolmo.

Le notti successive finalmente ritorn√≤ a dormire. Ma la quarta salt√≤ di nuovo nel letto, con gli occhi sbarrati e la fronte piena di sudore. Quella volta Helen per√≤ si allarm√≤ davvero, la faccia di Bob era terrea, gli occhi fissavano in modo allucinato il gioco delle luci notturne di New York. Alla quinta notte Helen volle intervenire. Accese la lampada da letto e guard√≤ in faccia il marito…..(continua)

 

Tutti i Lavori qui presetati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.

Some Links fron my Facebook Pages

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/notes/salvo-gagliardo/federico-fellini-a-great-among-children-a-poet-in-cinecittà-homage-cantor-of-ou/10150123319004417

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/notes/salvo-gagliardo/the-great-movies-the-body-2001-il-corpowith-a-banderas-and-olivia-williams/10150121877179417

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/note.php?note_id=10150120102954417

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/note.php?note_id=10150116976824417

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it#!/note.php?note_id=10150116450849417

  

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address.

Welcome. Salvo.

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it
info@fantastikalbi.it

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo Produzione.2011. All rights reserved

 

2011. Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ. I Salvo Gagliardo fantastic literature writer.4

domenica, 27 febbraio 2011

 

 

beliceweb.it

2011.

Welcome into ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚Ä̬†

Thank You very much¬†¬† for looking at my website. I‚Äôm a writer of fiction and fantasy literature, and this site is about my¬† creative work. ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ, and ‚ÄúAlbi di FantastiKa‚ÄĚ, are entered into second year and You can look what I produced here at this time. Many works I repeated here from my Facebook Pages, where I wrote many notes about many Themes, and where You can look at Youtube, Video, Photo, and where You can read many fantastic stuff that I wrote, novels, short stories, and my¬† pictures and illustrations, by the links published in my articles of ‚Äúfantastikalbi.it‚ÄĚ . I hope very soon to change my site, and to publish my narrative work and fantastic, novel or short stories. Thank¬† you for You comment or¬† opinion¬† after visiting my site. You write something and¬† You leave an address, I‚Äôll give you answers. Enter You in the Website ‚Äú fantastikalbi.it‚Ä̬† here. Thank You very much. salvo. ¬†

 

 Salvo Gagliardo  

  

I Robot, mr. ASIMO. 

 

  

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You 

  

  

Back Pages:  

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855
http://www.fantastikalbi.it/?p=1328

Facebook in Fantastic.it n.13

http://www.fantastikalbi.it/?p=1777 

Facebook Page. SalvoGagliardoProfile

http://www.facebook.com/fantastikalbi.it 

  Albi di FantastiKa 

Albi di FantastiKa  is a virtual magazine,  whereby I  Salvo Gagliardo, fantastic literature writer and  fiction,  collect and  show  my works, fantastic novels and short stories, and their many  illustrations, or drawings, black and white  or color.  I was born and live in Sicily, and my original novels were written in italian.  But my stories are set in the world. 

I begin here showing  The Snack Isle, a modern fairy tale, a novel with many illustrations. This work was written by me many years ago, in the  Eighties. Here You read the introduction to work and your summary or synopsis and your Index. Thank You. 

 

  

  

  

    

The twilight zone

  

TV. The History

By

Salvo Gagliardo

Rod Serling a fantastic Man for a fantastic TV. Homage

Rod Serling Show and back on the Future

Born in   Syracuse, New York State. December, 25, 1924, from Jewish immigrants. Parachutist at  Second  World War. Purple Heart and Bronze Star Medal. Graduation at Yellow Springs College,  Ohio.

Cincinnati. Here beginning  his  fantastic  career as television Sreenplayer and television great Player.  For  the  CBS and BBC after.

The scripts of Requiem for   a Heavyweight  and Patterns, they are by Rod Serling.

