di Salvo Gagliardo

The Caracters

     

     

     

    badtaste.it

    HollyFiction

    ************************

    by

    Salvo Gagliardo

    Steven Spielberg

    or

    The Golden Boy

     agenziagrt.it

    Nato¬† a Cincinnati,¬† nell‚Äô Ohio nel¬† dicembre del¬† 1946,¬†¬† figlio¬† di una pianista e ristoratrice e di un ingegnere informatico, quartogenito¬† di una famiglia con tre ragazze, Annie, Sue e Nancy,¬† presto¬†¬† si trasferisce nel¬† New Jersey, e poi a Phoenix in Arizona.¬† Qui comincia a frequentare le scuole e ad appassionarsi di fotografia e di piccole riprese ¬†cinematografiche con una camera che gli anno regalato e ¬†incoraggiato dalla madre Leah.¬† La sua¬† passi0ne per il film e i cortometraggi¬† √® prematura e presto il piccolo Spielberg realizza film¬† a passo ridotto, che vende¬† ad amici, ¬†parenti o anche ad estranei, e di cui fa pagare il biglietto; in questi anni il giovane ¬†¬†Spielberg psichicamente ¬†¬†sembra¬† afflitto dalla Sindrome di Asperger,¬† una sorta di autismo borderline che assai¬† spesso anticipa opere di genio. Sono questi ¬†¬†i suoi¬† primi¬† tentativi nel campo del cinema,¬† e¬† spesso¬† molto ambiziosi,¬† come il western¬†¬† The Last Gun, in cui¬† mette la sorella Annie a vendere pop corn in¬† sala. Ma c‚Äô√® anche Escape To Nowhere, un film di guerra¬†¬† girato a 14 anni¬† presso l‚Äô aeroporto di Phoenix. Spielberg √® gi√† abile nella fotografia e riesce creare¬† i suoi famosi effetti speciali che lo renderanno famoso in tutto il mondo. E a ¬†16 anni realizza il¬† suo¬† primo lungometraggio,¬† che mette subito¬† in commercio,¬† Firelight( Luce di fuoco), un film che anticipa Incontri Ravvicinati, e La Guerra dei Mondi e realizzato soprattutto con l‚Äô aiuto dei parenti, madre, sorelle, e compagni di scuola. Si tratta di un film di fantascienza la cui sceneggiatura √® stata scritta totalmente ¬†da Nancy, la sorella. Comincia a farsi avanti il tema dei bambini, molto frequente¬†¬† nei suoi¬† film. Spielberg, infatti, ¬†ha avuto un padre molto spesso assente nella sua educazione e nel suo sviluppo, e ¬†Arnold Spielberg si √®¬† separato¬† da Leah quando Steven aveva 15 anni.¬†¬† Intanto Steve ¬†entra nei¬† Boy Scouts¬† of America e ¬†si ¬†trasferisce nella South California, si iscrive all‚Äô Universit√†, ma viene respinto nel corso di arte del cinema.¬† Diventa¬†¬† membro del Teha Chi una Societ√† giovanile ¬†¬†di mutua assistenza assai diffusa¬† nelle Universit√† di molti States. Frequenta studi e corsi ¬†di cinematografia e televisione. Entra nei prestigiosi ¬†¬†Universal Studios. Dirige Amblin, il film che parla dell‚Äô incontro tra un ragazzo ed una ragazza,ed¬† ha una¬† durata di¬† circa mezzora. E‚Äô il suo primo vero successo e gli assicura dei buoni contratti con la Universal. Comincia¬† a lavorare per la Tv ed √® impegnato in ¬†alcune fortunate¬† serie, fra cui, ¬†un episodio della serie Columbo con Peter Falk , e un altro della serie The twilight zone, ( Ai¬† Confini della Realt√†) di Rode Serling, ¬†Night Gallery, uno degli episodi pi√Ļ famosi con Johan Crawford. Ed √®¬† per l‚Äô Universal¬† che realizza le sue prime opere di¬† grande¬† successo di vendita, ad esempio¬† Duel, con la sceneggiatura di Richard Matheson. Il film gli apre subito ¬†le porte dell‚Äô Europa e lo rende famoso. Perfetto nel suo climax in crescendo¬† da thriller ed horror, geniale l‚Äô idea di non mostrare il killer dell‚Äô autocisterna, cosa che d√† al film anche un certo sapore di poliziesco. Nei film seguenti Spielberg si rivela anche un ottimo sceneggiatore. E dopo lavori di un certo successo per la Tv, realizza Jaws.