di Salvo Gagliardo

2011. Welcome into “fantastikalbi.it” and “Albi di FantastiKa”. I Salvo Gagliardo fantastic Literature writer pag.16 (July ,30, 2011)

 

Photo direttanews.it

Anticipation from Fantastikalbi.it by Salvo Gagliardo 

Dear User, Thanks for the visits and comments, these  are always welcome. I ad here  the future transformation of my site fantastikalbi.it. in its new format. I think it will be a very interactive site, which is open more to communication and contacts. There will be much richer and more complex pages, in the spirit of my current fantastic work. In  addition, other pages will provide the User  the ability to insert his works or otherwise, in various forms of collaboration. There are pages of information about my Universe , and especially about the advanced technologies related to communication, telephony and Artificial Intelligence. There will be an advertising space for those who want to use it, you can download articles, and my post of Albi di FantastiKa, , and a special  section will be dedicated  to HollyFiction, which I intended to Fiction, Cinema and TV word. This is what I think I realize  very soon, while even this 14  page is built in the spirit of my work. Thanks so much.       

    

To all those who have derived some benefit and advantage of this, I say, good. For those who want to send me an email, here is my postal address:

fantastikalbi@libero.it.  Or : info@fantastikalbi.it       

Welcome 2011      

I Invite You to visiter my Previous Page 15 

Link This.    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2714 

Thank You      

Salvo      

I Robot, mr. ASIMO.        

Automaton, Robot. Artificial Intelligence, Android : I’m Mr. ASIMO. Thank You       

     

androidiani.com

 

 

gattinorvegesi.org

Dear Visitor,  thanks  for visiting us. Fantastikalbi.it and Albi di FantastiKa, they  were designed by me to make know my hard work of fantastic writer and editor of fantasy literature. In 2oo9, I joined the Internet and I started to experience this wonderful means of global communication. Today, in addition to my Website, I am working on the Facebook global  social network, which I find wonderful and which I have posted more than 350 notes and when I have more than 350 global  friends. In the future project to improve my website and to create for you more points of contact.  Now  I will only enrich it with pages that are always different, and to add  more my stories and my novels and my fantastic designs. I hope you like my word  and world,   welcome to You.. Thanks    

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

http://www.fantastikalbi.it/?p=2573 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2466

http://www.fantastikalbi.it/?p=2428

http://www.fantastikalbi.it/?p=2343

http://www.fantastikalbi.it/?p=2310

http://www.fantastikalbi.it/?p=2234

http://www.fantastikalbi.it/?p=2186 

http://www.fantastikalbi.it/?p=2124

http://www.fantastikalbi.it/?p=2064

  http://www.fantastikalbi.it/?p=2028

http://www.fantastikalbi.it/?p=2008

http://www.fantastikalbi.it/?p=1969

http://www.fantastikalbi.it/?p=1855

http://www.fantastikalbi.it/?p=1328

Facebook in Fantastikalbi.it.

For one year  I’m working on the Global Social Network Facebook, and here I have produced more than 30 notes about  the Universe  of fantasy,  literature and fiction. So I’m here the links to visit my Facebook Profile and Wall. .     

Salvo Gagliardo F.B. Profile.     

http://www.facebook.com/home.php#!/fantastikalbi.it     

Hollywood  Fiction  

  

theaudience.it

Salvo  Gagliardo I am presenting a  section of my website that I called “Hollywood Fiction”, in homage to the biggest structure in the world of fiction and films. Here you can find that much in films and screenplays, and my other projects associated with the fiction’s. This part is still to be completed and yet in production. But, I think in my  future  I think to turn this   into a school of creative writing. Thanks much. salvo.     