Year 1959. In Columbia¬† Broadcasting¬† System born the mythical and legendary series “The twilight zone‚ÄĚ. Rod Serling¬† was its genius creator. His team is really extraordinary and fantastic! Here there are senior writers as Ray Bradbury, Richard Matheson and Charles Beaumont! But himself Serling wrote may scripts.¬† He is himself a writer¬† genius. ¬†¬†

At 1969, in BBC born the television series Night Gallery. It is less fortunate than¬† ‚Äú The twilight‚ÄĚ, but it remained in the golden¬† Age¬† of television.

Serling also wrote the screenplay for the very lucky films:

Seven days in May

The Man

Both speak  of the White House and the President of U.S. In The Man the President is a black man. But the strong film’s The Plant of The Apes, written with Michael Wilson.

In the Fantastic and Weird Universe, Rod Serling is as Alfred Hitchcock¬† in the Fantastic¬† Movie Universe. This tall great man, height about 1,60 meter, has created a new television, he led the Unknown and the Mystery to Television, in the Era of The Cold War, and of A. Bomb. Steven Spielberg has always said his tribute to ‚Äú The twilight Z‚ÄĚ. Serling is legend in the Television World.

Rod Serling è nato a Syracuse, Stato di New York il 25 Dicembre del 1924. Da immigrati ebrei. Paracadutista ed eroe di guerra nella Seconda Guerra Mondiale, ha cominciato a scrivere sceneggiature per la Televisione di Cincinnati, e presto si è  rivelato un autentico genio nei programmi televisivi dell’ età d’oro della televisione americana , Anni Cinquanta e Sessanta. Dopo avere scritto le sceneggiature di due successi come Requiem for   a Heavyweight e Patterns, Serling ha prodotto per la CBS americana la fortunatissima prima  serie di  Ai Confini della Realtà The Twilight Zone. Essa ebbe un  grande successo e continuò per 156 episodi in 5 stagioni. Sebbene molti suoi script portavano la firma dello stesso Serling, che così rivelava le sue innate e geniali qualità di scrittore televisivo, egli si servì di una squadra di scrittori e sceneggiatori di primordine come Charles Beaumont, Ray Bradbury e Richard Matheson.

Nel 1969 la NBC propose una nuova serie televisiva, stavolta centrata  sull’ horror, e l’ affidò alla abilità di questo grandioso mattatore. La serie ebbe meno  successo di  “Twilight Z, ma restò anche essa famosa nel panorama della TV americana.

Serling fu anche famoso per avere scritto le sceneggiature di due film di successo, Seven Days in May, che posside un cast di eccezione fra cui  Burt Lancaster, Kirk Douglas, Fredric  March  e Martin Balsam, The Man in cui si ipotizza alla Casa Bianca un Presidente di colore. Ma il pubblico ricorderà di certo il film di fantascienza Il Pianeta delle scimmie, The Planet of the Apes , scritto assieme allo sceneggiatore Michael Wilson.

Questo piccolo uomo alto pressappoco 1,63 metri,  ha lasciato in America e nel mondo una impronta indelebile influenzando scrittori, sceneggiatori e televisioni che verranno dopo, e ricordo qui il tributo riconosciuto a Serling  e a  I Confini della Realtà da parte di un altro geniale scrittore, produttore, sceneggiatore e regista americano, Steven Spielberg. Per la prima volta Serling introduceva nei difficili palinsesti della televisioni argomenti di pertinenza della fantascienza e della letteratura Ghost e soprannaturale, in tempi di Guerra Fredda e di pericolo atomico. Il suo merito sta in questa eccezionale disposizione per l’ avventura nel’ ignoto riscritta in un mondo tecnologico ed in espansione come l’ America. Io che spesso vedo questi film in bianco e nero li trovo di una folgorante e inquietante attrazione sebbene un po’ datati. E mi ricordano i primi racconti dell’ altro grande del fantastico Philip Kendred Dick e i film di un incubo vertiginoso quali furono quelli di Alfred Hitchcock. 

http://www.rodserling.com/

 

forum.politicainrete.net

La letteratura Fantastica. Fantastic Literature, Littèrature fantastique.

L’ Occulto e l’ Esoterico in  letteratura.

Merlin, fantastic and magic world, and books best seller.