( Lo Squalo)prodotto¬† da Zanuck e Brown. Il film che √® tratto da un romanzo di Peter Benkeley, ha un grande successo di pubblico, pi√Ļ del precedente .E¬† il¬† suo grande¬† successo commerciale consacra¬† Spielberg ad¬† uno¬† dei registi pi√Ļ ricchi¬† e meglio¬† pagati del mondo. Bruce viene subito battezzato¬† il grande mostro marino creato dagli effetti speciali e dalla geniale fantasia di Spielberg. La realizzazione del film ha conosciuto diverse difficolt√† sul set. Ma Spielberg si √® definitivamente rivelato un mago della cinepresa e un genio nel sapere suscitare¬† emozioni off limits negli spettatori. Nel film si afferma come protagonista il giovane Richard Dreyfuss, che diverr√† amico e attore preferito di Spielberg. Jaws lo rende indipendente e lo porta definitivamente ad Hollywood. Ed √® la volta di Close Encounters of the Third Kind ( Incontri Ravvicinati). Un film pensato da anni, con un tema, quello degli Alieni e degli UFO che non lascer√† ¬†la produzione di Spielberg ma che in qualche modo far√† da cornice o da sfondo in tutta la sua produzione. Anche stavolta viene ingaggiato ¬†l‚Äô amico Dreyfuss che avvolte Spielberg chiama il suo alter ego, ma l‚Äô altro protagonista principale della storia √® il regista francese e amico di Spielberg, Francois Truffaut, una scelta difficile visto che altri erano stati chiamati e legati alla sensibilit√† filmica di Spielberg e alla sua passione per il cinema. L‚Äô anno del 1977 √® anche l‚Äô anno del grande successo di Lucas, Star Wars. Con Close Encounters, che inizialmente si chiamava UFO, Spielberg continua ad accumulare riconoscimenti e premi oltre che uno strepitoso successo di pubblico che gli apre le sale cinematografiche di tutto il mondo. Ma Guerre Stellari √® anche importante perch√© porta Lucas a stabilire un sodalizio che durer√† a lungo con Spielberg e con le Societ√† che il giovane astro di Hollywood¬† va ¬†creando, i due pilastri del cinema commerciale a grandi effetti speciali si mettono cos√¨ ¬†insieme nella produzione e nella regia. E nasce ¬†il personaggio noto in tutto il mondo: Indiana Jones. Ma prima √® la volta di un film sullo sfondo di¬† Pearl Harbor con John¬† Belushi, 1941. Il film non conoscer√† ¬†il successo dei precedenti. E veniamo a Indy, l‚Äô archeologo out sider alle prese con i misteri dell‚Äô Ignoto e ¬†Raiders of The Lost Ark. A sancire il¬† connubio Lucas e Spielberg √® il giovane attore emergente Harrison Ford, che mieter√† grandi successi non solo come protagonista di Guerre Stellari, ma anche come personaggio principale ¬†della fortunata¬† serie Indiana Jones. Sembra chiaro ora che Spielberg voglia seguire il cammino ¬†dei suoi idoli della cinematografia americana, soprattutto quella epica di John Ford e quella di intrattenimento di Walt Disney. Spielberg chiama Lawrence ¬†Kasdan, del team di Lucas, ¬†a sceneggiare¬† I Predatori dell‚Äô Arca Perduta. Nato in un‚Äô America rurale, Spielberg riesce a ricrearne le atmosfere e gli stati d‚Äô animo, e a coniugare nei suoi film, democrazia,¬† alta cultura, e tecnologie avanzate,¬† in un mixer eccezionale che trasforma i suoi film¬† in grandi fiabe per bambini cresciuti. E‚Äô la volta di E.T. un‚Äô altra pellicola con dei bambini come protagonisti ed un altro film sul ¬†tema degli Extraterrestri. Con esso fa il debutto la Amblin Entertainment, la Societ√†¬† cinematografica fondata da Spielberg. Intanto il regista ¬†produce Poltergeist e Gremlins, mentre Indiana Jones si trova impegnato ¬†in una nuova avventura¬† fantarcheologica in Temple of Doom¬† (Il tempio Maledetto). Ma con la fama universale e con il successo economico si rafforza in Spielberg il suo impegno sociale¬† che smentisce l‚Äô accusa mossa ai¬† suoi film di essere troppo rasserenanti e ossequienti alla American Correct Way. Realizza il The Color Purple(Il¬† Colore Viola), da un romanzo pulitzer di Alice Walker,¬† con l‚Äô attrice emergente W. Goldberg. Il tema √® il razzismo e la discriminazione, ma ancora una volta i critici condannano il film di essere melenso e zuccheroso. Da un romanzo dello scrittore inglese di fantascienza J.G. Ballard realizza Empire Of The Sun.¬† Il film viene girato a Shangai. Il libro di¬† Ballard era autobiografico e narrava della prigionia dello scrittore in mano ai giapponesi durante la Seconda Guerra Mondiale. Il film si afferma mentre l‚Äô Occidente si apre alla Cina. Come protagonista Spielberg chiama J. Malkovich. Sean ¬†Connery entra ¬†nel cast di Indiana Jones in ¬†Last Crusade. E gli incassi delle Societ√† di Spielberg vanno alle stelle. Con¬† Richard Dreyfuss realizza il film romantico Alweys.¬†