Le Sette Porte dei Sogno 

racconto   filosofico fantastico di 

Salvo Gagliardo 

Presentazione 

 

Shall Gallardo è una sorta di pseudonimo che ho scelto per il mio eroe il cui vero nome resterà ignoto per tutto il racconto, Si tratta di alcuni episodi della vita di uno scrittore ed appassionato di letteratura fantastica e dei suoi temi, nato e  vissuto a Palermo, una città difficile ma che di  sicuro di fantastico ha molto. Gallardo si muove dunque in questa città ed in altre inseguendo le sue intuizioni e la sua forte immaginazione, coinvolgendo gli  altri e soprattutto i suoi amici, qui chiamati Il Piccolo Gruppo, nelle sue pazzesche quanto strane avventure nel mondo dell’ ignoto e persino del Sogno. Ed eccolo quindi mettersi a caccia di Ufo, di Spettri, di Vampiri. Eccolo interessarsi alla fisica dei Buchi Neri  o alla esplorazione del pianeta Marte. o seguire certi suoi tracciati fantastici  per trovare tracce di Merlino e delle leggende celtiche nella storia siciliana. Ma non è tutto, perché Gallardo si appassiona  alla fisica della Luce e crede di essere in contatto con gli Angeli, ed eccolo scrivere libri che gli daranno successo non solo in Italia, ma in Europa e negli Stati Uniti dove si estende la sua fama di scrittore dell’ insolito. Il lettore avveduto saprà scorgervi  segni evidenti, soprattutto nelle opere citate di Shall, della mia personale  avventura nel mondo di questa letteratura, e non sono pochi i miei tratti biografici  riportati in questa breve composizione che nella stesura ha risentito degli influssi di numerosi  ed importanti scrittori , in particolar modo di Philip   Kendred  Dick e del  suo VALIS a cui si rifà la struttura  del racconto, un racconto,riferito  interamente da un amico di Shall,che avrà anch’egli un nome convenzionale,  e chi vuole vedervi un doppio di Shall lo può anche fare,  e chiaramente all’ altro scrittore americano HP. Lovecraft che vi figura abbondantemente, e che è stato la passione e l’ idolo di Gallardo.  Ma per chi conosce questa mondo letterario e fantastico,  i rimandi sono infiniti ed anche espliciti. Insomma, qui ho cercato di legare il mio personale percorso di scrittore e di frequentatore di questa letteratura , alla città dove sono nato, e a cui, sebbene  la mia immaginazione tenda  ad abbracciare universi più estesi e più complessi, devo  un debito di riconoscenza e di affetto. Il racconto si intitola Le Sette Porte del Sogno perché Gallardo è alla ricerca di un testo esoterico antico forse di origine alessandrina , per l’ appunto Le Sette Porte che potrà permettere al suo scrittore preferito, HP. Lovecraft, morto  nel 1939 negli Stati Uniti, di visitare almeno virtualmente o magicamente Palermo,  servendosi del mistero nascosto nei sogni, verso  cui sappiamo Lovecraft potentemente attratto. Ma per giungere a questo, Gallardo dovrà mettere a dura prova le resistenze della sua mente minacciata dal caos e dalla follia.  E di queste strane avventure ce ne ragguaglia  appunto un amico e compagno di studi, un certo Giorgio, fisicamente simile se non quasi eguale a Shall, con  toni  per metà appassionati e per metà ironici, perché anche Giorgio  non sa quanto di vero ci sia nei sogni e nei pensieri deliranti del suo amico scrittore, come non lo  sanno gli amici del Piccolo Gruppo.

©salvogagliardoproduzione1999-2010.All rights reserved.

.

 

 

Dear friend now I offer you read the “beginning”  of a long story my whole set in my hometown, Palermo, a city in great measure the character of my story. Rarely, I choose the places where I was born and lived, preferring to other locations, but my story is about a writer of fantastic literature who lives in Palermo, Shall G.  who is interested in strange things  and in amazing true adventures into  unknown. Personally, for years now I am interested in everything about the fantastic, not excluding science fiction and with this work that I wrote several years ago I wanted to take stock of my career as a writer, putting its themes of this literature and referring to readings and texts, not excluding those which I have written, the backbone of this kind. A joke narrative, which I dedicated to HP. Lovecraft, a writer beloved by my character Shall Gallardo, which is a pseudonym and widely read by me and that ultimately will appear in this story. Thanks. 

