di Salvo Gagliardo

Literary Gothic Page and Movies

    Sorry! This Page’s in Construction

    Literary Gothic Page and Movies

    by

    SalG

    Sourcephoto sweetsinmyroom.wordpress.com

    The Hanted Houses and The Gothic Novel

    G

    The Haunted House – Full 5D Ride
    Youtube loaded by FRY356FRY
    june 28,2012

    Sourcephoto cameliaboban.blog.kataweb.it

    Ghost and Ghost Busters in Literature and Movies

    Italianote by SalG

     Lo spettro è un nobile personaggio della letteratura e la sua presenza risale  a molto indietro, all’ era alessandrina della storia del mondo, ma nell’ era che viviamo, industriale e post industriale, lo Spettro riappare come personaggio fortemente intriso di romanticismo e di paura, nelle pagine di Wolfgang Goethe dapprima con chiari riferimenti allo spettro del nobile Amleto di William Shakespeare. E’ quanto  mai singolare che anche stavolta sia la letteratura tedesca a lanciare la moda, per poi dimenticarsene ed essere ripresa con più lena e  maggiore successo dagli scrittori inglesi che la porteranno all’ assoluta  perfezione. E di sangue e di spettri è intrisa  la intera letteratura neogotica o del terrore, quel tipo di romanzo che andò alla grande tra la fine de Settecento e i primi dell’ Ottocento sull’ onda della rivoluzione industriale e di quella francese, con quello che fu chiamato il romanzo gotico che avrà lunga vita per tutto il secolo Ottocento. Ed è davvero straordinario il numero di Author  donne  che affolleranno la narrativa gotica primo ottocento, o che ne saranno le  protagoniste assolute. Forse un intensa psiche e un climax terrificante si addice più alle donne che agli uomini, fatto sta che alla fine del Settecento appare  sulle scene letterarie la prima donna dichiaratamente femminista, Mary Wollstonecraft Godwin, la prima femminista della storia d’ Europa, madre dell’ altrettanto  geniale e terrificante Mary Shelley, la giovane scrittrice del Frankenstein or the modern Prometheus. Premetto che lo Spettro come la casa infestata, the Haunted House, un sottogenere, non hanno un testo unico di riferimento come è stato invece per il Vampiro che invece ha trovato nell’ irlandese Bram Stoker il suo cantore assoluto, ma troviamo narrativa Ghost  sparsa ovunque spesso con risultati davvero sorprendenti. Sappiamo che né Poe né Stevenson ci hanno lasciato qualcosa di esplicito in proposito, ma la loro letteratura avvolte può essere considerata spettrale se non apertamente gotica. La presenza femminile in questa letteratura si ridurrà fortemente nella seconda metà dell’ ottocento, in quell’ Era chiamata   della regina Vittoria e connotata da un forte moralismo e da una  altrettanto forte ricerca del coraggio virile. Non è un caso  che sia nella letteratura di Robert Louis Stevenson che in quella  di sir Conan Doyle le donne figurano alla periferia e fanno breve apparizioni quasi da comparse. Ma nel trattare di questo personaggio che ha affascinato non solo specialisti del genere, ma anche scrittori di calibro celebrato come Daniel Defoe o Charles Dickens per citarne velocemente alcuni, non possiamo qui  non parlare dell’ antagonista assoluto  dello Spettro, il Ghost Hunter, il Cacciatore di Spettri che nell’ evoluzione del genere prenderà diversi aspetti, un phylum collaterale del genere sgorgato dal grande ceppo della letteratura gotica e che assumerà anche l’ aspetto dell’ Investigatore dell’ Occulto. Sono questi anni in cui al scienza ha fatto passi da gigante e il suo credo e la sua fede nell’ idea che no c’è cosa  che non possa essere spiegata, l’ ha spinta nello spinoso mondo del sovrannaturale dove le cose non sembrano ubbidire alle rassicuranti leggi della natura, una sfida soprattutto per il coraggioso cavaliere anglosassone pronto ad affrontare  anche il diavolo secondo una antica e vecchia maniera.

    Sourcephoto famousauthors.org

    Nel secolo ottocento uno scrittore inglese molto prolifico  e molto letto, appassionato di occulto e di letteratura misterosofica, il londinese Edgar Bulwer Lytton pubblicava fra l’ altro un racconto lungo, sviluppato quasi  a piccolo romanzo, dal titolo The House  and The Brain, La Casa ed il Cervello, un delizioso racconto sulla casa infestata, in cui sono presenti i temi cari a questo scrittore amico di Charles Dickens che già in vita conobbe molto successo, il mondo  esoterico e magico, l’ indagine su un delitto efferato che giustifica la comparsa degli spettri, il mistero che sottende questo delitto, un tentativo  di spiegazione naturale degli strani eventi che accadono nella casa con il ricorso ad  un mago ed  ipnotizzatore. La storia che va di certo inserita tra i migliori prodotti narrativi sulla casa infestata, non è sfuggita all’ ottimo saggio sulla letteratura  sovrannaturale scritta dall’ altro grande  horror writer che fu l’ americano Howard Phillips Lovecraft. Ma Lytton va anche ricordato per Vril, the Power of the  Coming Race, un romanzo fantastico su mondi e razze perdute che piacque ai nazisti del Terzo Reich. Lytton è molto interessante per il connubio spesso presente in tutta la letteratura fantastica fra letteratura occulta e romanzo fantastico, uno strano e fantastico  rapporto che si è protratto fino ai giorni nostri, vedi  il gotico  ed americano Stephen King, ma basta fare qualche passo indietro per imbattersi in Edgar Allan Poe per poi ritornare in avanti e scontrarsi con l’ argentino Jorge Louis Borges.


    Lascia un commento