    L‚Äô estro di Spielberg √® sempre volto agli anni di infanzia e di formazione, per sua esplicita dichiarazione, e sappiamo come il regista abbia amato il modello di vita americana fondato sui cartoon, sulla pubblicit√† e sulla televisione, Walt Disney e Mac Donald sono in realt√† i veri¬† vincitori dello Sbarco¬† in Normandia, a cui Spielberg da buon patriota e americano dedicher√† un suo film Saving Private Ryan ( Salvate il soldato Ryan). Ma ora √® giunto il momento di un‚Äô altra rievocazione, quella di Peter Pan, il fantastico bambino ¬†volante che non vuole crescere, creato dalla fantasia dell‚Äô inglese¬† J.M.Barrie e che Walt Disney ha fatto rivivere in¬† cartoon. Sappiamo quanto Spielberg deva a ¬†¬†Walt Elias Disney e al su fantastico universo.¬† Il film, Hook, con Robin Williams¬† √® di nuovo successo. Uno scrittore di best seller, Michael Crichton sta conoscendo la fama ¬†¬†con un suo libro di fantasia e¬† in parte di fantascienza, si tratta di Jurassic Park. Il tema √® vecchio e gi√† sfruttato da altri, fra cui ¬†¬†Conan Doyle con il ¬†¬†suo The Last Word, ma Crichton lo rinnova genialmente legando la ricomparsa dei Dinosauri sul nostro pianeta alla ingegneria genetica e¬† ai computer, e¬† alle industrie legate alla bioingegneria. E in un successivo libro sequel Crichton ci ripropone il vecchio tema dei pulp americani anni venti del Mondo Perduto e degli Universi Paralleli. I libri conoscono un successo di pubblico straordinario, ma non solo perch√© si scopre che i Dinosauri piacciono molto ai bambini. Spielberg non vi resta insensibile e d√† luogo alla splendida favola fantascientifica, con un dispiegamento formidabile di effetti speciali e di supertecnologie applicate al cinema, e crea il suo Jurassic Park. Il film naturalmente √® un po‚Äô diverso dal libro, ma tornano di nuovo i bambini e i mostri. Il film crea una moda e fa di Spielberg un vero e nuovo Hans Christian Andersen dei bambini. Spielberg lancia a livello mondiale la moda dei Dinosauri e il film √® davvero atterrente con il Tirannosauro Rex che schiaccia tutto ci√≤ che trova lungo il suo cammino. Ancora una volta il mago degli effetti speciali lancia una moda che conoscer√† un enorme successo, ovunque sorgeranno Jurassic Park per impaurire e divertire i bambini. Volendo ci si pu√≤ anche leggere un avvertimento per chi si fida troppo ¬†dei computer e dell‚Äô Intelligenza Artificiale. Ma Spielberg non √® un regista politico, la sua arte √® il film puro, il puro divertimento ed intrattenimento, con significati avvolte drammatici e profondi che per√≤ non si sostituiscono all‚Äô arte¬† e al¬† mestiere del cinema.