  

 

Le sette porte del sogno 

racconto  filosofico fantastico 

di Salvo Gagliardo 

Shall Gallardo è misteriosamente scomparso da Palermo, la sua città natale. Scomparso. Vanificatosi nel nulla! Nessuno di noi del Piccolo Gruppo sa dove sia finito. E penso nessun altro, né in città, né in qualsiasi altro luogo   della Terra. In questa storia mi chiamo Giorgio, ma non rivelerò il mio vero nome, né di Shall G.  dirò la sua vera identità. Scrittore del fantastico e ricercatore dell’ insolito, Gallardo è abbastanza noto come lo scrittore  de  Il Dio di Ghiaccio,Una Storia TransilvanaSupernova 1973. In queste brevi  note mi sforzerò di raccontarvi qualche episodio singolare della vita di quell’ uomo  strano e straordinario la cui mente è stata così dolorosamente  toccata, e  che ci ha lasciato opere dominate da un’ accesa fantasia  e dall’ intenso bisogno di superare i limiti dell’ umano. Barocco Siciliano, Labirinti, Mistero Marziano, L’ Alchimista, lo stanno a dimostrare, e sono noti i suoi due  complessi saggi fantastici : La macchina del tempo e Le Sette Porte del Sogno, quest’ ultimo lasciato incompiuto e pubblicato postumo. Shall manca  da dieci anni, ed io non abito più a Palermo, essendomi trasferito a Milano, la città dei miei genitori, dove ho il mio lavoro, la mia famiglia ed  una casa spaziosa. Ma il destino e le coincidenze hanno voluto che molti anni li abbia trascorsi in quella meravigliosa città del sud e che  vivessi fianco a fianco del mio amico scrittore, con cui ho condiviso stranamente la data di nascita, il mese e l’ anno e persino una certa somiglianza fisica. I giornali  che a  suo tempo si sono occupati della sua scomparsa, hanno diffuso per scherzo, per gioco, o anche  per verità, certe strane ipotesi che noi del Piccolo Gruppo avevamo discusso nelle nostre lunghe serate conviviali, nelle terrazze, nei giardini e negli abbaini delle nostre case, sotto le stelle ed al chiaro di luna, o davanti ad un caminetto scoppiettante, fra bicchieri ed avanzi di pasto, con i posacenere stracolmi di cicche ed un long play di Mozart sul piatto del nostro giradischi ad alta fedeltà. Spesso mi capita di rileggere i suoi romanzi migliori  e  sento una grande nostalgia dentro,  e mi pento della nostra graffiante  ironia, anche se allora noi tutti cercavamo di riportare Shall G., come ormai affettuosamente lo chiamavamo,   dentro coordinate  più sane e  realistiche. 

Le sue singolari ricerche nelle biblioteche di Palermo  ne avevano fatto una figura nota ed inconfondibile: alto, dinoccolato, magro, con i capelli castani che cadevano a ciuffi  sulla fronte arcuata, ed i sottili baffetti che si era fatti crescere negli ultimi tempi quando aveva cominciato  a portare gli occhiali  con la montatura metallica, gli abiti trascurati e l’ aria perennemente svagata e distratta. Era  nato in una  casa nei pressi  del teatro Politeama, vicino ad  una chiesa  valdese, col mare azzurro  ed  il porto che si scorgevano  dagli ampi balconi; e vi era rimasto per il resto della sua esistenza. Era una bella casa spaziosa e ricca, e per noi del Piccolo Gruppo quasi mitica;  io abitavo non lontano, nel vecchio  quartiere   di  Corso  Scinà, nell’ antico Borgo di Santa Lucia. Ma per tutti noi fu mitica anche un’ altra sua dimora, quella materna, una vecchia casa di paese a Borghetto sul Monte, un piccolo comune a 500 metri di altezza, distante qualche chilometro dalla città. Shall l’ andava ad abitare quando voleva isolarsi dallo stress cittadino o doveva scrivere  le ultime pagine di qualche suo strano lavoro. << Ritiri  igienici>>, li chiamava. Era un fabbricato di paese  a tre piani, anch’esso stracolmo di libri, con una grande voliera piena di uccelli, tre tartarughe, un grosso gatto persiano, dal nome orientale Chang, ed una cantina con dei vini scelti, Shall beveva   solo vini siciliani doc, aveva una vera passione per il Marsala ghiacciato, ma avvolte preferiva     anche dello cherry rosso e molto intenso , e per inciso ricordo qui la sua predilezione  per i buoni sigari che spesso comprava presso la tabaccheria <<Trinacria>>  di via Dante. Ricordo anche  che nella sua  cantina di paese,  aveva attrezzato un’atentica e in cantina aveva attrezzato una vera sala cinematograficai via Dantevolte beveva o gatto persiano, Chang, una cantin autentica  sala cinematografica dove si godeva la sua ricchissima videoteca di opere fantastiche  e di fantascienza, ed avvolte invitava gente del posto  a vedere i  film, pochissimi, di cui aveva scritto la sceneggiatura, come la storia di androidi marziani   Rosen & C. di un regista palermitano, non ricordo il nome. Ma ricorderò  sempre i fantastici e magici inverni di Borghetto sul  Monte sotto la neve, come quello di un lontano e strano Natale. 