Gustav Meyrink.2

By

Salvo Gagliardo

Il Golem di Meyrink √® oggi noto nel mondo e sono noti anche i vari film da esso ricavati. A parte certe obbiezioni mosse al romanzo da chi di esoterismo magico e cabalistico se ne intendeva, come Sholem, in realt√† √® davvero un romanzo fantastico e gotico nel senso pieno e letterale. Lo stesso Lovecraft ne aveva esaltato l‚Äô impianto letterario. Romanzo che risente molto dell‚Äô atmosfera espressionista del tempo e della magia di una citt√† che aveva dato i natali a Franz Kafka, che tra l‚Äô altro pu√≤ anche essere annoverato a¬† pieno diritto nell‚Äô Universo degli autori fantastici con il suo La Metamorfosi e con altri suoi racconti brevi. Meyrink figura nelle pagine del bel libro scritto dai francesi Bergier e Pauwels, Le Matin des Magiciens, un autentico manifesto del realismo fantastico di cui parler√≤ pi√Ļ avanti e che ha segnato negli Anni Sessanta un risveglio dell‚Äô Immaginazione e ha portato a nuovi modi di leggere la¬† realt√† e la storia. Questo libro merita una trattazione a s√©.¬†¬†

Esoterista e serio ¬†studioso di Alchimia, lo scrittore austriaco ci ha lasciato altri romanzi e racconti in cui l ‚ÄėOcculto e la Filosofia del Grande risveglio sono centrali. Tema affascinante che ci trascina in un Universo Sotterraneo e Irrazionale a cui sembra avere anche attinto Hitler e le sue SS.¬† Nel ¬†dopoguerra tutto questo prender√† nuove forme molto commerciali e di grande impatto di pubblico, e qui basta ricordare Indiana Jones, il personaggio seriale ¬†creato da Steven Spielberg e l‚Äô avvio della Fantarcheologia. Certe visioni perdono il suo carattere reazionario e antiprogressista per divertire le masse uscite da un inimmaginabile e quasi luttuosamente fantastico conflitto in cui le forze del bene e del male sono uscite allo scoperto per darsi battaglia, Tolkien lo aveva anticipato nella sua saga e Lovecraft aveva popolato le sue strane storie di mostri assai simili a quelli che si scateneranno poco dopo nella realt√†. Con Meyrink e con altri l‚Äô Oriente invade il pensiero occidentale e gli antichi Vedanta ed il Misterico Tibet riappaiono in un‚Äô Era terribile e distruttiva in cui le logiche della guerra e dello sterminio sembrano prevalere. E giungiamo al pi√Ļ fantastico di tutti gli scrittori fantastici, apparentemente uno scrittore quieto e riservato ¬†della provincia americana, con certi vezzi anglofili, ¬†appassionato delle antichit√† del New England e di certe atmosfere americane che ricordano l‚Äô et√† coloniale, ma in realt√† il pi√Ļ rivoluzionario degli scrittori del genere, come lo ebbe a definire Fritz Leiber¬† grande fantasista del fantastico americano: Howard Phillips Lovecraft.

….continua

©salvogagliardoproduzione 2011. All rights reserved

  

  

La letteratura Fantastica. Fantastic Literature, Littèrature fantastique.

L’ Occulto e l’ Esoterico in  letteratura.

Merlin, fantastic and magic world, and books best seller.

HP. Lovecraft. 3

By

Salvo Gagliardo

HP. Lovecraft. Una firma nel mondo ¬†della letteratura fantastica, un buco nero, un Black Hole¬†¬†, forse il pi√Ļ singolare di tutta la letteratura. Ci√≤ che vi entra dentro, viene subito trasformato. Una autentica singolarit√†. Uno squarcio ¬†spazio tempo nel tessuto di questo Universo. Intere enciclopedie non esaurirebbero l‚Äô accesso critico ¬†alla sua opera, e la sua resistenza ostinata in questo mondo crea gi√† problema, forse Lovecraft verr√† ancora letto e tradotto fra vari secoli, mentre altre stelle si saranno spente, oggi il cinema si appresta a ridurre in movie uno dei suoi romanzi pi√Ļ importanti, Le Montagne della Follia, At The Mountains of the The Madness. ¬†