¬† Spielberg come Ford e come tutti i grandi riporta il cinema alla sua origine fondamentale che √® quella di stupire e divertire, fin dai Fratelli Lumiere. A Jurassic Park, segue The Lost Word, che si rif√† sempre ai libri di Crichton. Intanto il regista ha fondato la Dream Works, la Societ√† e colosso¬† cinematografico che racchiude l‚Äô intera attivit√† del regista assieme ai suoi soci J. Katzenberg e David Geffen. Ancora una volta Spielberg dimostra di essere¬† una efficiente e fantastica¬† macchina emozionale,¬† capace di realizzare una enorme quantit√† di denaro. Spielberg ha gi√† ¬†raggiunto la fama di un Walt Disney e di un¬† Mc Donald, se non di una Coca Cola. Le sue Societ√† multimiliardarie ¬†sono diventate simbolo della globalizzazione, i suoi film sono visti e venduti in tutto il mondo. Un destino simile a quello del suo socio Lucas, ma forse pi√Ļ affascinate e complesso. E ora √® giunto per Spielberg¬† il momento di rendere omaggio alle sue radici ebraiche. Finora si era limitato a suggerirci una certa avversione per il nazismo, ad esempio nei Predatori dell‚Äô Arca; Spielberg aveva avuto dei parenti uccisi nella camere a gas. Ma l‚Äô occasione gli viene offerta dalla storia vera di un imprenditore tedesco e iscritto alle SS che durante la guerra aveva salvato la vita a migliaia di ebrei e che alla sua morte √® stato sepolto ¬†nel ¬†cimitero di Gerusalemme.Ancora una volta lo spunto √® un romanzo Schindler‚Äôs¬† List che narra appunto la storia dell‚Äô imprenditore Oskar Schindler. Un tributo di sangue, lo ha definito ¬†Spielberg e gira il film totalmente in bianco e nero con l‚Äô esclusione delle scene finali e dell‚Äô abito rosso di una bambina ebrea che verr√† uccisa. La parte di Schindler viene affidata a Liam¬† Neesson, che attualmente sembra in lizza per la parte di Abram ¬†Lincoln nel film omonimo che il regista si appresta a girare. Naturalmente non pu√≤ non essere un trionfo e il film diviene un manifesto della Shoah e della Memoria. Ma mostra anche un altro aspetto del regista, la capacit√† di creare situazioni drammatiche non risolte alla fine da effetti fantastici. Spielberg √® stato prudente e ha lavorato a lungo nell‚Äô ¬†affrontare questo terribile tema per rispetto alla sua enorme tragedia, e nel film Spielberg si¬† mostra¬† di un realismo assoluto e spietato¬† che mai avevamo visto nei suoi film precedenti, si pu√≤ anche dire che questo film realizza un passaggio importante nella produzione del regista spingendolo ¬†verso toni pi√Ļ amari e forse pi√Ļ violenti. ¬†Spielberg non ha piet√† nel trattare questo orribile tema, non concede nulla ai sentimenti o al fantastico consolatorio e inchioda lo spettatore davanti a dati di fatto ¬†di una enormit√†, assurdit√† e grottescheria, incredibile e sconvolgente . Penso che per questo il film di Spielberg rester√† unico nella sua vasta e molteplice produzione.