………….continua 

©salvogagliardoproduzione. 2OO2-2008. All rights reserved

The seven gates of the dream 

philosophical tale fantasy 

Salvo Gagliardo 

Shall Gallardo, he  has mysteriously disappeared from Palermo, his native city. Disappeared. Deleted !He was erased and disappeared into thin air ! None of us knows where the small group is finished. And I think no one else, either in town or anywhere else on Earth. In this story, my name is George, but I will not reveal my real name, nor Shall G. tell his true identity. The fantastic researcher and writer of  unknown and unusual, Gallardo is quite known as the writer of The God of Ice, A History of Transylvanian and Supernova 1973. In this brief note I will try to tell any single episode of the life of strange and extraordinary man whose mind was so painfully affected, and that left us works dominated  by a  lit imagination and  an intense need to overcome the limitations ‘s human. Sicilian Baroque, Mazes, and Mystery Martian, The Alchemist, they are going to show, and its two complexes are known essays fantastic: The Time Machine and The Seven Gates of the Dream, left unfinished and published posthumously. 

Shall missing for ten years, and I no longer live in Palermo, Having moved to Milan, the city of my parents, where I have my job, my family and spacious house. But fate and the coincidences that have wished they had spent many years in that wonderful south city , and I  lived side by side of my writer friend, with whom I shared strangely birth date, month and  years, and even some physical similarity. The newspapers that were occupied at the time of his disappearance, have spread as a joke, for fun, or even truth, some strange case of the small group that we had discussed in our long evenings together, terraces, gardens and in attics of our homes, under the stars and the moonlight, or in front of a crackling fireplace, including glasses and leftover meal, with ashtrays overflowing with cigarette butts and a long play Mozart on the plate of high-fidelity record player. I often read his best novels and I feel a great nostalgia in it, and I repent of our biting irony, but then we all tried to bring Shall G., as is now affectionately called him, in healthier coordinated and realistic. 

His unique research in the libraries of Palermo had made a note and unmistakable figure: tall, lanky, thin, with brown hair falling in clumps on the curved front, and the thin mustache that had grown in recent times when he started to wear metal-rimmed glasses, clothes neglected and an  air perpetually distracted and inattentive. He was born in a house near the Politeama, near a Waldensian church, with the blue sea and the port which could be seen from the large balconies, and there remained for the rest of his life. It was a beautiful spacious house and rich, and for us the small group almost mythical, and I lived not far away in the old quarter of Scinà course, in ancient village of Saint Lucia. But for all of us was a mythical other his home, the mother, an old country house in Mons  Borghetto, a small town 500 meters in height, located a few kilometers from the city. Shall ‘s going to live when he wanted to isolate themselves from the stress of the city or had to write the last few pages of his strange work. << Creative Retreat >> called them. He was a three-storey building of the country, which is also crammed with books, with a large aviary full of birds, three turtles, a big Persian cat, named Chang, and a wine cellar with selected wines, Sicilian wines,  Shall G. only drank doc, had a passion for the Marsala ice, but sometimes even preferred the cherry red and very intense, and by the way here remember his fondness for good cigars that are often bought at the tobacconist <<Trinacria>>in  Dante road. I also remember that in his cellar in the country, had equipped a real movie theater where he enjoyed his rich library of fantastic and science fiction works, and wrapped inviting locals to see the movies , few of which had written the script, as the story of Martian androids Rosen & C. a director of Palermo, I do not remember the name. But always remember the fantastic and magical winters in the snow on Mons  Borghetto, like that of a distant and strange Christmas. 