Nell‚Äô attesa apocalittica del 2012, lo scrittore di Providence Rhode Island sembra occupare un posto d‚Äô onore. Ma qui mi interessa trattare velocemente il suo legame con il mondo esoterico e l‚Äô Occulto, rapporto ambiguo perch√© Lovecraft ha sempre dichiarato il suo credo scientista, fin dall‚Äô adolescenza trascorsa fra i ¬†libri e gli ¬†antichi quartieri coloniali di Providence. Ma considerata la quantit√† di informazioni posseduta sul mondo dell‚Äô Occulto, anche se trasformate ¬†dal suo Universo creativo,c‚Äô√® da sospettare. Howard Phillips Lovecraft, oggi come ieri, √® una icona per i diversi gruppi che gravitano nell‚Äô universo dei misteri, non escluso il mondo fantastico e variegato degli UFO. Chi potrebbe infatti dubitare di un qualche tipo di contatto alieno di questo straordinario personaggio? Ma lasciando queste considerazioni agli appassionati, l‚Äô opera di Lovecraft √® stata una vera mistificazione di quasi tutti i temi del fantastico che hanno affollato le pagine di questa letteratura, dal Romanzo Gotico alla Fantascienza. La Miskatonic University nella antica e maledetta ¬†citt√† di Arkham, √® il ¬†simbolo e l‚Äô icona di ogni ¬†conoscenza proibita, il sito che raccoglie i documenti a processo alla streghe della citt√† di Salem e della persecuzione di Cotton Mather, le complesse speculazioni matematiche esoteriche di un John Dee e dell‚Äô antica magia Europea. Infatti, √® stato un grande esperto di esoterismo e di Societ√† Segrete, il francese Jacques Bergier, grande promotore della fantascienza americana, a far conoscere all‚Äô Europa questo straordinario scrittore. Lovecraft √® quindi un passaggio obbligato per giungereud una pi√Ļ moderna produzione di letteratura fantastica, per giungere a Stephen King ed oltre, e a tutti gli scrittori che hanno attinto a questo Universo da una parte dileggiato e irriso,e dall‚Äô altra sognato e ridisegnato dalla New Age, una riproposta aggiornata e rivista della vecchia Teosofia e del ¬†pi√Ļ antico misticismo e spiritualismo di Swedenborg.

©salvogagliardoproduzione.2011. All rights reserved.

  

savethedate.it

Ňíuvres Fantastiques. Opere fantastiche. Fantastic Works. The Phantom of The Opera

  

  

bloggang.com

  

Le Fantome de l’ Opéra

Roman fantastique de :

Gaston Leroux

Paris.  1910

Sujets similaires     : La Belle et la  Bête ; Dracula de  Bram Stoker(Ford  Coppola)

Personnages :  Roul de Cagny ; Christine Daaé ;Erik, le Fantome de l’ Opera

Movies:  

The Phantom of The Opera_ Joel Schumacher. 2008

Il Fantasma dell’ Opera РDario Argento. 1998.

We Suggest This  Video-YouTube. Thanks.