    Ora dopo il tributo,Spielberg può riprendere la sua strada. Crea un altro film che denuncia gli orrori della storia, stavolta si tratta di Amistad sullo schiavismo in America e la rivolta di alcuni negri  su una nave americana. La grande epica del regista continua, Spielberg riscrive la storia d’ America dal suo punto di vista, e in questo si assimila a John Ford. Ma  un nuovo nome sta entrando nel cast del grande regista ormai leggenda, è quello di Tom Hanks in  Saving Private Ryan.

    …………………………..continua

    Prodotto da Salvo Gagliardo. All Righs Reserved. 2010.

       History and Films

    ******************************* 

    Francis Ford Coppola 1. 

     Filmmakers. The New Generation.

     Notes by

     Salvo Gagliardo

    ¬†Una firma DOC nel panorama della produzione cinematografica americana, legato generazionalmente ai tre grandi della sua era, Spielberg, Milius e ¬†Lucas. Nato a Detroit, 1939, Figlio di immigrati italiani, il padre era jazzista e orchestrale ¬†a Detroit e la madre era la figlia di un gestore di una sala cinematografica di¬† Brooklyn. August il fratello professore di letteratura √® stato il padre dell‚Äô attore e produttore Nicolas Cage nipote del regista, una sorella ha intrapreso la carriera di attrice. Quindi arte e spettacolo nel suo sangue. ¬†Una poliomielite¬† nell‚Äô adolescenza lo aveva costretto a stare in casa a lungo¬† e a dedicarsi alla sua passione per il teatro di marionette. Ma presto pass√≤ alla cinepresa a passo ridotto. Scuola all‚Äô UCLA, University of California, Los Angeles,negli anni sessanta comincia a collaborare con il regista Roger Corman, e a scrivere sceneggiature, mestiere¬† che gli dar√† presto un Oscar come migliore sceneggiatura per Patton generale d‚Äô acciaio¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ¬†con George Scott.Ma √® la serie Il Padrino The Godphather a dargli la notoriet√† come regista, i film erano l‚Äô adattamento cinematografico dell‚Äô omonimo romanzo di ¬†Mario Puzzo. Fu un successo che gli diede due Oscar per¬† la regia. Il Festival di Cannes lo premi√≤ per La Conversazione, The Conversation, l‚Äô interessante film sule paranoie di Gene Hackman. Uomo di spettacolo molto abile e fortunato si trasforma in Produttore di alcuni film altrettanto fortunati ¬†di George Lucas, come American Graffiti, poi ¬†decide di affrontare filmicamente l‚Äô opera del romanziere Joseph ¬†Conrad Cuore di Tenebre. Un lavoro di trasposizione davvero geniale ambientato in Vietnam, allora l‚Äô America era uscita da poco dalla¬† disastrosa¬†¬† guerra nelle giungle vietnamite. Un lavoro duro che conobbe molte traversie, oltre una certa diffidenza da parte della Difesa Americana. Ma che port√≤ nel 1979 all‚Äô uscita nelle sale cinematografiche di Apocalypse Now. Le complicazioni del set e le diverse avventure di Coppola e della troupe, sono state narrate nel documentario¬† Viaggio all‚Äô Inferno, Hearts of Darkness: A Filmmaker’s Apocalypse, di Eleanor Coppola, la moglie. Il bel film, una storia di guerra e di avventura con una evidente simbologia quasi sacra sulla follia di un colonnello americano impazzito nelle giungle, mise insieme attori e atmosfere di quegli anni post Hippie e Contestazione Giovanile, da Dennis Hopper,¬† al giovane Harrison Ford, a Martin Sheen nel capitano Willard, a Robert Duval nella parte del colonnello Bill, e infine al colonnello Kurtz, Marlon Brando, una splendida figura di ufficiale alienato che finisce per credersi a farsi passare per un dio della giungla. Coppola assieme al suo esperto della fotografia, l‚Äô italiano Storaro appaiono nel film come operatori televisivi. Uno splendido lavoro generazionale che marca il carattere politico dei film di Coppola e la sua attenzione al Potere. Molto ci sarebbe da scrivere su Apocalypse, ma il testo di Conrad fu sempre presente nell‚Äô immaginazione e nelle riflessioni del regista talch√© a suo dire lo portava sempre con s√© nel difficile si gira in zone¬† di guerra e assai pericolose. Marlon Brando non pi√Ļ quello di Fronte del Porto era gi√† stato consacrato a ottimo attore nelle vesti del boss Don Vito Corleone. Martin Sheen appare credibile nella parte di un ufficiale che compie questo viaggio quasi mitico per uccidere il colonnello dell‚Äô esercito americano impazzito e arroccato con alcuni sui seguaci nel cuore delle giungle. Riflessioni sul potere e sulla guerra, sulla follia e l‚Äô insania, ma Coppola genialmente ci mostra i retroscena di una guerra che si combatte per la prima volta davanti alle cineprese e alle Tv, una mistificazione forse, ma di certo molto eloquente, il dramma antico e il sacrificio del toro mitraico qui si sposa al grand guignol e alle grottesche contraddizioni e contorsioni di una realt√† deformata da un conflitto ai limiti della follia, anche l‚Äô altro genio del cinema Stanley Kubrick avrebbe dedicato un uso film a questo drammatico e cupo capitolo della storia americana e del mondo.