… … … …. Read more 

 © salvogagliardoproduzione. 2OO2-2008. All rights reserved

Facebook in FantastiKalbi

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/fiction-and-great-movies-thelma-louise/10150276482819417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/fiction-and-great-movies-thelma-louise2/10150277250479417

http://www.facebook.com/#!/notes/salvo-gagliardo/great-filmsthelma-louise3/10150278383839417

Grandi film.  

Great Films 

By 

Salvo Gagliardo 

Thelma & Louise 

1991. 

Ridley Scott Director 

Script: Callie Kouri 

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel 

   

   

Thelma & Louise, un film del regista Ridley Scott degli anni Novanta. Due donne in vacanza diventano le protagoniste di una serie di azioni illegali, fra cui un omicidio, che le porta alla morte, una road movie drammaticamente e psicologicamente intensa che  tratta dell’ amicizia estrema fra due donne. Una idea originale questa visto che il cinema ci ha abituati a film come Gangster Story. Qui, in un modo inusuale e in un’ America fortemente maschilista, è l’ America del sex impeachment and  sexgate  del Presidente Bill Clinton, in un’ area geografica del Sud, dall’ Arkansas al Texas, fra cow boy e camionisti,  sono due donne e due amiche a sfidare la  Legge, rappresentata dal capitano di Polizia Hal  Slocum, H. Keitel,  travolte dal caso, dallla loro psiche e dal loro destino. Una  storia di donne comuni, una casalinga frustrata e sposata da poco e una donna più matura che fa la cameriera in un diner dell’ Arkansas. Il desiderio di Thelma e Louise è quello di trascorrere un tranquillo week end divertente in montagna,ma la complessità delle loro storie  personali le porterà su tuttaltra  strada, a delinquere e a diventare oggetto di caccia spietata  della polizia locale e dei federali. La movie ci insegna che non sempre le cose vanno come desideriamo, e che dobbiamo fare i conti con quello che siamo e che siamo stati. 

                                                                                         

 Il Dramma ha inizio con la telefonata di Louise a Thelma una sua amica dal posto in cui lavora per proporle di trascorrere un week end in un cottage montano. Thelma  è una  giovane sposa insoddisfatta e dominata da un marito tiranno che la limita nel suoi desideri di libertà e di divertimento. Fin qui tutto OK, e la sposa  bambina ne approfitta per staccarsi da Darryl per un po’. Ma nel preparare  la valigia insacca anche una pistola,un particolare determinante per l’ avvio della nostra storia, l’ anticipazione di una  serie di eventi drammatici. 

 Le due si mettono in viaggio, ed è Louise a guidare la decapottabile  a due posti, mentre è Thelma a decidersi di fermarsi in un locale per camionisti a spassarsela un po’. Qui fa amicizia con un giovane frequentatore, Harlan, che ha fama di don giovanni e che cerca di sedurla. Il carattere infantile di Thelma già appare in contrasto con quello più maturo di Louise. Thelma è ancora una ragazzina che divide gli uomini in antipatici e simpatici, moglie bambina succube di un marito prepotente. Louise è già matura con un fidanzato che è un buon modello di cavaliere, e molto attenta al tempo e ai programmi, è lei che guida la macchina. 