http://www.youtube.com/watch?v=8QM27tC0NeA

http://www.youtube.com/watch?v=ba3ZAyQ7iW8

http://www.youtube.com/watch?v=N-k6Ltbs27Q

http://www.youtube.com/watch?v=NA0vXV55U4c

electricmud.blogspot.com

 La letteratura fantastica

by

Salvo Gagliardo

I figli della macchina

Premesse. 2

Se i vecchi poteri erano indifferenti o tolleranti verso certe cose. La borghesia supportata religiosamente da uno spirito puritano¬† e da un profondo senso di colpa, non lo fu pi√Ļ. Il lavoro diventava un dovere, un imperativo morale, e la disoccupazione nelle citt√† spingeva al crimine e all‚Äôorganizzazione del crimine. Si modificava anche l‚Äô anima della gente, nascevano bisogni psichici prima latenti che le nuove tecnologie potevano soddisfare, la Stampa in espansione e diversificazione ¬†aumentava questi bisogni e sulle sue pagine venivano pubblicate storie intense ed emozionanti, avventure in cui la nuova classe si poteva riconoscere ¬†e condividerne i sentimenti. Il rovesciamento del mondo¬† tingeva ora di nero terrore e di malvagit√† uomini e classi che un tempo avevano imperato, l‚Äô aristocratico diventava nei nuovi romanzi gotici un perfido autocrate, o anche un vampiro, un persecutore bieco delle virt√Ļ femminili, la ¬†Chiesa nelle pagine di questi romanzieri, ¬†rafforzava la sua natura inquisitoria e antiprogressista che nelle istituzioni scolastiche ed educative faceva violenza ai nuovi figli della macchina, Galileo Galilei diventava un eroe antioscurantista, e i poeti nutriti dalle ¬†pagine di Rousseau scoprivano la grandezza di un elisabettiano come Shakespeare. Non si chiedeva pi√Ļ alla classe degli artigiani e degli artisti, un lavoro ben fatto, ma si chiedeva il Genio e l‚Äô Ispirazione. Il tempo dei Bach e dei Maestri di Cappella era finito o al tramonto,Milton sognava un ritorno al Paradiso e ¬†Beethoven sbalordiva e stordiva le sale da concerto con ¬†titaniche masse orchestrali ignote fino ad allora, e i pittori si volgevano a sentimenti abissali e infiniti, e gli scrittori, almeno quelli fantastici, parlavano di Abissi e di stranezze, di stordimenti dell‚Äô anima e di sogni spesso popolati da nightmares o incubi notturni. ¬†E accanto a ci√≤ per contro passo nasceva la noia per saturazione e il nichilismo. L‚Äô operaio ora diventava protagonista del nostro tempo e il rispetto del lavoro, ignorato dai vecchi regimi spingeva il mondo verso nuove ideologie politiche, fra cui il socialismo. L‚Äô ozio veniva condannato e chi viveva di rendita sul lavoro altrui bollato di parassitismo. L‚Äô era del lavoro permanente¬† creava naturalmente le premesse di un male sociale ancora oggi esistente, la disoccupazione causata dalla sovrappopolazione urbana e dallo sfruttamento razionale delle risorse. L‚Äôimmediatamente non utile veniva bollato con l‚Äôinfamia di dannoso. Nascevano cos√¨ i nuovi schiavi in un ¬†mondo i cui la schiavit√Ļ tradizionale era al tramonto, uomini che erano solo numeri operativi. E per riscattare questa alienazione si presentava all‚Äô orizzonte una nuova umanit√† pi√Ļ giusta, purificata dalla avidit√† e dallo sfruttamento ¬†di chi aveva il potere, nascevano le premesse per il Marxismo ed ¬†¬†il Comunismo per cui gli operai non erano pi√Ļ forze da sacrificare nelle moderne guerre commerciali, ma c‚Äôera qualcosa di sacro in loro. I poeti e gli scrittori come ¬†Victor Hugo sognavano l‚Äô et√† del riscatto dalla ¬†miseria urbana, ma vedremo come questi sogni avrebbero creato nuove ingiustizie.

…….continua.

©salvogagliardoproduzione. Gennaio 2011. All rights reserved.

 