    Totalmente scritto da Salvo Gagliardo. Aprile 2011. http://www.fantastikalbi.it/?page_id=2518

     http://www.fantastikalbi.it/?page_id=350

     We Suggest This Youtube video. Thanks.

     http://www.youtube.com/watch?v=vrhRsZ56b4g

    Women in War 

    ************************* 

    Cathryn Bigelow. 

     First  director woman Oscar. 

     Note 

     By 

     Salvo Gagliardo 

    Californiana, della generazione del 1951, nata a San Carlos, regista cinematografica, sceneggiatrice e produttore,laurea alla Columba’s Film School, ha debuttato con un film ambientato fra i motociclisti degli anni Cinquanta, interessata alle avanguardie, la Bigelow si sposta negli anni Ottanta ad Hollywood, e mette a segno vari film intensi di horror e di thriller action. Molto attiva dagli anni Novanta, sposa il regista e sceneggiatore James Cameron  con cui  scrive e dirige un film di thriller science fiction, Strange Days nel  1996. Con Oliver Stone coproduce e realizza altri suoi film. Il film di guerra K-19, con Harrison Ford e Liam Neesson, ambientato in  un sommergibile  russo, la porta nel 2010 a realizzare un altro film di guerra The Hurt Locker  ambientato in Iraq, a cui verrà assegnato l’ Oscar per la migliore sceneggiatura e la migliore regia. Cathryn Bigelow sarà così la prima donna regista a ricevere l’ Oscar. 