                                                                                   

Ci aspetteremmo che fosse Thelma a sparare ad Harlan con la pistola e ad ucciderlo, invece è Louise che lo fa. Percè? In Louise c’è qualcosa che non conoscevamo, qualcosa che emerge con violenza dall’ inconscio, il ricordo di una violenza sessuale subita nel passato. Con Harlan a terra moribondo, le due abbandonano il locale che presto sarà visitato dalla polizia, Si chiude così la  prima parte della fiction, con un delitto alle spalle che fa da spartiacque. Il desiderio iniziale di una tranquilla vacanza viene stravolto, e subisce drastici cambiamenti, ed è in questi cambiamenti che si rivelano i veri caratteri dei due personaggi Il delitto cambia i loro piani, ed ora le due ragazze hanno bisogno di soldi per fuggire in Messico. 

Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011. 

Photo. stylishthought.com 

Photo. Cinebazar.it. 

Photo. Angelacampanella 

Come scrittore  di  letteratura fantastica e fiction ho sempre pensato che le fiction  contengano  degli insegnamenti che se ben letti  possono aiutarci a capire qualcosa di noi e della nostra strana vita. E’ per  questo che nel mio sito ho dedicato una sezione importante a questo argomento, essendomi provato anche  a immaginare e  a scrivere delle fiction ad alta tensione. Ho scelto qui per illustrare questo mio interesse un film di Ridley Scott degli anni novanta che ha conosciuto un grande successo e che ha vinto un Oscar per la sceneggiatura: Thelma & Louise. 

 

Thelma & Louise.2

1991.

Ridley Scott Director

Script: Callie Kouri

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel

 

Gentili amici  forse mi accingo a trasformare il mio vecchio sito con cui sono rimasto in Rete per circa due anni, penso che sarà leggermente diverso e più interattivo, ma occupandomi da anni di fantastico e letteratura fantastica ho dato e dò spazio alle fiction con cui ho cominciato a misurarmi. Ho sempre ritenuto che una buona  fiction può insegnarci molto anche sulla nostra vita e sulle complessità del mondo in cui ci troviamo a vivere. E’ per questo che qui mi piace fare alcune considerazioni su quello che ho visto e vedo.

                                                                                

In quanto a Thelma & Louise ho presentato frettolosamente la prima parte, è un film degli anni Novanta, è un film del regista Ridley Scott basato sulla violenza che spesso il Sistema esercita sulla libertà personale, ma anche una storia che ci fa capire che nessuno è veramente libero e che uno strano destino ci travolge improvvisamente riconducendoci ad un Sintema che non è solo del mondo ma che è fortemente intrecciato con linee inconsce e inconsapevoli che si nascondono nelle nostre storie personali e con  cu dobbiamo fare i conti se vogliamo davvero essere liberi. Due donne che escono per un tranquillo week end in montagna  si trovano travolte da un destino quasi avverso che le spinge verso il baratro e la morte. Thelma e Louise due giovani donne tranquille del Sud americano, ciascuna già  segnata da problemi e difficoltà di vita, Thelma una sposa ancora immatura e Louise una donna già con esperienze e che lavora, ha un ragazzo che le vuole  bene e che è un perfetto cavaliere, Jimmie, Michael Madsen, ma anche Louise è stata toccata dalla vita, e nel passato in Texas ha ricevuto violenza da parte di un uomo. Un particolare che trasforma la semplice storia di una vacanza in montagna in una tragedia.