 La letteratura fantastica

by

Salvo Gagliardo

I figli della macchina

Premesse. 3

Goethe nel suo Werther ci mostra le nuove generazioni ¬†volte al suicidio, o alla morte dei loro sogni. Poe esplora il lato oscuro dell‚Äô anima, anticipando con i suoi racconti brevi di grande effetto narrativo le opere di Dostoevskij o il lavoro scientifico di Freud. Marx si sforza di rintracciare le leggi che regolano la produzioni dei beni e della ricchezza, la follia trova ¬†in Charcot dapprima, e poi nello stesso Freud ¬†i meccanismi delle nevrosi e delle anomalie mentali, e intanto il primo colonialismo, avventuroso ed esplorativo, mostra nel secondo cinquantennio del secolo XIX le ¬†¬†spietate strutture di una macchina amministrativa che impone la presenza bianca nel mondo- E‚Äô in questo clima che si vanno affermando le nuove forme ¬†letterarie della letteratura di massa. I Figli della Macchina vanno diversificando i loro interessi e il ¬†bisogno di evasione, il bisogno di nuovi miti e sogni che diano significato¬† ad una vita sempre pi√Ļ irreggimentata nei numeri e nella quantit√† e che per√≤ ¬†si apre al meraviglioso, ma anche al terribile, la ricerca di nuove emozioni sempre pi√Ļ intense¬† e off limits. La migliore produzione ¬†si salva dal semplice fantasticare, cominciando a dare dignit√† alle ¬†facolt√† immaginative dei nuovi fruitori, la peggiore gettando il lettore in ovviet√† e in forme di evasione di bassa lega ¬†e di poco valore estetico e letterario.

E in tutto questo non va trascurato l‚Äô apporto delle donne in una civilt√† che si presenta subito maschilista, dominata dal padre padrone. Aveva cominciato la madre della scrittrice Mary Shelley e moglie del romanziere Godwin, la prima femminista della storia post rivoluzionaria, ma il numero delle donne e della presenza femminile nel romanzo gotico ad esempio √® davvero rilevante, protagoniste e vittime ¬†di storie agghiaccianti, o scrittrici di queste storie. Ann Radcliffe √® uno degli esempi migliori di scrittrice di romanzi gotici e la prima donna a guadagnare con il suo lavoro di scrittrice. Lo svizzero¬†¬† Bachofen √® stato il teorico di questa strana emersione di un matriarcato in una civilt√† dominata dall‚Äô uomo e sempre pi√Ļ avviata verso strutture tecnologiche e scientifiche. Nelle pagine ¬†dei giornali ¬†appaiono le storie agghiaccianti e grottesche di E.A.Poe, ma anche i romanzi di Charles Dickens, e si fa strada l‚Äô Era ¬†appendicistica ¬†come la chiama Hermann Hesse, con fascicoli pieni ¬†di storie di diversi generi letterari, ma di sicuro popolari. Nasce il racconto di appendice che impegna il lettore per diverse puntate, e ¬†nascono cos√¨ ¬†le storie a puntate nell‚Äô attesa che la televisione molto pi√Ļ tardi assolva questo compito in modo pi√Ļ coinvolgente e pi√Ļ intensamente psichico. Pochi si sottraggono a queste nuove forme di raccontare una storia, da Victor Hugo a quella ¬†¬†industria di romanzi che furono i Dumas, padre e figlio, autentici best seller antilitteram. E giungiamo cos√¨ a Jules Verne, che inaugur√≤ il genere ¬†di ¬†romanzi ¬†d‚Äôavventura scientifica che conoscer√† grande successo di pubblico e che aprir√† le porte alla pi√Ļ moderna fantascienza. Mentre l‚Äô Italia continuer√† a produrre romanzi storici, i paesi anglosassoni e gli U.S. apriranno le porte ad una valanga di generi, dal fantastic, al mistery, alla fantascienza nell‚Äô ¬†attesa che il cinema trasformi questo bisogno delle masse in forme immaginativamente molto potenti e coinvolgenti generate da una vera e propria Macchina ¬†dei Sogni di tipo industriale.

 ©salvogagliardoproduzione. Gennaio 2011. All rights reserved.

 

Some Links fron my Facebook Pages

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/tv-the-history-rod-serling-a-fantastic-man-for-a-fantastic-tv-homage/10150120102954417

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/religion-as-science-the-scientists-of-holy-bookelemire-zolla1926-2002/10150117714374417

http://www.facebook.com/home.php#!/notes/salvo-gagliardo/religion-as-science-the-scientists-of-the-holy-bookjoseph-j-campbell-1904-1987/10150116976824417

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=10150099961354417

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=10150098359319417

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=10150098020309417

http://www.facebook.com/home.php#!/note.php?note_id=10150097950729417

 

 Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address.

Welcome. Salvo.

Mail Contact :

fantastikalbi@yahoo.it
info@fantastikalbi.it

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo Produzione.2011. All rights reserved