    The Hurt Locker √® un bel film di Guerra e di azione, ottime le inquadrature e l‚Äô uso della camera, si vede che Bigelow √® brava nel reportage documentario, ma √® anche brava nella sceneggiatura e nei dialoghi. Il film consiste in una serie di episodi che vedono i soldati americani all‚Äôopera in Iraq, e soprattutto riguarda un gruppo di artificieri il cui compito √® disinnescare le bombe nascoste. I personaggi sono ben ¬†caratterizzati, soprattutto il sergente James che sostituisce un altro artificiere morto in una azione. Gli Iracheni sono tutti dall‚Äô altra parte, a parte un bambino che fa amicizia con un soldato americano. Manca un qualsiasi approfondimento sulle motivazioni della guerra, ma la regista sa invece molto bene muovere i suoi giovani soldati in azioni ad alto rischio e in scene a cui siamo abituati fin dai Western. Le ultime scene sono pi√Ļ umane e i personaggi si interrogano sul senso del loro lavoro in quella regione e sulla guerra. Il film ha un ottimo ritmo ed √® piacevole a seguirsi.¬† La Bigelow anche qui si rivela ottima nelle scene d‚Äô azione come in diversi film precedenti. Jeremy Renner ¬†nel ruolo ¬†del sergente James √® abbastanza bravo e ben caratterizzato. Il film dal punto di vista tecnico merita un esame approfondito e utilizza bene le risorse del fim americano d‚Äôazione del passato.

    We Suggest This Video YouTube. Thanks.

    http://www.youtube.com/watch?v=e-DPBOTlSWk 

     

    Commenti all'articolo

    1. Coach Madison Signature Pleated Pink Handbag il 2 ottobre, 2011 alle 10:48

      That you are hence great man, any article on the personal blogs tend to be super terrific.

    2. cute hair styles for school with short hair il 22 ottobre, 2011 alle 09:45

      Have you ever considered writing an ebook or guest authoring on other blogs? I have a blog centered on the same ideas you discuss and would love to have you share some stories/information. I know my audience would appreciate your work. If you are even remotely interested, feel free to send me an e-mail.

    3. salvogagliardo il 22 ottobre, 2011 alle 14:26

      OK

    4. hoodia patch il 31 ottobre, 2011 alle 20:04

      Awesome blog man! Has a great feel to it Hope you keep updating and make people like me visit! It’ll be in my bookmarks so better update!

    5. salvogagliardo il 31 ottobre, 2011 alle 20:53

      Thank You. salvo.

    6. vegan french toast batter il 3 novembre, 2011 alle 09:26

      Judging by the way you write, you seem like a professional writer..,~.‚ÄĚ

    7. drawing games for kids il 23 novembre, 2011 alle 23:04

      Hello! I simply would like to give you a large thumbs up with the great information you could have here on this post. I’ll be returning to your site to get more detailed soon.

    8. payday loans il 10 luglio, 2012 alle 11:17

      Wonderful article! We are linking to this particularly great article
      on our website. Keep up the great writing.

      ace cash express

    9. Georgianna Riffon il 10 agosto, 2012 alle 11:09

      Thanks for sharing Eric! First time I see Code, I am energized to give it a whirl in some projects.

    10. Pharmg10 il 23 agosto, 2012 alle 22:30

      Hello! cdbgekb interesting cdbgekb site! I’m really like it! Very, very cdbgekb good!

    11. Yuki Ursini il 9 settembre, 2012 alle 09:00

      Well said about taxindexes, once we used to value them a lot in the 1990s Windows development. They’re still important for sites and internet apps that require filling long forms.Just one thing of debate is the length of drop down lists. Some preach that they should be same as the previous textbox, though Facebook’s sign up web page seems to have them of varying length.Also use radio rather than combos when you have got 3 options or much less to choose from.

    12. cheap seo services il 25 ottobre, 2012 alle 18:02

      x2iTyp Awesome article post.Really looking forward to read more. Really Great.

    13. crork il 7 novembre, 2012 alle 10:00

      x9RojA A big thank you for your blog.Really thank you! Fantastic.

    14. 21st Century Property Direct il 11 novembre, 2012 alle 18:31

      Appreciate you sharing, great blog.Really thank you! Keep writing.

      Lascia un commento