                                                                                    

Hal Slocum il capo della polizia, giunge al locale Per svolgere le sue indagini, e Harvey Keitel sembra l’ attore perfetto, Slocum non è un duro ma ha comprensione e pazienza  e intende capire l’ intreccio di quella storia in cui sono coinvolte due ragazze della regione. ,Harlan,  il ragazzo ucciso nel locale frequentato da camionisti,  era un poco di buono e meritava quella fine, i sospettati o le sospettate possono essere diverse. Intanto le due ragazze sono dirette a Oklahoma city intenzionate a attraversare  il confine per il  Messico, ma hanno bisogno di soldi ora, e Louise telefona a Jimmie per ritirare l’ intero ammontare dal  suo conto corrente e portarglielo  in città.  Ed è qui che compare il personaggio di J.D., un ancor più giovane Brad Pitt, un cow boy che fa l’ auto stop. J.D. non appare un bel personaggio in questa storia, ma piuttosto un giovane furbo e senza scrupoli che non esita ad ingannare l’ ingenua Thelma dopo averla sedotta e a rubarle il denaro necessario al viaggio verso la salvezza. Ma serve a mettere maggiormente in luce il carattere di Thelma. Intanto il poliziotto Slocum attraverso il computer e i data base della polizia arriva a Louise che aveva sporto denuncia per la violenza subita. Da Louise, Slocum  giunge a Darryl il marito tiranno di Thelma, qui apprende della pistola e per lui è ormai chiaro che a fare il delitto sono state le due ragazze, mentre il giovane J. D. inganna Thelma in un motel facendole credere di essere un braccato anche lui della polizia e tuffando la fantasia immatura della ragazza in un’ avventura trasgressiva e emozionante. Ma all’ alba il giovane autostoppista se la fila con i soldi lascIando Thelma esterrefatta e facendo andare fuori dai gangheri la povera Louise, che ha passato la notte con Jimmie che è venuto a portarle i soldi e che si è finalmente convinto che Louise non  sta scappando con un altro uomo, anzi le dona un anello di fidanzamento. Ma la polizia non demorde e ora viene affiancata dai Federali in una caccia serrata, anche perché Thelma ha fatto un colpo ad un supermarket procurandosi il denaro e degli alcolici necessari al viaggio verso la libertà e il filmato del colpo è stato visto dal Slocum e dal capo della FBI.  

Continua……

Interamente prodotto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011.

Photos by

movieactors.com

angelacampanella…

Thelma & Louise.3

1991.

Ridley Scott Director

Script: Callie Kouri

With Susan Sarandon, Geena Davis, Harvey Keitel

La Terza Parte di Thelma & Louise il cui destino di donne braccate è sempre più drammaticamente chiaro,avvia la storia alla sua risoluzione ancora difficile da immaginare. Come vedremo sarà una risoluzione a sorpresa e davvero fantastica le cui due ultime scene resteranno  Icone di tutto ilo film. Intanto, come dentro ad un crogiolo magico, Thelma e Louise stanno subendo una  metamorfosi. Thelma si sta rivelando più intraprendente e capace di prendere delle decisioni, è lei che ha fatto il colpo allo store, ed è lei che sparerà sulla motocisterna facendola esplodere come un atto liberatorio. Ma la sposa bambina guarda ancora il mondo come fonte infinita di divertimento, e forse è la posizione più giusta. Thelma è un J.D. più ingenuo e infantile e non già cinico, che  assapora il gusto dell’ avventura e della strada, e il piacere di una Ford Thunderbird scappottabile che attraversa le lunghe strade secondarie, assolate e deserte del Sud. Louise è la compagna di strada matura, con un suo entroterra complesso e tormentato.

Ed ecco comparire il camionista prepotente che si mostra insolente vero le due donne. Camionisti, strade assolate, motel,locali di ristoro, autostoppisti, la polizia, questa è la vita con il suo scorrere e le due ragazze ci sono dentro fino al collo, più come vittime che come dominatrici. Il camionista sfida pesantemente Thelma e Louise che ala fine,  decidono di dargli una lezione, e gli fanno saltare la motocisterna carica di benzina a colpi di pistola. E’ il momento liberatorio e violento. L’ esplosione di una energia contratta a lungo. Ora la fiction si avvia al suo termine. Hal Slocum, la polizia locale e l’ FBI hanno identificato la Thunderbird, e si stanno preparando a raggiungerla. Slocum parla per telefono con Louise, e ottiene una vaga promessa di resa.

E giunge la notte. E’ questo il momento più poetico e più intenso della storia. La macchina si trova ferma nel cuore di un deserto pietroso fra Canon frastagliati, e sopra i cielo stellato. L’ affetto fra le due donne viene rafforzato da quel momento magico, ma sorgono anche profonde riflessioni sulla vita e sul significato dell’ esistenza, si prepara l’ atto finale.

 

 Ed eccoci di novo all’ alba di un nuovo giorno, Slocum e i Federali sono già sul posto, gli elicotteri ronzano sulla regione. La Thunderbird è ferma con Louise al volante, Thelma è accanto. La polizia si avvicina e i fucili sono pronti a sparare, ci sono alterchi fra il comprensivo Harvey   Keitel, e l’ agente responsabile dei Federali.  E infine le due donne si decidono in una scena che resterà negli annali della storia del cinema, guardandosi in profondità negli occhi e decidendo di morire insieme gettandosi nell’ abisso aperto sotto di loro. E’ Thelma stavolta a prendere la decisione. Un piede sull’ acceleratore e via verso il baratro che tsa davanti la macchina. Ma la genialità simbolica di Ridley Scott non ci fa assistere all’ atto più drammatico della storia, il precipitare della macchina e la sua esplosione, siamo  da sempre abituati a queste scene, e qui mi ricordo delle scene finali del film Duel di Spielberg. Le ultime inquadrature sono già icone nel mondo di Hollywood, l’ auto che spicca il volo oltre il precipizio, e Hal Slocum che la insegue invano fin quasi sul ciglio del baratro. La Thunderbird non sembra precipitare nel suo volo, piuttosto sembra quasi magicamente diretta verso il vielo e lo Spazio, forse la conquistata libertà oltre gli impedimenti e le pesantezze di questo nostro pianeta.

Interamente scritto da Salvo Gagliardo. Luglio 2011.

Photo. Blog.libero.it

Photo Cinepad.com

 

We Suggest Here

The Protaginists

The Great Biographies of Holly

Tom Cruise. The Top Gun and The American Boy  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

 

Colors and Symbols in FantastiKalbi

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2420

 

HollyFiction.Creative School Writers

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=15

We Suggest This.

Previous Page  14 Link

http://www.fantastikalbi.it/?p=2659

 

Tutti i Lavori qui presentati sono stati scritti e prodotti da Salvo Gagliardo. All Rights Reserved.1985-2011. 

All the works presented here were produced by Salvo Gagliardo- All Rights Reserved 1985-2011.
 

Thank You.If what you read here has you interested, let me know this, and

.you write me a comment below, or you can send an email or leave your email address

Welcome. And Thanks  Many To Visitors.  

Mail Contact :

info@fantastikalbi.it

Thank You

All rights of reproduction of this article  belong to Salvo Gagliardo©salvogagliardo produzione.2011. All rights reserved

 

Gift Push Button and Money Contribution for the growth of “ fantastikalbi.it”

Coordinate Bancarie

Bank Details :  

http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2807

Thank You So Much

 


Questo articolo è stato pubblicato il sabato, 28 maggio 2011


Commenti all'articolo

  1. greenwich homes for sale il 8 settembre, 2011 alle 19:00

    By learning you will teach by teaching you will learn.

  2. dell support chat hours il 4 ottobre, 2011 alle 20:06

    hello!,I like your writing very much! share we communicate more about your post on AOL? I require a specialist on this area to solve my problem. May be that’s you! Looking forward to see you.

  3. Blow il 1 agosto, 2012 alle 12:59

    Your style is very unique compared to other people I’ve read stuff from. Thank you for posting when you’ve got the opportunity, Guess I’ll just bookmark this site.

  4. crork il 6 novembre, 2012 alle 11:56

    jEnrct Very good article.Really thank you! Much obliged.

  5. Decorative Painting il 11 novembre, 2012 alle 00:47

    Very informative blog post.Thanks Again.

  6. stuttering il 5 luglio, 2014 alle 09:59

    What’s up to every body, it’s my first go to see of this webpage;
    this webpage consists of awesome and in fact good information designed for
    readers.

    Lascia un commento